19 August, 2022
HomePosts Tagged "Giovanni Bandino"

[bing_translator]

Successo a Rosas per la prima edizione de La Miniera del gusto…espone. Domenica 1 dicembre, complice una splendida giornata di sole, centinaia di persone hanno preso d’assalto l’Ecomuseo Villaggio minerario di Rosas, tra le colline di Narcao, per la prima edizione dell’evento dedicato alla valorizzazione alimentare, artigianale e culturale del territorio, con particolare attenzione all’olio di oliva extravergine prodotto a Narcao e nel Sulcis.
«Non potevamo sperare in meglio. La giornata è andata al di là di ogni più rosea aspettativa. È stata una bellissima manifestazione che – dichiara Gianfranco Tunis, presidente dell’Associazione Miniere Rosas, che gestisce il sito tra i monti di Terrubia – ha raggiunto il duplice scopo di far conoscere le eccellenze delle produzioni agroalimentari del nostro territorio e darci la dimostrazione che lavorare per un’economia sostenibile, vista anche la situazione generale del Sulcis, è una strada da percorrere con sempre più convinzione. Tanto che, visto il risultato, la manifestazione sarà programmata anche in futuro
L’evento, che rientra nell’ambito del progetto CultureLab – Rosas Villaggio Globale finanziato dalla Regione Sardegna, ha fatto registrare il pienone. Tutto esaurito nel ristorante “Dal minatore” (dove è stato necessario aprire anche la seconda sala), nella pizzeria della miniera che ha sfornato pasti sino al tardo pomeriggio e negli stand delle aziende sulcitane, associazioni, artigiani e produttori locali allestiti all’interno dell’ex Laveria, cuore pulsante della miniera. Affollate anche le dimostrazioni della preparazione della pasta a cura de Is Massaius Suerxinus e le attrazioni riservate ai bambini, tra cui i pony dell’Asd “La casa del sorriso” di Perdaxius. Duecento persone, inoltre, dopo il giro turistico in trenino, hanno potuto visitare la galleria “Santa Barbara” e toccare con mano la vita e le condizioni di lavoro dei minatori che sino a qualche decennio fa animavano la miniera.
Folto e attento infine il pubblico che ha assistito al corso (gratuito) di degustazione dell’olio d’oliva extravergine tenuto da Giovanni Bandino, uno dei massimi esperti isolani del settore. L’assaggiatore d’olio d’oliva e capo panel, professionista nel controllo qualità sensoriale dell’olio d’oliva, ha illustrato agli aspiranti assaggiatori il mondo dell’olivicoltura e alcuni dei segreti per riconoscere e apprezzare un buon olio d’oliva.

[bing_translator]

L’Ecomuseo Miniere Rosas, nell’ambito del progetto Culture-Lab – Rosas Villaggio Globale, organizza per domenica 1 dicembre, nell’ambito dell’evento La miniera del gusto…espone”, l’evento che mette in mostra la cultura mineraria e le produzioni artigianali ed enogastronomiche locali, un corso gratuito per aspiranti assaggiatori di olio. Particolare attenzione sarà riservata all’olio novello prodotto dagli olivicoltori di Narcao e del territorio.
A guidare i corsisti alla degustazione dei vari tipi di olio sarà un esperto d’eccezione: Giovanni Bandino, assaggiatore d’olio d’oliva e capo panel, professionista nel controllo qualità sensoriale dell’olio d’oliva.
Il corso, parte integrante del progetto Rosas Villaggio Globale nell’ambito del Por Sardegna FErs 2014-2020, bando Culture Lab 2018 “Sostegno finanziario alle imprese del settore culturale e creativo per lo sviluppo di progetti culturali innovativi”, e finanziato con un contributo da parte della Direzione generale dell’assessorato della Pubblica istruzione, Beni culturali, Informazione, Sport e Spettacolo della Regione Autonoma della Sardegna, è aperto a quanti vorranno andare alla scoperta un alimento fondamentale nella dieta e nella cucina mediterranea.
Per ulteriori informazioni e iscrizioni è consigliabile telefonare al numero 0781-1855139 oppure al numero 329.2773342 (messaggistica WhatsApp) oppure recarsi presso la reception della Miniera di Rosas, località. Rosas, Narcao (SU).
Giovanni Bandino, laureato in Scienze Agrarie, è assaggiatore di olio di oliva e capo panel. Ha pubblicato numerosi lavori divulgativi, collaborando per diverse testate, tra cui la “Rivista italiana delle sostanze grasse”. Coautore di alcuni volumi, dei quali ha anche curato il coordinamento scientifico, tra cui si segnalano la “Collana di olivicoltura sarda” (1991), “Olio da olive: percorso qualità” (2000), “Manuale di olivicoltura” (2001) e “Le varietà di olivo della Sardegna” (2002). E’ stato direttore di Agris Sardegna, l’agenzia regionale per la ricerca in agricoltura.

[bing_translator]

Fragranti civraxius, l’antica arte della pasta fatta in casa, piatti e ricette della tradizione, degustazioni di olio novello e vino, espositori, artigiani e, tra gallerie e sentieri immersi nella natura, un’intera miniera da scoprire.
Domenica 1 dicembre nell’ Ecomuseo Miniere Rosas, tra le colline di Terrubia, a Narcao, va in scena “La Miniera del Gusto…espone”, evento, organizzato dall’associazione Miniere Rosas nell’ambito del progetto CultureLab – Rosas Villaggio Globale finanziato dalla Regione Sardegna.
La manifestazione, all’insegna della valorizzazione alimentare, artigianale e culturale del territorio, con particolare attenzione al prodotto olio di oliva prodotto a Narcao e nel Sulcis, ospiterà diverse aziende sulcitane, associazioni, artigiani e produttori locali ed avrà come scenario principale il Museo di archeologia industriale – ex Laveria dove si potranno degustare caldarroste, vino e piatti tipici della tradizione sarda.
Il programma della giornata prevede:
  • Ore 10.00: apertura degli stand espositivi con artigiani, panificatori e l’associazione Is Massaius Suerxinus che mostrerà l’arte della pasta e della creazione di cestini tradizionali
  • Dalle 10.00 alle 12.00 degustazione guidata olio di oliva con il capo panel Giovanni Bandino
  • Ore 11.00: spettacolo bolle di sapone
  • Alle 11.00, 14.00 e 16.00: visite guidate, a bordo del trenino turistico, in miniera ed al museo
Particolare attenzione sarà riservata all’olio novello con un apposito corso di degustazione per aspiranti assaggiatori. A guidarlo sarà Giovanni Bandino, uno dei massimi esperti isolani del settore. Assaggiatore d’olio d’oliva e capo panel, professionista nel controllo qualità sensoriale dell’olio d’oliva, aprirà una finestra sul mondo dell’olivicoltura, le tecniche di molitura, le classificazioni degli oli d’oliva e, accompagnandola con degustazioni guidate, l’analisi sensoriale dei diversi tipi di olio.
Il corso, del costo di 12 euro (è compresa anche la visita guidata alla miniera), è aperto a tutti. Per ulteriori informazioni e iscrizioni è consigliabile telefonare al numero 0781-1855139 oppure al numero 329 .2773342 (messaggistica WhatsApp) oppure recarsi presso la reception della Miniera di Rosas, loc. Rosas, Narcao (SU)
L’evento sarà arricchito dalle danze tradizionali dell’isola e dall’animazione per bambini con laboratorio dell’olio, trucca bimbi e palloncini modellabili.

[bing_translator]

Ai nastri di partenza Oro Colato, il progetto ideato e promosso dalla Camera di Commercio di Cagliari attraverso il Centro Servizi Promozionali per le Imprese: inizia lunedì 25 novembre alle ore 15.30 nella sala Tola Sulis del Quartiere fieristico di Cagliari (ingresso pedonale lato Coni) con un corso di formazione rivolto ai 20 ristoratori che hanno aderito all’iniziativa.

Docente dell’incontro sarà Giovanni Bandino, esperto di olivicoltura e produzione olearia sarda, che illustrerà tutte le peculiarità delle olive e degli oli del Sud Sardegna: il modo migliore per un utilizzo più consapevole dell’ingrediente nelle cucine degli chef.

Per l’occasione è particolarmente gradita la presenza della stampa: nel corso dell’incontro, infatti, sarà anche possibile assistere a una simulazione di ciò che il pubblico potrà apprezzare non appena Oro Colato sarà ufficialmente avviato (dal 27 novembre al 16 dicembre), soprattutto per la presenza, in anteprima esclusiva, dei visori in 3D che consentiranno di vivere un’esperienza quasi totalizzante immersi nei territori dai quali gli oli provengono.

Sarà questa la novità assoluta dell’iniziativa Oro Colato, preceduta dall’analoga e fortunatissima Cagliari Say Cheese dello scorso maggio che vide protagonista il formaggio.

Entrambi sono progetti del marchio Bello buono e vicino della Camera di Commercio di Cagliari.