7 October, 2022
Home2022Settembre (Page 3)

Anche Carbonia e le sue frazioni partecipano all’evento Puliamo il mondo, manifestazione di Legambiente per la pulizia del territorio dai rifiuti.

L’assessora Antonietta Melas nell‘intervista allegata illustra l’evento che si svolgerà domani 30 settembre nella città di Carbonia e nelle sue frazioni. Un evento a livello nazionale che nel comune di Carbonia coinvolgerà 1.520 alunni, coordinati dai loro docenti. Insieme alle scuole, saranno impegnati associazioni, volontari, genitori in un NOI come non si era mai visto prima…

Nadia Pische

 

Quattro persone sono rimaste ferite, ieri pomeriggio nello scontro tra due auto, una Wolksvagen Golf e una Fiat Panda, lungo la strada de Le Saline, a Calasetta.

Il conducente della Golf, originario di Calasetta, che viaggiava con i suoi due bambini è rimasto illeso. I due bambini a titolo precauzionale sono stati ricoverati all’ospedale Brotzu di Cagliari ma le loro condizioni non destano preoccupazioni. Ferite anche le due persone che viaggiavano a bordo della Fiat Panda, due turisti inglesi, che sono stati soccorsi al Pronto soccorso dell’ospedale Sirai di Carbonia. Sul posto, oltre ai carabinieri della Radiomobile di Carbonia che hanno effettuato i rilievi per accertare la dinamica dell’incidente, sono intervenute anche l’ambulanza della cooperativa Sulcis Emergenze di San Giovanni Suergiu e quella dei volontari del Soccorso di Calasetta. 

 

SardHy Green Hydrogen, società nata dal progetto congiunto di Enel Green Power e Saras legato allo sviluppo di idrogeno verde in Sardegna, è tra i beneficiari italiani dei 5,2 miliardi di euro di sovvenzioni pubbliche approvate dalla Commissione Europea nell’ambito di IPCEI Hy2Use, per supportare la ricerca e l’innovazione, la prima applicazione industriale e la costruzione delle relative infrastrutture nella catena del valore dell’idrogeno.

Frutto del protocollo d’intesa siglato dalle due società a febbraio 2021, l’iniziativa prevede l’installazione da parte di SardHy Green Hydrogen di un elettrolizzatore da 20 MW nel sito industriale di Sarroch, in provincia di Cagliari. L’impianto, alimentato esclusivamente da energia rinnovabile di Enel Green Power sarà destinato a produrre idrogeno verde diretto alla raffineria di Saras con lo scopo di ridurre il “carbon footprint” dei processi di raffinazione.

«Se essere nel novero degli aggiudicatari di un finanziamento stanziato dall’Unione Europea è sempre motivo di orgoglio, figurare tra i beneficiari di un supporto nell’ambito di IPCEI Hy2Use conferma che la strada che stiamo seguendo è quella correttaha dichiarato Salvatore Bernabei, CEO di Enel Green Power. La transizione energetica abbraccia tutti gli ambiti produttivi, e in questo senso l’idrogeno verde riveste un ruolo centrale nel processo di decarbonizzazione di settori industriali energivori dove l’idrogeno è usato come materia prima o per la produzione di calore ad alta temperatura, in cui l’abbattimento delle emissioni di CO2 attraverso l’elettrificazione non è possibile o è più complesso. Affinché l’uso dell’idrogeno verde diventi sempre più diffuso bisogna lavorare su tecnologia e innovazione: proprio il motivo per cui abbiamo avviato la collaborazione con un partner come Saras

Dario Scaffardi, CEO di Saras ha commentato: «Siamo entusiasti che SardHy Green Hydrogen sia stata riconosciuta tra le quattro aziende italiane che potranno beneficiare del supporto europeo nell’ambito dell’iniziativa IPCEI Hy2Use, per lo sviluppo e decarbonizzazione dei processi produttivi di alcune filiere industriali “hard-to-abate” attraverso l’utilizzo dell’idrogeno verde. Quello della raffinazione è notoriamente uno dei settori industriali a maggior consumo di idrogeno, e il nostro sito di Sarroch si presta in modo particolare per dimensioni e caratteristiche strutturali all’applicazione di un programma di questo tipo. Siamo convinti che questo progetto costituisca un’opportunità con grandi potenzialità di crescita per la nostra attività, in linea con l’obbiettivo del Gruppo Saras di perseguire un processo di decarbonizzazione coerente con gli obiettivi di neutralità climatica europei, e in grado di accrescere nel contempo il nostro valore».

