Cronaca

I carabinieri di Cagliari hanno arrestato un 21enne senegalese per i reati di tentata rapina, resistenza e minaccia a PU, danneggiamento ed inosservanza della misura di prevenzione dell'”obbligo di dimora”.


In pieno pomeriggio, i carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Cagliari sono intervenuti nei parcheggi di BRICOMAN di Elmas, dove un 73enne cagliaritano era stato appena aggredito violentemente al volto con pugni da un senegalese classe 1998 che lo aveva malmenato dopo aver tentato, invano, di derubarlo. Immediato l’intervento dei carabinieri del Nucleo radiomobile che non appena giunti, su indicazione della vittima, sono entrati subito all’interno dell’esercizio commerciale dove, in preda ad un evidente stato di alterazione psicofisica, il giovane venditore ambulante senegalese, stava rovistando con fare maldestro tra gli scaffali del reparto elettrico impossessandosi illecitamente di svariato materiale che provava degli appositi dispositivi anti-taccheggio. Avvicinato dai militari che gli hanno richiesto i documenti personali, l’extracomunitario ha reagito con minacce e insulti, rifiutando ogni tipo di controllo. Considerata l’ingente presenza di clienti e dei numerosi minori all’interno del punto vendita, i militari hanno provato a calmare il giovane in evidente stato di ebbrezza, considerando il rischio che questi potesse arrecare improvvisamente gravi danni impossessandosi di utensili riposti sugli scaffali. Pertanto, lo hanno avvicinato, trovandosi costretti ad ammanettarlo in quanto riottoso a qualunque tipo di collaborazione. Condotto presso gli uffici del comando provinciale dei carabinieri di Cagliari, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto per i reati di tentata rapina, resistenza e minaccia a PU, danneggiamento ed inosservanza della misura di prevenzione dell’“obbligo di dimora” cui era sottoposto. Nonostante la reiterazione della resistenza, è stato tradotto nella mattinata odierna presso il tribunale di Cagliari per il rito direttissimo.

Comments

comments

Leave a Reply