Regione

La Giunta regionale ha costituito un gruppo di lavoro interassessoriale per redigere il Piano regionale per l’accoglienza dei flussi non programmati.

La Giunta regionale, riunita in viale Trento con il vicepresidente della Regione Raffaele Paci nella prima parte della seduta e con il presidente Francesco Pigliaru nella seconda, ha dato il via libera alla costituzione di un gruppo di lavoro interassessoriale, supportato da due figure professionali con competenze specifiche in ambito migratorio e nella progettazione e coordinato dalla Presidenza, con il compito di redigere il Piano regionale per l’accoglienza dei flussi non programmati, che sarà poi presentato in Consiglio regionale. La delibera, proposta dalla presidenza, individua inoltre Angela Quaquero, in ragione della pluriennale esperienza in tematiche migratorie complesse in qualità di amministratore pubblico, quale delegata del Presidente nelle sedi di lavoro che interessino la tematica dei migranti. Considerata la portata epocale dei flussi migratori in atto, la Regione, che finora ha garantito un solido e funzionale sistema di prima accoglienza, si struttura dunque per organizzare le attività di seconda accoglienza, che saranno definite attraverso processi partecipati, al fine di favorire una reale integrazione e ricadute socio economiche positive.
Su proposta dell’assessore Luigi Arru, l’esecutivo ha approvato le linee di indirizzo regionale sulle dotazioni organiche delle Azienda sanitarie, stabilendo un fabbisogno di personale (dirigenti e comparto) mediamente del 7%, con uno scostamento massimo in maggiorazione del 2% per le Aziende sanitarie e uno scostamento massimo in diminuzione del 2% per le Aziende Ospedaliero Universitarie rispetto alla dotazione organica complessiva. Dovranno pertanto essere adottate tutte le misure necessarie a garantire che la spesa per il personale non superi i limiti imposti dalla normativa vigente nazionale e regionale. Sempre su proposta dell’assessore della Sanità, sono stati inoltre approvati i tetti di spesa per i privati accreditati nel settore delle dipendenze, per il triennio 2016-2018.
Su proposta dell’assessore dell’Industria Maria Grazia Piras, il Consorzio ZIR Predda Niedda-Sassari ha un nuovo Commissario liquidatore. È Fabrizio Madeddu, sassarese, di 39 anni, funzionario della Regione Sardegna, laureato in Giurisprudenza. Madeddu prende il posto del dimissionario Giovanni Antonio Carta.

Palazzo della Regione 2 copia

Comments

comments

Tags: , , , , , ,

Leave a Reply