31 January, 2023
HomePosts Tagged "Eugenio Cattini"

[bing_translator]

Un cocktail di spumeggiante energia domenica notte, al lungomare Poetto di Quartu Sant’Elena, presso l’Opera Beach Arena con il suo nuovo “2640 tour”. Il suo nome? Francesca Michielin!

Accolta da fragorosi applausi di tutti i suoi più affezionati fans che non hanno perso l’occasione di andare ad omaggiare la giovanissima Francesca, sin dall’inizio ha coinvolto tutto il pubblico invitandolo a cantare e a ballare.

Cantautrice polistrumentista, Francesca Michielin raggiunge l’apice nel 2011 quando vince la quinta edizione del talent show “X Factor”. Frizzante e delicata, una performance, la sua, da grande professionista, nonostante la giovane età.

Ha incantato con un grande concerto, tra sonorità digitali ed analogiche, cantando oltre venti brani e portando un’ondata di freschezza tale da far divertire tutti i giovani presenti. Con lei hanno cantato e sognato tantissime adolescenti che si sono presentate con cartelloni dedicati.

Sul palco, è stata accompagnata da una band formata da Maicol Morgatti alla batteria, Luca Marchi al basso, al piano e al synth ed Eugenio Cattini alla chitarra e synth. I suoi pezzi si sono succeduti senza pause ed uno dopo l’altro sono stati cantati con il coro del pubblico in sottofondo… Distratto… Sola… Tutto quello che ho… Nessun grado di separazione… Io non abito al mare… Vulcano…

E proprio di vulcano trattasi… una grande artista a 360° con un percorso artistico straordinario costellato da numerosi riconoscimenti (6 dischi di platino ed 1 d’oro). Francesca Michielin sbarca in Sardegna per conquistare tutti col suo entusiasmo, con la sua passione per la musica che nei suoi testi diventa portatrice di grandi messaggi come nel caso del pezzo dal titolo “L’amore esiste”, perché l’amore non è esclusivamente batticuore e lettere d’amore, ma è nelle piccole cose, l’amore ci migliora e ci fa sentire vivi, l’amore che tutti conosciamo ma che in fondo nessuno di noi comprende veramente…

Nadia Pische

    

 

[bing_translator]

Colori, freschezza, divertimento, e nessun grado di separazione tra palco e pubblico: arriva domenica 22 luglio all’Arena Beach di Quartu Sant’Elena alle 21.30 Francesca Michielin, nuova stella di Live Nation amata e seguita da migliaia di fan e protagonista di un percorso artistico ricco di riconoscimenti e di tante soddisfazioni, sin dal suo esordio nel 2012. L’artista veneta sbarca in Sardegna con il suo “2640 Tour”: oltre dodici live in tutta Italia dopo il successo straordinario nei principali club che ha registrato ovunque il sold out e tante repliche. Ad accompagnare i concetti testuali e vocali di Francesca (voce, tastiera, launchpad e loopstation) e le sonorità digitali e analogiche che ama e che si ispirano ai suoni attuali e agli anni ’80 e ’90, sarà la band che la affianca sin dal suo debutto: Maicol Morgotti (batteria e batteria elettronica), Luca Marchi (basso, pianoforte e synth) ed Eugenio Cattini (chitarra e synth).

I biglietti per la tappa sarda di Francesca Michielin organizzata da SEM in collaborazione con Opera Beach Arena di Quartu Sant’Elena, sono disponibili nel circuito Box Office Sardegna – sede in viale Regina Margherita n. 43 a Cagliari – tel. 070 657428, nel sito Ticketone.it e Ticketmaster.it e la sera di domenica 22 luglio al botteghino del concerto. Uno spettacolo “vulcanico” di oltre venti brani in cui la cantautrice e polistrumentista porterà sul palco le tracce di “2640”, il suo recente album di inediti pubblicato a gennaio 2018 e preceduto dai singoli apripista “Vulcano” (luglio 2017) già certificato Disco di Platino da FIMI, “Io non abito al mare” e “Bolivia”, che hanno raggiunto la soglia dei 18 milioni di stream su Spotify.

Ma sarà l’occasione per ascoltare anche le sue canzoni di successo come “Distratto”, “Sola”, “Tutto quello che ho”, “Se cadrai”, “Nessun grado di separazione”, “Tutto è magnifico”, e tante altre ancora.

Una performance dal vivo non solo musicale ma anche visuale. La scenografia pensata da Giò Forma insieme alla Michielin sarà parte integrante dello spettacolo: un’installazione iconica e interattiva che sprigiona luminosità caratterizzata da giochi di luce, anche laser, e cromie, ispirata ai tre triangoli che compongono il logo del disco, e che in alcuni momenti sarà pilotata direttamente dall’artista attraverso la tastiera.