29 May, 2024
HomeSocialeAssociazionismoVenerdì 29 giugno, dalle ore 19.00 alle 20.30, ritorna il BAS – Baratto Solidale con laboratori di riciclo creativo per bambini e bambine.

Venerdì 29 giugno, dalle ore 19.00 alle 20.30, ritorna il BAS – Baratto Solidale con laboratori di riciclo creativo per bambini e bambine.

[bing_translator]

Venerdì 29 giugno, dalle ore 19.00 alle 20.30, ritorna il BAS – Baratto Solidale con laboratori di riciclo creativo per bambini e bambine

Dopo i primi 5 appuntamenti di marzo, aprile e maggio, organizzati da RUAS – Rete Unitaria Antifascista Sulcis-Iglesiente e ASCE – Associazione Sarda contro l’Emarginazione, ospitati nelle sedi del Circolo Soci Euralcoop, Casa del Popolo e Asp – Associazione Sofferenti Psichici, saranno organizzati laboratori gratuiti di riciclo creativo per bambini e bambine. I più piccoli sono invitati a portare ciò che vogliono (un giocattolo, un libro, una maglietta, una matita, ecc.) da scambiare con gli altri bambini e bambine.

Sarà possibile scambiare non soltanto oggetti, scarpe o vestiti ma anche tempo, esperienze e competenze.

Grazie all’attivazione delle persone coinvolte, che diventano protagoniste di una Comunità solidale ed antirazzista, contrastiamo la retorica della “solidarietà per nazionalità”. Costruiamo, insieme, uno strumento diverso per fronteggiare la crisi e creare un’economia circolare del riuso, senza pregiudizi e distinzioni di provenienza, nazionalità o colore della pelle. Perché, come diciamo sempre, la solidarietà, quella vera, è per tutti e tutte.

Scopo del Baratto Solidale è creare una rete antirazzista e solidale per il riciclo ed il riuso, nell’ambito di un’economia circolare che combatte gli sprechi, in cui tutti possano contribuire e sentirsi parte importante di una Comunità.

Come funziona?
Ciascuno mette a disposizione quello che vuole: vestiti, oggetti, tempo.
Se lo scambio non è simultaneo, si ottengono i crediti che permettono di effettuare lo scambio in altri momenti.

Un esempio:
1. Maria porta 10 vestiti
2. Giovanni prende 10 vestiti, in cambio mette a disposizione un’ora del suo tempo per fare una a torta
3. Maria può scegliere se accettare la torta, fare lo scambio con altri vestiti o oggetti, oppure tenere i crediti, ottenuti con i 10 vestiti, per uno scambio futuro

 

FOLLOW US ON:
Torna il Premio dei
Due nuove ed emozion

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT