24 June, 2024
HomeCronacaDue dirigenti della Asl 7 di Carbonia e 4 amministratori di una società privata sono accusati di peculato nell’ambito di un’indagine della Guardia di Finanza.

Due dirigenti della Asl 7 di Carbonia e 4 amministratori di una società privata sono accusati di peculato nell’ambito di un’indagine della Guardia di Finanza.

[bing_translator]

Due dirigenti della Asl 7 di Carbonia (l’ex direttore generale Maurizio Calamida, e Carlo Contini, all’epoca dei fatti responsabile del servizio acquisti) e 4 amministratori di una società privata (Pier Antonio Maria Raga, Sergio Bandiera, Antonia Fadda e Milena Deidda) sono accusati di peculato nell’ambito di un’indagine della Guardia di Finanza. I militari delle Fiamme gialle del Nucleo di Polizia tributaria di Cagliari hanno eseguito un sequestro preventivo di beni per un valore di due milioni di euro, dopo aver accertato che, abusando della qualifica di dirigenti della Asl 7 di Carbonia e gestendo ingenti somme di denaro, Maurizio Calamida, e Carlo Contini avrebbero favorito alcuni imprenditori nelle procedure di assegnazione di un immobile da destinare ad uffici dell’Azienda sanitaria, con una stima del prezzo del 30% superiore rispetto al valore di mercato.

L’accusa della quale devono rispondere tutti gli indagati è quella di peculato, gli amministratori anche della presentazione di false dichiarazioni per operazioni inesistenti. Ammonta ad un milione di euro il danno all’erario provocato dai due dirigenti della Asl 7 di Carbonia.

La Guardia di Finanza ha sequestrato beni per un valore di due milioni di euro, tra i quali 1 fabbricato, 6 terreni e 12 fra conti correnti e titoli. Le indagini della Guardia di Finanza sono state condotte con la collaborazione della Sezione di polizia giudiziaria.

La vendita dell’immobile aveva fatto maturare alla società un’ingente plusvalenza non denunciata, con la sottrazione alle imposte di oltre tre milioni di euro. Gli amministratori della società avrebbero presentato anche dichiarazioni fiscali non regolari, con l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, collegate ad una fittizia sponsorizzazione di una società sportiva dilettantistica di Carbonia.

Centro direzionale Asl 7 A

La conferenza dei ca
Raffaele Paci: «L'A

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT