6 May, 2021
HomeAgricolturaViticolturaLa commissione Attività produttive ha sentito in audizione i responsabili della Cantina sociale “Il Nuraghe” di Mogoro.

La commissione Attività produttive ha sentito in audizione i responsabili della Cantina sociale “Il Nuraghe” di Mogoro.

[bing_translator]

La commissione Attività produttive presieduta da Piero Maieli (Psd’Az) ha sentito in audizione i responsabili della Cantina sociale “Il Nuraghe” di Mogoro su alcune problematiche del comparto vitivinicolo.

Il presidente della Cooperativa Mauro Orrù ha messo l’accento sulle difficoltà della sua azienda che, uscita da una crisi molto complessa nel 2015, fatica ad esprimere le sue potenzialità sia per il ciclo negativo delle recenti annate agricole, sia per problemi di accesso al credito. Abbiamo bisogno, soprattutto, ha affermato, di strumenti nuovi e più adatti alle nostre esigenze, dal credito a lungo termine al finanziamento delle scorte un po’ sul modello del “pegno rotativo” del pecorino sardo, agli incentivi per la valorizzazione dei vitigni storici autoctoni che sono una grande peculiarità della Sardegna.

Mantenere una presenza significativa della cooperazione nel settore vinicolo, ha proseguito Orrù, vuol dire anche invertire la tendenza alla desertificazione delle terre agricole ed affermare un modello sociale che, accanto a quello delle aziende private, può dare un contributo importante allo sviluppo del settore agroalimentare regionale.

Nel dibattito hanno preso la parola i consiglieri regionali Gianluigi Piano del Pd ed Emanuele Cera di Forza Italia.

Il presidente della commissione Piero Maieli, nelle conclusioni, ha ribadito l’interesse della Regione per il comparto riservandosi di mettere a punto una proposta complessiva più articolata ed aggiornata da sottoporre all’assessore dell’Agricoltura.

La Sesta commissione
Franco Verrascina (C

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT