6 December, 2022
HomePosts Tagged "Alessandro Pintor"

[bing_translator]

L’inadeguatezza del servizio sanitario pubblico nel Sulcis Iglesiente è sempre più grave. Non passa giorno che non emergano testimonianze di cittadini che si trovano nella condizione di rivolgersi al servizio sanitario pubblico, a Carbonia come a Iglesias, e che, purtroppo, vanno incontro a disservizi incredibili e…inaccettabili…

Stamane abbiamo raccolto la testimonianza di Alessandro Pintor, cittadino di Carbonia con una lunga esperienza alle spalle nel settore del volontariato sanitario, che si è trovato nella condizione di avere bisogno, per un familiare, del servizio sanitario pubblico all’ospedale Sirai.

«Lunedì 27 gennaio, una persona anziana, 78 anni, cade e si frattura il femore, per l’esattezza una frattura sottotrocanterica, spiroide scomposta, con estensione al terzo diafisario e distacco del piccolo trocantere – spiega Alessandro Pintor -. Arrivo al Pronto Soccorso del Sirai alle 18.30 circa. Viene, dopo gli accertamenti del caso, trasportata in reparto alle ore 00.30 circa. Ricoverata nel reparto di Urologia perché quello di Traumatologia è strapieno. Il femore è stato sistemato in modo da non provocare dolore e messo in trazione la mattina successiva, un intervento che di norma, deve essere eseguito entro 48 ore per l’incolumità del paziente stesso. Nella giornata di giovedì – aggiunge Alessandro Pintor – viene finalmente trasportata nel suo reparto. Di giorno in giorno viene rimandato l’intervento per le cause, purtroppo, già note… Non ci sono anestesisti, non abbiamo abbastanza sale operatorie… Persone in queste condizioni ce ne sono ben più di una, purtroppo. Un malato di Siliqua, non vedente, con le piaghe da decubito, attende da lunedì scorso. Tra l’altro, medici ed infermieri sono sottoposti ad un superlavoro per carenza di organico, emergenza che si aggrava quando, come è accaduto nella settimana appena trascorsa, si verificano numerose urgenze – conclude Alessandro Pintor -. Non sappiamo chi sia responsabile ma ci terremmo tanto a saperlo.»

La testimonianza di Alessandro Pintor dice tutto, la Giunta regionale ha in cantiere una nuova riforma del servizio sanitario, le gravissime emergenze richiedono tempi brevi, brevissimi, perché il Sulcis Iglesiente sta vivendo un decadimento senza fine della Sanità pubblica, divenuto ormai insopportabile.

Giampaolo Cirronis