Urbanistica

Il comune di Carbonia ha pubblicato il bando per l’assegnazione di concessioni cimiteriali – della durata di 99 anni – di 111 aree per la costruzione di cappelle di famiglia.

Il comune di Carbonia ha pubblicato il bando per l’assegnazione di concessioni cimiteriali – della durata di 99 anni – di 111 aree per la costruzione di cappelle di famiglia.
«Il bando risponde alla legittima richiesta, avanzata da diversi cittadini, di poter disporre di aree per la costruzione di cappelle di famiglia, prima fase dell’urbanizzazione del cimitero nuovo di Carbonia», ha detto il sindaco Paola Massidda.

«La possibilità di costruire nuove cappelle di famiglia si inserisce nel solco di un’ampia serie di azioni realizzate dall’Amministrazione comunale finalizzate a garantire una migliore gestione dei servizi e degli spazi all’interno del cimitero – ha aggiunto l’assessore delle Manutenzioni Gian Luca Lai – Tra queste si segnala: una ricognizione e verifica di tutte le concessioni e autorizzazioni in essere per regolamentare e definire oneri, diritti e doveri; una rimodulazione delle tariffe mirata alla perequazione; un nuovo regolamento cimiteriale che permette di perpetuare la sepoltura con rinnovi decennali.»

Sono previste aree cimiteriali per la costruzione di cappelle gentilizie a quattro-otto e sedici posti. Tre le tipologie di strutture previste:
• n. 43 cappelle gentilizie (tipo G) con n. di sepolture pari a 16 e con una dimensione del singolo lotto pari a 18,75 metri quadri;
• n. 48 cappelle gentilizie (tipo M) con n. di sepolture pari a 8 e con una dimensione del singolo lotto pari a 11,25 metri quadri;
• n. 20 cappelle gentilizie (tipo P) con n. di sepolture pari a 4 e con una dimensione del singolo lotto pari a 6,25 metri quadri.
La domanda di partecipazione dovrà essere redatta su apposito modulo predisposto dall’Ufficio Patrimonio del comune di Carbonia.

I cittadini che intendono partecipare alla gara dovranno inviare entro le ore 12.00 del 4 ottobre 2019 la documentazione relativa.

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply