3 October, 2022
HomePosts Tagged "Antonio Tamponi"

[bing_translator]

Un abbraccio grande quanto l’intero paese si è stretto, domenica, attorno al nuovo parroco di Stintino, don Daniele Contieri. Prima sul sagrato, poi all’interno della chiesa parrocchiale dell’Immacolata Concezione, i cittadini di Stintino, le autorità, con il sindaco Antonio Diana, hanno dato il benvenuto al parroco, nominato dall’arcivescovo Gian Franco Saba per guidare la comunità stintinese. Don Daniele prende il posto di don Andrea Piras che il 10 settembre scorso, dopo nove anni nel paese di pescatori, ha salutato i parrocchiani, per andare a dirigere il seminario diocesano.

«Sarà vostro fratello e compagno di viaggioha detto il vicario generale monsignor Antonio Tamponi durante l’omelianella continuità di chi lo ha preceduto. Sia allora la Vergine a segnare il cammino del suo mandato in mezzo a voi.»

«Don Daniele le saremo vicini ha detto il primo cittadino Antonio Diana, al termine della celebrazione eucaristicaStintino è una comunità attiva, con 1.200 abitanti che mantengono vive le tradizioni religiose del paese. Basti pensare alla devozioni con la quale vengono portate le bandiere che ricordano i santi ai quali i nostri avi erano devoti. A partire dalla Beata Vergine della Difesa quindi San Silverio, San Nicola, Sant’Isidoro, Corpus Domini e San Pietro. Caro don Daniele – ha concluso Antonio Diana un amico va via, don Andrea, e uno nuovo, con lei, arriva.»

A dare il benvenuto anche il presidente della Confraternita Giuseppe Benenati che ha ricordato il ruolo del parroco all’interno del sodalizio stintinese. «Siamo desiderosi di iniziare con lei questo viaggio», ha detto.

Tanta emozione anche nelle parole di don Daniele Contieri che, da viceparroco al Mater Ecclesiae di Sassari, adesso guiderà la parrocchia del paese turistico.

«Sento forte la responsabilità ha detto Daniele Contieri – sia per la mia giovane età sia per la mia giovane età di sacerdozio. Voglio essere amico di questo bellissimo paese e sono pronto a collaborare per rendere questa comunità sempre viva. Sono qui per essere stintinese come voi.»

[bing_translator]

Sarà un Natale speciale per la città di Tempio Pausania. E’ iniziato l’evento “Xmas Tempio 2017” che ha cambiato veste alla città gallurese, trasformandola in una foresta incantata e magica, con i viali che sorprendono con i loro tronchi e le radici bianche, impreziositi con 100.000 fiori, bianchi e rossi che illuminano il cuore della città di pietra e risaltano il fascino austero delle costruzioni in granito. Un presepe a cielo aperto innovativo e creativo che porta un messaggio di speranza molto forte e significativo.

Non poteva mancare la festa di accensione del grande Albero di Natale in piazza Gallura, non un tradizionale albero ma un vera e propria creazione artistica. Una sughera che troneggia al centro della piazza, esaltata dall’ effetto ottico delle luci e dei colori, dalla distesa dei fiori adagiati ai suoi piedi e dal significativo simbolico del messaggio curato dal parroco della cattedrale Don Antonio Tamponi: «La speranza può rinverdire da un tronco che sembrava non germogliare più».

Per l’occasione si sono esibite la banda musicale città di Tempio e le latin majorette. A dare il via all’inaugurazione dell’evento natalizio “XMas start 2017” è stato il sindaco di Tempio Andrea Biancareddu che si è dichiarato molto soddisfatto del lavoro ed ha ringraziato l’associazione Color Art, i volontari, le associazioni e le classi per aver donato alla città un albero spettacolare ed un evento sorprendente.

Gli allestimenti creativi e originali sono stati realizzati dall’Associazione Color Art, che da oltre due mesi lavora al progetto, con l’impegno della classe 1971 e con il contributo del parroco della cattedrale don Antonio Tamponi che si è occupato del significato simbolico degli allestimenti. “Come un virgulto sul tronco di Iesse” è il titolo e il tema scelto per quest’anno.

L’apertura ufficiale del Borgo sei Sapori, in via Nigra (fronte Chiesa di Santa Croce), a cura della classe ’73. Incastonato in uno dei vicoli suggestivi della città, proporrà degustazioni di alta classe e particolari. Il Borgo, visitato da molti curiosi e visitatori, ha proposto un menù a base di lumache, polenta e verdure in pastella fritte. Presente anche la classe ’69 che ha permesso di gustare frittelle, ravioli fritti, mele caramellate e acciuleddi e meli.

Non potevano mancare i protagonisti del Natale: i bambini. Per loro, come ogni anno, giochi e regali dell’associazione Amici di Monica. Numerosi i bambini che hanno partecipato alla tombola e con gioia hanno ritirato i doni.

[bing_translator]

Cresce l’attesa a Tempio Pausania per “Xmas Tempio 2017” l’evento che dall’8 dicembre al 6 gennaio trasformerà la città di pietra in un giardino incantato con 100 mila fiori, bianchi e rossi disseminati tra i vicoli granitici.

Allestimenti creativi e originali, che sono all’insegna della condivisione, dell’ecosostenibilità, del risparmio per la collettività e portatori di un messaggio di speranza. Si tratta di uno spettacolo di colori, luci e atmosfere magiche e coinvolgenti all’interno di un programma ricco di appuntamenti dedicati ai bambini, ai giovani e agli anziani. Un Natale speciale e in grande stile voluto dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Andrea Biancareddu per offrire un’opportunità ricreativa e di svago, creare turismo, e offrire un’occasione unica per visitare Tempio e gustare la bellezza ed il fascino austero delle costruzioni in granito, ingentilite dalle atmosfere natalizie. Centro nevralgico degli allestimenti e degli appuntamenti sarà il centro storico. Un caleidoscopio di luci, creatività, colori e atmosfera piacevole che regaleranno emozioni e divertimento.

Gli addobbi sono realizzati dall’associazione ColorArt di Manuel Marotto, con l’impegno della classe 1971 e con il contributo del parroco della cattedrale don Antonio Tamponi che si è occupato del significato simbolico degli allestimenti. “Come un virgulto sul tronco di Iesse” è il titolo e il tema scelto per quest’anno.

Da oltre due mesi i giovani dell’associazione lavorano agli allestimenti. Con gli scarti delle capsule delle bottiglie, fornite da aziende del territorio, hanno realizzato a mano 100mila fiori, bianchi e rossi, colore natalizio per eccellenza, e invaderanno la città riutilizzando tronchi e radici reperite con le loro mani. L’enorme manodopera, i vari sponsor, gli aiuti di diverse imprese, contribuiranno ad illuminare la notte delle notti.

«Racconta che il Cristo nasce dalla vecchia dinastia davidica – spiega don Antonio Tamponi – e contemporaneamente dice che la speranza può rinverdire da un tronco che sembrava non germogliare più. Questi allestimenti – prosegue il sacerdote – sono la costruzione di una città presepe nel granito della nostra storia. Il surplus sociale e aggregativo, la fatica dei giovani e il reperimento del necessario, senza abbattere, ma riciclando, sono poi una sfida che darà frutto nel tempo. Il Natale non si compra, si costruisce. La speranza non piove, germoglia se irrigata.»

Un mix di giochi, animazioni, concerti, la casa e gli spettacoli di babbo Natale ed elfi, ma anche teatro e degustazioni, assieme a mercatini di Natale, mostre di presepi e pesca miracolosa. L’inaugurazione delle feste natalizie “Xmas start” è in programma venerdì 8 dicembre alle 18 e 30 in piazza Gallura. Per l’occasione si esibiranno la banda musicale città di Tempio e le latin majorette. Quasi ogni giorno, per tutto il periodo natalizio, sono previsti momenti di intrattenimento, di grande musica, in varie location della città: nelle vie del centro storico, di fronte alla chiesa di Santa Croce, al Teatro del Carmine, nello spazio Faber, nell’officina dei ragazzi, nella Cattedrale di San Pietro, nella chiesa di San Pasquale, nella chiesa del Rosario, ma anche nelle frazioni di Bassacutena e Nuchis. Tante le associazioni coinvolte nelle diverse iniziative e con loro anche la classe ’73.

Soddisfatto il primo cittadino che ringrazia tutti coloro si stanno impegnando nelle diverse iniziative: «Per la nostra città sarà un Natale speciale – afferma Andrea Biancareddu -. Ritengo si stia facendo un ottimo lavoro. Grazie al contributo ed alle idee delle associazioni ed in particolare dell’associazione Colors e delle classi stiamo realizzando, con poche risorse e tante idee, un evento unico e originale. Vogliamo dare un forte impulso al commercio, al turismo e a tutta l’economia locale, esaltando la bellezza della nostra città. Voglio ringraziare i volontari, i commercianti e tutta la città per la collaborazione e lo spirito che stanno mostrando. Tempio vivrà un clima magico e sarà pronta ad accogliere visitatori e turisti».