Cronaca

In un’operazione antidroga eseguita nel quartiere di Sant’Elia, a Cagliari, i carabinieri hanno sequestrato più di un quintale di hashish, arrestato due pregiudicati e denunciato una donna.

I carabinieri della stazione di Cagliari San Bartolomeo, della Compagnia di Cagliari, hanno decapitato una filiera dello spaccio di stupefacenti nel quartiere di Sant’Elia, a Cagliari, con uno dei più importanti sequestri di hashish eseguiti negli ultimi anni. Ieri pomeriggio, dopo un’assidua attività di controllo del territorio in uno dei quartieri più degradati del capoluogo dove l’offerta incontra la domanda di droga, i militari hanno effettuato un blitz in un palazzo in via Schiavazzi. Nel primo pomeriggio, supportati anche in un secondo momento dalle unità cinofile dell’arma, hanno fatto irruzione in un appartamento al 3°piano in quel momento occupato dal proprietario F.L. (28 anni), dalla convivente D.C. (38 anni) e da un conoscente del proprietario M.P. (28 anni). Nel corso della perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto nella camera da letto più di 100 kg di hashish suddivisi in più di 1.000 panetti, occultati in confezioni sigillate e nascoste in dei bustoni neri. Nel corso della perquisizione, i carabinieri hanno anche sequestrato una ventina di grammi di marijuana, un bilancino di precisione, due coltelli intrisi di stupefacente e materiale per il confezionamento della droga.

I due uomini sono stati tradotti in carcere a Uta, mentre la donna è stata deferita in stato di libertà. L’ingente sequestro, che si aggiunge a quelli eseguiti nelle recenti settimane sempre dai militari della Compagnia di Cagliari, costituisce il risultato del quotidiano sforzo che il comando provinciale di Cagliari, attraverso le proprie articolazioni presenti in città, effettua al contrasto del fenomeno della droga, soprattutto in quelle aree urbane del capoluogo in cui si registra un alto tasso di delinquenza.

 

Comments

comments

Leave a Reply