27 October, 2021
HomeRegioneLa media assenze mensile per dipendente della struttura amministrativa della Regione è allineata con il dato nazionale.

La media assenze mensile per dipendente della struttura amministrativa della Regione è allineata con il dato nazionale.

Palazzo della Regione 1 copia
La media assenze mensile per dipendente della struttura amministrativa della Regione è allineata con il dato nazionale delle altre Regioni e Province Autonome, ovvero meno di un giorno per lavoratore. Si passa da 0,812 giorni al mese per dipendente nel 2013 a 0,811 giorni al mese nel 2014, registrando una diminuzione tra le due annualità di 289 giorni complessivi. Il totale delle assenze per malattia retribuite e non retribuite nel 2013, infatti, era pari a 25624, nell’anno appena trascorso invece si è attestato a 25335. A livello nazionale, secondo i dati forniti dal Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio, il numero medio di giorni di assenza per malattia per dipendente nelle Regioni e Province Autonome, a gennaio 2013 era pari a 0,946, a gennaio 2014 a 0,878.

«Il nostro obiettivo è quello di raccogliere ed elaborare i dati per migliorare i servizi che la pubblica amministrazione deve fornire al cittadino – dice l’assessore degli Affari generali Gianmario Demuro anche riguardo al monitoraggio su presenze e assenze del personale della Regione stiamo lavorando per raggiungere un sempre più alto livello di efficienza e nel pieno rispetto della trasparenza». I tassi di assenza dei dipendenti regionali sono appunto resi pubblici mensilmente sul portale istituzionale nella sezione “Amministrazione trasparente”.

«E’ altresì importante – continua l’assessore Demuro – fornire strumenti statistici via via più precisi ai dirigenti delle strutture ai quali è demandato il controllo su presenze e assenze dei dipendenti e, comunque, disporre di dati aggregati e di valutazioni da mettere a disposizione per qualunque pubblica utilità in modo da comprendere il funzionamento della macchina amministrativa e trovare soluzioni adeguate. Un’analisi attenta e preventiva dei dati – conclude Gianmario Demuro – può essere un valido supporto per evitare il verificarsi di anomalie e sprechi.»

POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Edoardo Tocco (FI):
L'Unione Europea pro

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
1 COMMENT

LEAVE A COMMENT