15 July, 2024
HomePosts Tagged "Nicolo Pomata"

Carloforte e l’intera Sardegna piangono il grandissimo ristoratore Nicolo Pomata, cavaliere del lavoro, morto improvvisamente ieri per un malore, all’età di 79 anni. E’ stato trasferito d’urgenza con l’elisoccorso all’ospedale Brotzu di Cagliari ma tutti i tentativi fatti per cercare di tenerlo in vita, sono risultati vani. Lascia la moglie Pina e i tre figli Luigi, Antonello e Maddalena.
«Ci lascia un pezzo di storia di Carloforte e un maestro della cucina sarda. La sua energia contagiosa, le sue idee coinvolgenti, la sua capacità di raccontarci. Tutto questo rimarrà. Grazie Nicolo.»
Il sindaco di Carloforte, Stefano Rombi, ha ricordato così Nicolo Pomata, da oltre mezzo secolo, dalla fine degli anni ’60 (aprì nel 1969 il ristorante che sarebbe presto diventato presto una metà obbligata per grandissimi personaggi della politica, dell’imprenditoria, del cinema, dello spettacolo), grande maestro della cucina carlofortina, conosciuto in tutto il mondo. Non si contano i premi e i riconoscimenti ricevuti.
La sua scomparsa lascia un grandissimo vuoto ma Nicolo Pomata negli anni ha trasmesso i segreti del mestiere ai figli Luigi (conosciutissimo per le sue partecipazioni a programmi televisivi sulla cucina e per il suo affermato ristorante a Cagliari), Antonello e Maddalena (impegnati nel ristorante a Carloforte) che raccolgono la sua eredità e porteranno avanti sicuramente la tradizione ed i successi della famiglia nel campo della ristorazione.

I cuochi del Mali, del Burkina Faso e delle Filippine che cucinano con gli chef carlofortini Secondo Borghero, Andrea Rosso e Nicolò Pomata, il più grande Parco dell’isola di San Pietro che si trasforma in un palcoscenico ed in un habitat culturale, i traghetti scontati da Portovesme e Calasetta.

Sono alcuni effetti del Marballu’s Fest che si inaugura il primo settembre e fino al 3 settembre porta a Carloforte un cast straordinario di attori, musicisti, ballerini, acrobati, maghi del gusto da tutto il mondo.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti.

Solo quelli delle 19.00 – che fanno parte del ciclo Visioni – sono riservati a 60 persone per consentire l’ascolto come in un vero teatro e sono a pagamento (8 € il biglietto singolo, 15 € l’abbonamento a tre).

Dalle 20.00 l’ingresso al Parco del Canale del Generale – che si raggiunge a piedi in 10 minuti dal porto – è gratuito.

Durante il week end (da venerdì 2 a domenica 4 settembre) sono previsti anche sconti sui traghetti per raggiungere Carloforte, da Portovesme o Calasetta.

DCIM100MEDIADJI_0782.JPG