10 December, 2022
HomePosts Tagged "Alessandra Berardi Arrigoni"

[bing_translator]

E’ positivo il bilancio della VII edizione di Bimbi a Bordo, festa della letteratura per ragazzi, svoltasi a Guspini dal 29 agosto al 1 settembre 2019. Crescono i partecipanti: circa 1.000 persone iscritte ai laboratori, quasi 400 partecipanti ai corsi docenti e tantissimi spettatori.  

Un continuo via vai di emozioni, coinvolgimento, partecipazione e gioia hanno abitato Case a Corte e tutti gli spazi del festival, organizzato dall’Associazione Incoro con la direzione scientifica di Mara Durante, grazie al finanziamento dell’assessorato regionale alla Cultura.

Quest’anno una menzione particolare la merita l’Associazione organizzatrice; malgrado la pioggia le attività si sono svolte regolarmente nei 300 mq coperti allestiti per l’occasione, in grado di ospitare migliaia di persone. Questi spazi hanno garantito la realizzazione dell’intero programma integrandosi perfettamente con le location già previste, conservando il fascino che hanno sempre regalato le Case a Corte.

L’afflusso è stato altissimo sin dall’anteprima di giovedì, in piazza Sa Mitza Santa Maria, con la proiezione del film d’animazione “Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento”, a cura del Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano. Tantissimi bambini, ma anche molti adulti, sono rimasti incantati dallo stupendo incontro tra il mondo degli gnomi e quello degli esseri umani. Il venerdì è stata la volta dell’inaugurazione, dove Matteo Razzini, a bordo di una Cinquecento del “500 club Guspini”, ha condotto gli ospiti del festival per le vie del paese preceduti dalla Big River Marching Band. Una presentazione fuori degli schemi che ha saputo coinvolgere tutti i partecipanti. Il sabato e la domenica son stati un susseguirsi di incontri, laboratori, lezioni per la formazione docenti, presentazioni di libri, mostre di illustrazione, i Cortometraggi dal Mondo in collaborazione con Skepto International Film Festival  “Get lost and find your way” e tanto altro.

Tutti gli ospiti e tutte le ospiti sono stati a completa disposizione del pubblico, non limitandosi esclusivamente agli eventi che li vedevano coinvolti,  ma partecipando a tutte le attività in programma. E così i presenti hanno avuto la possibilità di incontrare Marco Somà, Nuccio Ordine, Bimba Landman, Riccardo Francaviglia e Margherita Sgarlata, Isabella Labate, Teresa Porcella, Otto Gabos, Cristina Bellemo, Paola Barbato, Antonio Lucchi, Davide Morosinotto, Roberta Balestrucci, Gabriele Pino, Alessandra Berardi Arrigoni, Andrea Pau, Luca Tortolini, Elisa Mazzoli, Pino Pace, Sergio Olivotti, Flavio Sorrentino, Marina Guglielmi e tanti altri ancora.

Ancora una volta il Festival BaB è riuscito a dimostrare come la cultura in generale, e la lettura in particolare, siano il terreno fertile dove far incontrare e crescere generazioni diverse, che danno e ricevono senza nessuna contropartita ma mettendosi a disposizione l’uno dell’altro.

La festa Bimbi a Bordo è stata una vera e propria prateria lasciata in mano a cacciatori di orizzonti e cercatori di libertà.

[bing_translator]

Si terrà dal 30 agosto al 1 settembre 2019 a Guspini la settima edizione della Festa della Letteratura “Bimbi a Bordo” organizzata dall’Associazione Incoro. Il titolo scelto per l’edizione 2019 è “Liberarsi liberando. Cacciatori di orizzonti, cercatori di libertà”.

Anche quest’anno la direzione scientifica è stata affidata a Mara Durante, che nel spiegare le linee guida del 2019, afferma: «La letteratura, le narrazioni, il fiabesco sono luoghi ineguagliabili per entrare in contatto e fare esperienza con una parte profonda di noi stessi. Mentre raccontiamo una fiaba, creiamo un’atmosfera, disegniamo una cornice invisibile che contiene tutti gli infiniti possibili e come tale salvifica perché liberatoria e capace di restituire speranza. Il protagonista che spesso all’inizio della fiaba è brutto, è povero, è tra gli ultimi, attraversa un percorso iniziatico irto di ostacoli, cade e si rialza, ma alla fine, liberandosi  da quella condizione, può mettersi a cavallo del principio di speranza risollevando la propria condizione di vita. Sono sguardi che liberano attraverso la catarsi nelle pagine scritte: dentro e attorno alla storia. Come ricorda Italo Calvino «lo sforzo per liberarsi e autodeterminarsi va inteso come un dovere elementare, insieme a quello di liberare gli altri, anzi il non potersi liberare da soli, il liberarsi liberando».

Il festival sarà un perfetto connubio tra spazi dedicati agli scrittori e agli illustratori (per la prima volta ci sarà una sezione dedicata al fumetto curata dell’Associazione Chine Vaganti), con laboratori, spazi teatrali e una sezione riservata ad appuntamenti di alta formazione per docenti, che verranno tenuti da ospiti di livello, uno per tutti il professor Nuccio Ordine, professore ordinario di Letteratura Italiana nell’Università della Calabria. Tra i tanti ospiti segnaliamo la presenza dell’illustratore Marco Somà, vincitore del Premio Andersen 2019, Emmanuel Lavallée maestro di clownerie, la poeta Alessandra Berardi Arrigoni e la fumettista Paola Barbato. Una menzione particolare merita la oresidente onoraria dell’edizione 2019, Fausta Orecchio della casa editrice “Orecchio Acerbo” vincitrice del premio Andersen 2019. Anteprima dell’edizione 2019, il 29 agosto, con “Aspettando il Festival” e la proiezione del film di animazione “Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento”. Venerdì 30 agosto sarà la volta della presentazione del festival e degli autori presenti, condotta da Matteo Razzini, scrittore e attore. Il 31 settembre ed il 1° agosto il festival entrerà nel vivo con oltre settanta appuntamenti e circa trenta tra scrittori, scrittrici, illustratori e operatori e operatrici culturali.