Hy2Use è il secondo progetto di idrogeno verde di Enel che, in seno all’Unione Europea, è stato avviato nell’ambito di IPCEI (Important Projects of Common European Interest) dopo l’Hy2Tech partito a luglio scorso. L’ammontare dei finanziamenti di questa seconda tornata è di 5,2 miliardi di euro, che andranno a supportare 35 progetti pianificati da 29 imprese di 13 Stati membri, tra cui l’Italia; alle 4 imprese italiane ammesse al secondo IPCEI sull’idrogeno andranno complessivamente 500 milioni di euro. I progetti selezionati riguardano l’infrastruttura dell’idrogeno e la sua applicazione in ambito industriale, quest’ultimo il segmento di cui si occupa SardHy Green Hydrogen di Enel Green Power e Saras.

Sono 513 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 3.426 tamponi eseguiti, 40 diagnosticati da molecolare, 473 da antigenico.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 3 (-3).

I pazienti ricoverati in area medica sono 52 (-8).

Sono 4.482 le persone in isolamento domiciliare (+220).

Si registra il decesso di due uomini di 66 e 78 anni, entrambi residenti nella provincia di Sassari.

MediaWorld, che rappresenta una realtà lavorativa in continua espansione e molto stimolante, offre nuove opportunità di lavoro a 90 figure, da inserire presso i punti vendita presenti sul territorio nazionale, sia nei negozi che in sede. La figura maggiormente richiesta riguarda gli Addetti Vendita/Logistica, con passione per la vendita, attitudine al problem solving, ottime doti di comunicazione e di relazione con il cliente, flessibilità, disponibilità, approccio proattivo e forte spirito di squadra, i quali dovranno accogliere, assistere, orientare e informare il cliente sui prodotti, allestire il punto vendita, curare la disposizione dei prodotti, gestire tutte le attività di cassa e organizzare gli spazi di vendita e quelli espositivi; Addetti al Magazzino, con flessibilità, disponibilità e propensione a lavorare in contesti dinamici, che dovranno occuparsi dell’imballaggio e della movimentazione della merce, della ricezione e dello scarico delle merci in ingresso, verificare i documenti di trasporto, preparare gli ordini in uscita e sistemare la merce all’ interno del magazzino; Manager di Negozio, con passione per il cliente e per le persone, entusiasmo, motivazione, proattività, flessibilità, ottime capacità organizzative e di gestione di un team e ottime doti di relazione e di comunicazione, che dovranno organizzare ogni attività all’interno del punto vendita, accompagnare il cliente durante l’esperienza d’acquisto, supervisionare e formare i dipendenti, gestire i fornitori e raggiungere gli obiettivi di vendita, pianificare tutte le attività in funzione del bisogno del cliente, promuovere la vendita assistita e sviluppare con i clienti una relazione unica e duratura; Controllori Commerciali, con spiccato senso di iniziativa, indipendenza e proattività, doti organizzative e di problem solving, flessibilità e predisposizione al cambiamento, che dovranno analizzare i dati relativi alla performance della divisione service & solution, produrre report a cadenza giornaliera, settimanale e/o mensile, controllare i piani di azione e valutarne i risultati, interfacciarsi con i vari interlocutori interni e discutere in merito alle analisi dei dati.

Per verificare tutte le posizioni aperte…

L’articolo completo è consultabile nel sito: http://diariolavoro.com/mediaworld_2.html .

Il 18 settembre scorso si è conclusa l’operazione “Mare Sicuro 2022”, condotta lungo le coste nazionali dal personale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera al fine di garantire lo svolgimento nella massima sicurezza di tutte le attività nautico- balneari esercitate in mare e sulle spiagge.
L’operazione, iniziata il 18 giugno, ha visto un grande dispiegamento di uomini e mezzi lungo gli oltre 900 Km di giurisdizione, da Arbatax a Bosa, della Direzione Marittima di Cagliari: 250 militari, 30 unità navali ed oltre 20 mezzi terrestri, due elicotteri AW 139, denominati “Nemo” in forza alla 4ª Sezione Elicotteri della Guardia Costiera con base a Decimomannu, nonché il personale del 4° Nucleo Sub Guardia Costiera. Un’attività costante questa che la Guardia Costiera svolge in favore di tutti coloro i quali si trovano in mare per vari motivi – dalle attività diportistiche a quelle professionali – per garantire la loro sicurezza, compito affidato al Corpo dalle leggi dello Stato.
La capillare azione di sensibilizzazione dell’utenza sul rispetto delle norme di sicurezza per la corretta balneazione e fruizione dei litorali, è stata condotta attraverso un’azione sul campo esercitata dai militari della Guardia Costiera durante l’attività di controllo in mare e lungo il litorale.
La consolidata collaborazione tra i Comandi della Direzione Marittima di Cagliari e le amministrazioni comunali costiere (senza tralasciare l’indispensabile apporto dei presìdi di salvamento sulle spiagge in concessione) che contribuiscono attivamente al controllo capillare dei litorali predisponendo servizi di salvamento nelle spiagge libere e, nelle zone non presidiate, collocando la prevista cartellonistica con tutte le avvertenze, ha consentito di garantire la sicurezza dei litorali; sono stati numerosi, infatti, gli interventi degli assistenti ai bagnanti che hanno scongiurato il verificarsi di eventi nefasti.
Non è mancata la consueta attività istituzionale del soccorso a mare a tutela della salvaguardia della vita umana, nonché quella di verifica, ai fini demaniali e di sicurezza, delle strutture balneari insistenti sui litorali, con particolare riguardo alle c.d. “postazioni di salvataggio” sia presso le strutture in concessione che lungo le spiagge libere, di cui si riportano sinteticamente i dati salienti:
– 155 persone salvate;
– 89 soccorsi effettuati;
– 11.117 controlli eseguiti;
– 188 illeciti rilevati.
Il raffronto con gli anni precedenti evidenzia una maggiore presenza di bagnanti e diportisti che, tuttavia, grazie all’attività di prevenzione e sensibilizzazione, non si è tramutata in un aumento degli illeciti rilevati, segno del ruolo chiave della Guardia Costiera nell’accrescere la sicurezza in mare.
L’andamento positivo della campagna è stato evidenziato anche dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Nicola Carlone, nel corso del suo intervento al Salone Nautico di Genova dove è stato presentato il bilancio dell’operazione estiva Mare Sicuro della Guardia Costiera ed è stato proiettato, davanti al numeroso pubblico presente, lo spot TV che ha visto protagonista Massimiliano Ossini, realizzato dal ministero della Transizione Ecologica, in collaborazione con la Guardia Costiera e la Rai; uno spot che mira a promuovere la fruizione sostenibile delle Aree Marine Protette.
Anche il Direttore Marittimo di Cagliari, Capitano di Vascello Mario Valente, si dice soddisfatto dei risultati dell’operazione: «Esprimo il mio plauso per la consueta costanza ed abnegazione che ha visto impegnati sul territorio della Direzione Marittima di Cagliari non solo i militari della Guardia Costiera, ma anche tutte le figure, come gli assistenti ai bagnanti, che hanno contribuito a garantire la sicurezza dei bagnanti».
La Guardia Costiera continuerà ad assicurare, anche nei prossimi mesi, una incessante opera di controllo e monitoraggio delle attività che si svolgono in ambito marittimo, ai fini della salvaguardia della vita umana in mare, della sicurezza della navigazione e della tutela dell’ecosistema marino.
 

Le elezioni Politiche sono appena passate in archivio, con l’elezione dei 16 parlamentari espressi dall’Isola, e per Giunta e Consiglio regionale si prospettano novità, per la surroga dei tre eletti, l’assessore della Difesa dell’Ambiente Gianni Lampis, che apre la strada al rimpasto, in cantiere da mesi e congelato prima delle elezioni, quando è mancato il leader dell’UDC Giorgio Oppi, e dei consiglieri Francesco Mura di Fratelli d’Italia e Dario Giagoni della Lega.

Oggi, sull’imminente rimpasto in Giunta, interviene Fabio Usai, consigliere regionale del Partito Sardo d’Azione.

«Terminate le elezioni e, si spera in tempi brevi, concluso il rimpasto di Giunta, a un anno e mezzo dalla fine della legislatura, è ora di tracciare un bilancio e rilanciare in tempi rapidissimi l’attività dell’Amministrazione regionale in merito alle riforme ancora incompiute e ad alcuni interventi fondamentali per l’economia della Sardegna. Il risultato del voto, in particolare per gli alti livelli di astensionismo, rappresenta un campanello d’allarme da non sottovalutare», dice Fabio Usai.
«Dalla concretizzazione della riforma sanitaria, per limitare le criticità esistenti, permettendo alle Asl di gestire in loco i processi di reclutamento del personale e di organizzare al meglio l’offerta sanitaria, al Commissariamento delle nuove province per favorire la ricostituzione degli enti tramite la ripartizione delle competenze e delle dotazioni finanziarie, alla risoluzione strutturale dell’annosa vertenza inerente la continuità territoriale, fino alla definizione di una strategia per il rilancio dell’occupazione nell’isola, sono molte le questioni da affrontare con celerità nei prossimi mesi per dare un senso compiuto a quanto fatto in questi anni di legislatura», aggiunge Fabio Usai.
«Dopo gli ultimi anni in cui, giocoforza a causa della pandemia, si è dovuta gestire (molto meglio di altre regioni) l’emergenza con tutte le criticità del casoconclude il consigliere regionale sardista -, è auspicabile che il rimpasto di Giunta rappresenti quello stimolo in più per un cambio di marcia e per accelerare sul fronte dell’attività legislativa, partendo proprio dalla legge Omnibus, fra non molto in discussione in Consiglio regionale, grazie alla quale si potranno stanziare fondamentali interventi a favore dei cittadini e delle imprese sarde duramente colpiti dal caro-bollette e dall’aumento generalizzato dei prezzi.»

L’assessorato regionale al Lavoro ha chiesto alle organizzazioni sindacali CGIL- CISL-UIL-CUB un elenco dei dipendenti Sider-Alloys che potrebbero accedere al pensionamento, il tutto condizionato dai requisiti di legge. Lo hanno annunciato, in una nota, le stesse organizzazioni sindacali che avranno un nuovo incontro con l’assessorato per la definizione della mobilità in deroga.
«Per quanto attiene l’aspetto prettamente produttivosi legge ancora nella nota sindacalein accordo con l’azienda si è in attesa di risolvere il problema della Fonderia, inerente l’utilizzo dell’azoto e del gas, per poter mettere in preriscaldo i forni, così da dare l’avvio alle rifusioni e, inoltre, sollecitare l’azienda con gli investimenti previsti per il riavvio dell’impianto, Tutto ciò, per dare l’opportunità a molti lavoratori di poter nuovamente rientrare al lavoro.»
Armando Cusa

Sabato 1° ottobre, verranno inaugurate le 3 aree recentemente riqualificate ed adibite a giardini urbani di verde pubblico, grazie agli interventi effettuati dagli operai che hanno partecipato ai cantieri di forestazione.

Le aree riqualificate si trovano in via Vivaldi (quartiere Monteponi) e nelle vie Guicciardini e Di Vittorio (rione Serra Perdosa).
Gli interventi sono durati rispettivamente 8 e 6 mesi, per importi pari a 151.534,00 euro e 90.000,00 euro.
Sono stati realizzati grazie al contributo di 20 operai e di 2 capi cantiere.

Nel dettaglio, nelle aree riqualificate sono state messe a dimora specie della macchia mediterranea, sono stati realizzati camminamenti, sentieri con supporto in ghiaia, e scalinate in legno per superare i dislivelli del terreno.

«Grazie al personale che ha partecipato ai cantieri di forestazione la comunità potrà avere a disposizione tre aree riqualificate e dedicate al verde pubblico, con specie endemiche del nostro territoriodice il sindaco Mauro Usai -. Una maniera per coniugare la valorizzazione delle aree verdi, l’attenzione per la salvaguardia ambientale e le politiche per l’inserimento lavorativo.»

«I cantierispiega l’assessore dell’Ambiente Francesco Melisnon solo hanno lo scopo di riqualificare le aree verdi e migliorare la vivibilità in Città, ma grazie alla collaborazione con gli Uffici per il Lavoro hanno consentito a tanti nostri concittadini non occupati di partecipare ad un progetto lavorativo. Ringrazio tutti i partecipanti ai cantieri, e invito tutta la cittadinanza a partecipare all’inaugurazione.»

L’area riqualificata in via Vivaldi verrà inaugurata alla presenza dei partecipanti al progetto e dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale sabato 1° ottobre, alle ore 10.00, a seguire le aree in via Guicciardini ed in via Di Vittorio verranno inaugurate, alle ore 11.30.

Sono 494 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 2.940 tamponi eseguiti, 27 diagnosticati da molecolare, 467 da antigenico, nessun decesso.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 6 (+1).

I pazienti ricoverati in area medica sono 60 (+4).

Sono 4.262 le persone in isolamento domiciliare (+130).