28 May, 2024
HomePosts Tagged "Andrea Tarozzi"

[bing_translator]

Sono stati consegnati questa sera, nella cappella di Santa Barbara della chiesa medioevale di San Francesco, i Testimonium e le Torri ai pellegrini lombardi Solisca, Giovanni e Franco e al ligure di origine sarda Marco che hanno completato l’intera percorrenza del Cammino Minerario di Santa Barbara.

Particolarmente emozionante è stata la consegna delle premialità da parte di Andrea Tarozzi, responsabile amministrativo della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara e figlio di Marco Tarozzi, un valoroso Capo Servizio delle nostre miniere e di Francesca Mocco, guida escursionistica e figlia di Ninni Mocco, uno dei volontari che con l’Associazione Pozzo Sella ha avuto il merito di contribuire all’individuazione del tracciato e alla progettazione del Cammino Minerario di Santa Barbara.

I figli della storia mineraria del territorio, oggi impegnati nella valorizzazione del patrimonio minerario e del culto per Santa Barbara per conservare e tramandare la memoria dei nostri padri; come il padre di Marco, il pellegrino ligure di origine sarda, che ha ricordato con emozione il caro padre, al quale ha dedicato il suo pellegrinaggio.

[bing_translator]

Grande successo, ieri sera, in Piazza Municipio, a Iglesias, per il concerto del giovane talento italo-francese Thomas Cheval, 18 anni appena compiuti, residente a Ferrara dove frequenta il 4° anno del liceo linguistico, quarto classificato nell’ultima edizione di “The Voice”. Lo spettacolo, denominato “Allons danser tour”, è stato organizzato dall’Associazione Culturale Noa, nell’ambito degli eventi dell’Estate Iglesiente 2015.

La serata è stata aperta da brevi esibizioni di due formazioni locali, i Moody Freak Acoustic Duo (voice’n’guitar) di Matilde Gadducci e Francesco Nicola Perra, e i T-Brothers, Andrea e Paolo Tarozzi. Thomas Cheval, nonostante la giovane età, ha mostrato di avere giù una grande presenza sul palco ed ha duettato più volte con Matilde Gadducci e nel finale anche con gli altri musicisti protagonisti della serata.

_MG_5882_MG_5895 _MG_5894 _MG_5887 _MG_5886 _MG_5885 _MG_5884 _MG_5883  _MG_5881 _MG_5880 _MG_5879 _MG_5874

IMG_4092 IMG_4091 IMG_4090 IMG_4089 IMG_4088 IMG_4087 IMG_4086 IMG_4085 IMG_4084

_MG_5841IMG_4081 IMG_4080 IMG_4079

_MG_5829_MG_5828_MG_5835_MG_5839IMG_4078 IMG_4077 IMG_4076 IMG_4075 IMG_4069 IMG_4064 IMG_4063 _MG_5926 _MG_5925 _MG_5924 _MG_5923 _MG_5922 _MG_5921 _MG_5920 _MG_5919 _MG_5918 _MG_5912 _MG_5909 _MG_5908 _MG_5907 _MG_5906 _MG_5898 _MG_5897 _MG_5873 _MG_5869 _MG_5868 _MG_5867 _MG_5866 _MG_5865 _MG_5863 _MG_5862 _MG_5861 _MG_5860 _MG_5859 _MG_5858 _MG_5857 _MG_5856 _MG_5855 _MG_5854 _MG_5853 _MG_5852 _MG_5851 _MG_5850 _MG_5849 _MG_5848 _MG_5847 _MG_5846 _MG_5845 _MG_5844 _MG_5842   _MG_5838 _MG_5837  _MG_5836

 

 

 

Dopo la straordinaria esibizione del Dorian Wood trio Echos Vocal Ensemble, ancora grande jazz questa sera a Sant’Anna Arresi con il festival “Ai Confini tra Sardegna e Jazz”. In programma questa sera, come tutti i giorni sino al 3 gennaio, una serie di eventi musicali che l’Associazione Culturale Punta Giara ha organizzato per animare le festività invernali del Sulcis Iglesiente.

Sin dalle ore 18.00 si potrà assistere ai concerti itineranti che la Bandakadabra eseguirà per le vie del paese. Alle 21.00 al Palanuraghe, i primi a calcare il palco del paese della musica e del vino saranno i Flut3ibe, ensemble composto da tre flautisti di eccellenza: Stefano Benini, Michele Gori e Stefano Leonardi accompagnati dalle melodie di Andrea Tarozzi al pianoforte e le ritmiche di Nicola Stranieri alla batteria. Benini è ritenuto uno dei migliori flautisti jazz italiani del momento, dotato di enorme capacità compositiva e studioso dello strumento. Ha pubblicato nel 2010 un testo fondamentale intitolato Il Flauto Jazz. La Storia, i Protagonisti, il Repertorio, il Metodo. La “tribù dei flauti” si distingue per la forte presenza dei fiati, impegnati in un discorso armonico basato su partiture e libera improvvisazione con piano e batteria, in una nuova interpretazione del jazz.

Dalle 22.30 i Citizen X, duetto americano formato da Jean Paul Bourelly alla chitarra e Sadiq Bey alla voce, percussioni ed elettronica sarà affiancato, in un progetto originale ideato dall’Associazione Culturale Punta Giara, dal celebre percussionista jazz Hamid Drake, ormai divenuto una figura di riferimento al festival di Sant’Anna Arresi. Le musiche dei Citizen X, ispirate alle atmosfere magiche dei rivoluzionari anni ’60 di Chicago, Detroit e Los Angeles, richiamano un senso cinematico della musica, con contaminazioni di innumerevoli generi musicali. Accompagnati dalle ritmiche di Drake, i Citizen X rinnoveranno in questo appuntamento sardo il loro messaggio di libertà e presa di coscienza nell’attuale situazione mondiale, governata da brutali politiche di globalizzazione.

Al termine dei concerti, l’appuntamento si rinnoverà nei tre jazz club di Sant’Anna Arresi, per assistere o partecipare alle jam session in programma sino a tarda notte.

“Ai confini tra Sardegna e Jazz” è organizzato dall’Associazione Culturale Punta Giara con il patrocinio di Regione Sardegna, assessorati al Turismo e Pubblica Istruzione, Ministero dei Beni Culturali, Gestione Commissariale ex-provincia di Carbonia Iglesias, Fondazione Banco di Sardegna, amministrazioni di Sant’Anna Arresi e San Giovanni Suergiu e la sponsorizzazione di Cantina Mesa di Sant’Anna Arresi e Cooperativa Pescatori di Arborea.

IMG_9383IMG_9372 copiaIMG_9381 copia Sadiq Bey 2Dorian Wood 1Dorian Wood 3Dorian Wood 220141229_23371320141229_23070720141229_23212520141229_23303720141229_233703