5 December, 2021
HomeTurismoContinuità territorialeVBA Olimpia Sant’Antioco: «La nuova continuità aerea rischia di far morire lo sport sardo nei campionati nazionali»

VBA Olimpia Sant’Antioco: «La nuova continuità aerea rischia di far morire lo sport sardo nei campionati nazionali»

Eccoci qui a parlare della nuova continuità territoriale, assegnata in zona Cesarini dopo mille polemiche e ricorsi, ad un vettore che non aveva mai trattato il predetto servizio indispensabile per la Sardegna. L’inesperienza della low-cost nella gestione di tale servizio si è notata subito, partendo da alcuni disservizi sul sito di prenotazione, sino alla poca chiarezza di quanto incluso nel biglietto e di quanto a pagamento, tant’è vero che la stessa Compagnia ha dovuto precisare che alcuni servizi, anche se non indicati, erano comunque inclusi. Ora è vero che con il tempo tutte queste problematiche si spera vengano superate, ma ora il problema più grosso è la riduzione dei voli e la scelta degli orari della nuova gestione dei collegamenti con la Capitale. Infatti. dopo il volo delle 6.00 del mattino (che potrebbe andar bene per i nottambuli visto che è collocato nel primissimo slot libero in partenza da Cagliari) e quello successivo delle 7.20, si arriva direttamente alle 15.00 (orario quest’ultimo non utile alle squadre che affrontano le trasferte per risparmiare e quindi rientrare in giornata).

Per tutte le squadre, quindi, che fanno un campionato nazionale, e ovviamente non parliamo solo di pallavolo ma di tutti gli altri sport, sapete cosa significa? Levatacce, maggiori costi e trasferte da affrontare sicuramente non al meglio delle condizioni di freschezza, visto che comunque normalmente sui campi di gioco non si inizia prima delle 15.00. Tra l’altro ad oggi il volo “leggermente” più comodo (cioè quello delle 7.20) è già “full”, e potete solo immaginare per una squadra come la nostra, ad un’ora dall’aeroporto di Cagliari-Elmas, cosa voglia dire prendere il volo delle 6.00. Vi ricordiamo che per una squadra sarda, una trasferta a Roma, in giornata, non costa meno di 2.500/3.000 euro, e sinceramente avremmo voluto almeno affrontare delle gare in trasferta nelle migliori condizioni di orario (considerato anche il budget necessario ad organizzarle) come ci garantiva, invece, il precedente vettore aereo, con un volo alle ore 12.00. Noi e le altre compagini Sarde ci stiamo preparando al meglio anche per questo campionato, ma se la politica regionale e i vertici della Compagnia aerea non vengono incontro a tutto lo sport (che ricordiamo come nel weekend garantisce centinaia di atleti paganti su voli aerei), dopo la crisi nera dovuta al Covid-19, potrebbe essere l’ultima mazzata alla sopravvivenza di tutto il settore. Guardiamo al futuro con la speranza che queste considerazioni non finiscano nel cestino di qualche ufficio.

Ufficio Stampa VBA Olimpia Sant’Antioco

FOLLOW US ON:
Un nuovo ATM Postama
Claudia Zuncheddu (R

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT