20 May, 2022
HomeRegioneEnti localiRegione, ministero dell’Interno e Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per il riconoscimento dei crediti formativi.

Regione, ministero dell’Interno e Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per il riconoscimento dei crediti formativi.

[bing_translator]

Regione, ministero dell’Interno e Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (CNDCEC) hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per il riconoscimento dei crediti formativi ai fini dell’iscrizione e della permanenza nell’elenco regionale dei revisori dei conti degli enti locali. Nei prossimi giorni si procederà alla pubblicazione dell’Avviso pubblico per la presentazione delle istanze per l’iscrizione o la permanenza nell’elenco dei revisori dei conti degli enti locali. La procedura di conferma o di nuova iscrizione sarà gestita attraverso lo Sportello Unico regionale per i Servizi (SUS), che consente l’invio telematico delle informazioni e dei documenti che costituiscono la domanda di iscrizione o di certificazione finalizzata al mantenimento dei requisiti per la permanenza nell’elenco.

«L’utilizzo dello Sportello telematico anche per la redazione dell’elenco dei revisori dei conti degli enti locali – sottolinea l’assessore degli Enti locali Cristiano Erriu – è una nuova, grande risorsa perché semplifica diverse operazioni, taglia tempi e costi sia per i professionisti che per l’Amministrazione regionale, e soprattutto garantisce una gestione delle operazioni non solo più snella ma anche più omogenea e all’insegna della totale trasparenza.»

Potranno essere inseriti nell’elenco tutti gli iscritti, a livello regionale, nel Registro dei revisori legali di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 e gli iscritti all’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. I richiedenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: per i Comuni di fascia 1 (fino a 15mila abitanti) almeno 2 anni di iscrizione e conseguimento nel periodo 1 gennaio – 30 novembre 2018 di almeno 10 crediti formativi; per i Comuni di fascia 2 (oltre i 15mila abitanti) almeno 3 anni di iscrizione, conseguimento nel periodo 1 gennaio – 30 novembre 2018 di almeno 10 crediti formativi e svolgimento di almeno due incarichi di revisione dei conti presso enti locali di qualsiasi dimensione demografica, per la durata di tre anni ciascuno.

Il servizio on line è stato pensato per velocizzare il relativo iter e rendere maggiormente efficiente e moderno il procedimento, in un’ottica di innovazione e orientamento dell’utente finale. Lo Sportello Unico dei Servizi rappresenta una nuova modalità di comunicazione tra la Pubblica amministrazione, i cittadini, le imprese e gli enti.

POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Pazzesco alla Sardeg
Giacomo Meloni (CSS)

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT