Lingua blu

Gianluigi Rubiu (Udc): «Subito un incontro con il Servizio veterinario della ASSL di Carbonia per contrastare la diffusione della Blue tongue nel Basso Sulcis.

Il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale, Gianluigi Rubiu, ha chiesto un incontro urgente con il Servizio veterinario dell’Azienda socio sanitaria di Carbonia, per analizzare la situazione drammatica dettata dell’epidemia di lingua blu, con centinaia di aziende del Basso Sulcis devastate dalla nuova ondata del virus.

«La situazione riguardante il contagio della blue tongue si sta diffondendo in modo significativo nel Basso Sulcis, con centinaia di imprenditori agricoli che sono alle prese con il dramma dei capi infetti e della perdita del patrimonio ovino – denuncia Gianluigi Rubiu -. Un fenomeno destinato a diventare una vera e propria emergenza nell’area tra Villamassargia – epicentro dei focolai di lingua blu – Domusnovas, Musei e Iglesias. Questa assemblea con il servizio veterinario ha lo scopo di approfondire ancora meglio i disagi che si stanno vivendo nel territorio, con particolare attenzione alla esplosione recente della lingua blu nel territorio che ci sta preoccupando non poco – aggiunge Gianluigi Rubiu – considerato che l’apparato dei veterinari non è in grado di raggiungere tutte le aziende interessate dell’epidemia, con la carenza di operatori che riguarda l’azienda sanitaria di Carbonia-Iglesias. Si auspica che la Regione possa adoperarsi per irrobustire il personale in ruolo nei servizi epidemiologici. Il tasso di mortalità dei capi infetti si sta infatti accrescendo con il periodo dei parti che ormai è in stato avanzato. In molti casi si è costretti all’aborto degli ovini, danneggiando così le aziende del patrimonio agro zootecnico. E’ necessario avere un quadro puntuale della situazione – conclude Gianluigi Rubiu – anche per il riconoscimento dei danni subiti alle imprese dilaniate dall’epidemia, con ripercussioni negative sulla produzione del latte.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply