18 August, 2022
HomePosts Tagged "Chris Wright"

[bing_translator]

La Dinamo Banco di Sardegna alle 20.30 ospita al PalaSerraadimigni i polacchi del Twarde Perniki, per Game 11 di Basketball Champions League. Connuna vittoria la squadra di Gianmarco Pozzecco sarebbe matematicamente qualificata per la fase successiva della manifestazione continentale.

La vigilia. «Affrontiamo la compagine polacca di Torun e, nonostante sia l’ultima in classifica nel girone, sappiamo che non sarà una partita facile – ha sottolineato alla vigilia l’assistant coach Edoardo Casalone -. All’andata è stata una partita intensa, combattuta e ad alto ritmo, poche volte mi è capitato di vedere la squadra con il miglior attacco, 92 punti di media realizzati per gara, all’ultimo posto in classifica: c’è però da dire che sono anche la squadra che subisce più punti. Fatta questa premessa noi dovremo giocare con la massima attenzione perché la loro propensione in attacco, così come gli uno contro uno e i rimbalzi offensivi, già all’andata ci hanno messo in difficoltà.»

Twarde Pierniki Torun. Tra i polacchi spiccano il regista ex Trieste, Reggio Emilia e Torino Chris Wright, al terzo posto alla voce efficiency di BCL con 20.8 di media a partita e terzo per punti con 19,7, insieme alla guardia tiratrice Keith Hornsby, classe 1992 che viaggia a una media si 18.4 punti, 3.7 assist e 16.2 efficiency. A loro si uniscono l’ala polacca Aaron Cel (11.1 punti e 5.8 rimbalzi), ed il centro nigeriano Alade Aminu (12.5 punti, 6.8 rimbalzi), ex Brindisi. Attenzione anche a Kyle Weaver, già visto in Italia in Legadue a Napoli e Roseto (10 punti, 3 rimbalzi e 2.9 assist di media), e ai giocatori nazionali che possono dare fisicità e sostanza alla formazione del Polski Cukier come il lungo Damian Kulig, utilizzato in maniera discontinua in coppa nonostante il lungo curriculum europeo.

Curiosità. La Dinamo ha vinto sei delle ultime sette partite giocate in casa in Champions League, con l’unica sconfitta rimediata di un solo punto contro Baxi Manresa (73-74); gli isolani hanno segnato più di 90 punti in dieci partite, attualmente il numero più alto tra le squadre della competizione. Torun ha concesso più di 95 punti in sette delle ultime otto partite disputata in coppa ed ha segnato una media-tra le più alte della competizione: 92.2 punti a partita.

Michele Vitali. Fonte: www.dinamobasket.com .

[bing_translator]

Dayne Evans, 29 punti, 30 di valutazione. Fonte: www.dinamobasket.com .

La Dinamo Banco di Sardegna non si ferma, in Polonia ha espugnato alla grande anche l’ArenaTorun battendo il Twarde Pierniki Torun con il largo punteggio di 113 a 95 (primo tempo 53 a 52) ed ha conquistato la prima vittoria in trasferta di Basketball Champions League, la quarta consecutiva tra coppa e campionato.

La Dinamo ha iniziato bene, trascinata da Miro Bilan e Dwayne Evans, ma la squadra polacca ha reagito con la coppia Wright-Hornsby che ha limitato il ritardo al 10′, 26 a 19 per la Dinamo, e nel secondo quarto ha addirittura rimontato completamente il ritardo massimo di 11 punti, passando anche avanti, fino al -1 dell’intervallo lungo, 52 a 53, con un parziale favorevole di 33 a 27!

La partita è ripresa con ritmi velocissimi anche nel terzo quarto che ha visto entrare in scena uno straordinario Marco Spissu che ha iniziato a bombardare la retina avversaria con una precisione incredibile da oltre i 6,75. Sul 65 pari, il play sassarese ha piazzato due triple in 15″ ma la squadra di casa ha ribattuto colpo su colpo ed al 30′ il tabellone segnava ancora un solo punto di differenza tra le due squadre: 80 a 81!

L’ultimo quarto non ha avuto storia, la Dinamo ha continuato a realizzare con straordinaria precisione, ciò che non ha fatto più il Twarde Pierniki Torun, e tra le due squadre si è aperta presto, molto velocemente, una voragine. Ad un grande Marco Spissu si è affiancato Curtis Jerrells che non ha sbagliato più niente, con loro Stefano Gentile e Dwayne Evans. La Dinamo ha toccato quota 100, 100 a 84, a 3’43” dalla sirena finale. Con un parziale nell’ultimo quarto di 32 a 15, alla fine il tabellone ha segnato 113 a 95!

Nella Dinamo i migliori sono stati Dwayne Evans, 29 punti: 11 su 12 da 2 punti, 2 su 5 da 3 punti, 1 su 1 ai tiri liberi, 5 rimbalzi, 2 assist, 30 di valutazione; e Marco Spissu, 22 punti: 2 su 4 da 2 punti, 6 su 7 da 3 punti, 7 rimbalzi, 8 assist, 34 di valutazione! In doppia cifra anche Miro Bilan, 16 punti (8 su 11 da 2 punti, 4 rimbalzi, 2 assist, 20 di valutazione), Stefano Gentile (13) e Curtis Jerrells (12). Un po’ in ombra il solo Dyshawn Pierre, sempre protagonista nelle ultime partite, oggi autore di soli 3 punti.

Nel Tarde Pierniki Torun, 30 punti per Chris Wright, in doppia cifra anche Keith Hornsby 15, Aaron Cel 14, Alade Aminu 13 e Kyle Weaver 11.

Twarde Pierniki Torun 95 – Dinamo Banco di Sardegna 113

Parziali: 19 a 26; 33 a 27; 28 a 28; 15 a 32.

Progressivi: 19 a 26; 52 a 53; 80 a 81; 95 a 113.

Twarde Pierniki Torun: Grochowski 2, Hornsby 15, Cel 14, Ratajczak, Wright 30, Aminu 13, Diduszko 4, Weaver 11, Perka 6, Kondraciuk. All. Sebastian Machowski.

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 22, McLean 7, Bilan 16, Bucarelli, Devecchi, Sorokas 5, Evans 29, Magro, Pierre 3, Gentile 13, Vitali 6, Jerrells 12. All. Gianmarco Pozzecco.

[bing_translator]

La Dinamo Banco di Sardegna affronta questa sera, alle 20.30, al PalaSerradimigni, l’Auxilium Torino, nel match valido per la tredicesima giornata della regular season del campionato di A1. Una sfida cruciale e importante sotto tanti punti di vista, anzitutto in ottica di qualificazione alla Final Eight, ma anche in termini di reazione dopo le sconfitte di Capo d’Orlando e Charleroi.

La squadra ha lavorato per cinque giorni in un clima di grande concentrazione al GeoVillage di Olbia, nel ritiro che ha preceduto la sfida di questa sera: ora è il campo a dover parlare. Serve un messaggio chiaro dal parquet di piazzale Segni, i giganti sono chiamati a una grande prestazione per allontanare con decisione le nuvole dal proprio cammino. E servirà un PalaSerradimigni rovente, con i cinquemila pronti a sostenere la squadra e fare la loro parte nella sfida con i piemontesi.

L’Auxilium Torino, alla seconda stagione in A, dopo la lunga assenza dalla massima ribalta cestistica, archiviata la salvezza conquistata lo scorso anno, l’Auxilium è ripartita con energia nella nuova annata. La Fiat ha costruito il suo progetto partendo dalla conferma di coach Frank Vitucci, arrivato lo scorso dicembre, in panchina: nel roster confermato il centro americano DJ White che in breve tempo è diventato il punto di riferimento della squadra grazie al suo dinamismo. Durante il mercato estivo in casa
Auxilium è approdato il playmaker statunitense Chris Wright, già visto a Varese, mentre da Cremona è arrivato Deron Washington. A completare il quintetto due elementi di talento a garantire profondità e solidità: Tyler Harvey, esterno con tanti punti nelle mani, e l’ala Jamil Wilson, prodotto di Marquette. In panchina troviamo due veterani del campionato italiano come Peppe Poeta e Valerio Mazzola, mentre fanno il loro esordio nella massima serie il centro Abdel Fall e Mirza Alibegovic, classe 1992 lo scorso anno a Brescia.