6 December, 2022
HomeAmbienteIl Fondo Ambiente Italiano della Sardegna, organizzerà nei giorni 25 e 26 marzo 2017 la XXV edizione delle Giornate FAI di Primavera.

Il Fondo Ambiente Italiano della Sardegna, organizzerà nei giorni 25 e 26 marzo 2017 la XXV edizione delle Giornate FAI di Primavera.

[bing_translator]

Il Fondo Ambiente Italiano della Sardegna, in coerenza con la programmazione nazionale della Fondazione, organizzerà nei giorni 25 e 26 marzo 2017 le Giornate FAI di Primavera, giunte alla  XXV Edizione, in collaborazione tra la Presidenza regionale FAI Sardegna, le Delegazioni FAI di Cagliari (con i Palazzo Viceregio, quartiere di Castello, Piazza Palazzo), Nuoro (con l’ospedale sanatoriale Cesare Zonchello) e Sassari (con il Palazzo della Provincia), e il FAI Giovani di Cagliari.

Nelle precedenti edizioni, con il fondamentale supporto della RAI e, in Sardegna, delle testate giornalistiche isolane, in primis quale Media Partner L’Unione Editoriale (con le sue testate Videolina, L’Unione Sarda, Radiolina), il FAI ha raccontato, in una maratona televisiva che rendeva l’impegno e le attività dei volontari, la bellezza e l’unicità del patrimonio culturale e architettonico della Nazione, per promuovere attivamente la partecipazione dei cittadini secondo il pluridecennale motto “Per il paesaggio, l’arte e la natura. Per sempre, per tutti”. Le Giornate FAI di Primavera sono, dunque, un appuntamento fisso che permette di accendere i riflettori su quanto del patrimonio architettonico,  ambientale, dei manufatti di pregio privati e pubblici, la Nazione possiede; in particolar modo, tale manifestazione ambisce a porre in risalto luoghi preziosi che si trovano a non essere totalmente conosciuti dalle comunità che li ospitano, non solo per incuria, ma perché, nella storia, sono stati utilizzati per scopi e finalità non concordi con la frequentazione del grande pubblico.

Il Fondo Ambiente Italiano in Sardegna aprirà alle visite luoghi che appartengono intimamente al vissuto e all’immaginario della comunità isolana. Accanto all’esperienza di visita sarà poi, in determinati siti, ampliare l’offerta attraverso convegni, manifestazioni artistiche, piccole mostre temporanee tematiche proposte grazie al contributo di istituzioni e privati sensibili al tema della fruizione dei beni culturali. Anche quest’anno, com’è naturale, saranno gli Apprendisti Ciceroni® a guidare i visitatori, coadiuvati dai volontari del FAI.

POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Gianluigi Rubiu (Udc
Domenica 26 marzo a

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT