1 December, 2022
HomePosts Tagged "Claudia Giua"

[bing_translator]

Da martedì 25 a domenica 30 dicembre, sempre alle 18.00, al Teatro delle Saline – piazzetta Billy Sechi n. 3/4, Cagliari – va in scena – tutti i giorni consecutivamente – lo spettacolo della compagnia Akròama “La principessa sul pisello”. Per le feste natalizie un’occasione di sano divertimento e svago culturale. L’appuntamento adatto sia alle nuove generazioni, sia a un pubblico maturo, coglie lo spirito dei tempi e riadatta una fiaba con notevoli spunti artistici e scenografici. Un evento di brillante tecnica teatrale, a dirla tutta, imperdibile.

In un tempo molto, molto lontano c’era un regno ricco e prospero, ma su di esso incombeva una maledizione: se il principe ereditario non avesse trovato la sua futura sposa entro il compimento del suo venticinquesimo anno di età, sul regno sarebbe caduta l’oscurità. Il principe, però, non poteva sposarsi con chiunque, ma solo con una vera principessa. Come trovarla? La profezia indicava anche questo: soltanto colei che non riuscirà a dormire in un letto nel quale verranno nascosti sotto i materassi tre piselli magici, sarà quella giusta. Per il principe inizia un lungo e bizzarro viaggio attraverso tutte le lande del mondo delle favole, per trovare la sua  futura sposa; incontrerà Cenerentola maniaca delle pulizie, la narcolettica Aurora, la sirena Ariel ma nessuna sembra giusta per lui, sembra proprio impossibile trovare quella di cui innamorarsi. Ma un giorno…

Liberamente tratto da “La principessa sul pisello” di Hans Christian Andersen, lo spettacolo ha la regia di Ivano Cugia. Con Andrea Gandini, Claudia Giua, Eliana Carrus e Ivano Cugia. Tecnico audio e luci Eros Melis.

Biglietti in vendita esclusivamente al Teatro delle Saline.

[bing_translator]

Giovedì 29, venerdì 30 novembre e sabato 1 dicembre, alle 21.00, al Teatro delle Saline – piazzetta Billy Sechi n. 3/4, Cagliari – per la Stagione del Teatro Contemporaneo 2018/19 va in scena lo spettacolo diretto da Elisabetta Podda “Gulliver a Lilliput”. La rassegna coglie ancora una volta nel segno. Con un mix attuale e avvincente, maturato sugli oltre quarant’anni di apprezzata attività scenica e artistica della Compagnia. L’Akròama coglie e rappresenta un percorso di lavoro teatrale che sposa generi, commistioni, percorsi di elevato valore aggiunto in ambito locale, nazionale ed estero. Un mix di passione e suoni, interpretazioni e opere classiche rivisitate, adattabili a un pubblico eterogeneo ma non per questo distratto. La rassegna è supportata da ministero dei Beni Culturali, Regione, comune di Cagliari e Fondazione di Sardegna.

Dopo il successo di Robinson Crusoe di Daniel Defoe, Jonathan Swift pubblica “I viaggi di Gulliver” parodiando i racconti di viaggi. Il libro, distribuito soprattutto come narrativa per bambini, è invece una critica ai suoi contemporanei. Ne “I viaggi di Gulliver” l’autore svolge una satira feroce all’Inghilterra, alla Francia settecentesca e all’animo umano inserendo il tutto in una cornice fantastica. Nel divertente spettacolo “Gulliver a Lilliput” si esplora in modo più approfondito il mondo dei lilliputziani, un mondo coi propri codici e usanze in cui ci si sofferma a indagare rapporti e trame all’interno della Corte. Nessuno si salva all’interno della Corte: né i nobili né il popolo rappresentato dai due soldati Micchè e Rasha, coppia di imbroglioni disposti a tutto. Anche i cerusici, i dottori di corte, preferiscono la morte certa di Gulliver per poter ricorrere alla vivisezione e poterlo studiare. I ministri, poi non sono da meno tramando per trarre il maggior profitto dalla presenza di Gulliver; e quando il profitto non ci sarà più allora tutti auspicheranno la sua morte: l’unica soluzione per poter continuare a lucrare. In questa cornice Gulliver, l’Uomomontagna, lo straniero, non avrà mai voce in capitolo.

“Gulliver a Lilliput”, regia di Elisabetta Podda, con Giovanni Trudu (re), Erika Carta (regina e narratrice), Francesco Civile (ministro Flimnap), Eleonora Giua (filosofo Demic), Julia Pirchl (ministro Reldresal), Amun Daemi (sacerdote Puzlal), Tiziana Martucci (cerusico Schif), Ana Cruz (cerusico Mache), Stefano Cancellu (Micché), Claudia Giua (Rascia). Costumi di Salvatore Aresu. Assistente costumi Noemi Tronza. Direzione tecnica e luci Lele Dentoni.

[bing_translator]

Ultimo appuntamento della stagione domani, sabato 21 luglio, per Le Salon de Musique, la rassegna organizzata dall’associazione Suoni e Pause per creare momenti d’attenzione verso la musica, le arti visive e la letteratura.

Alle 21.00 negli spazi della Fondazione di ricerca “Giuseppe Siotto”, a Cagliari, in via Dei Genovesi 114, il gruppo musicale Dulce de Leche (composto da Claudia Giua alla voce, Maria Giovanna Cardia al violoncello, Luca Spanu alla chitarra) porta sul palco “Un viaggio verso l’America latina”

Attraverso il suo repertorio, fatto di musica popolare e cantautoriale di paesi come Argentina, Messico, Cile e Colombia i Dulce de leche offriranno al pubblico (giovani, adulti e bambini) momenti di leggerezza, grazie anche a ritmi danzanti, e altri improntanti più sulla riflessione grazie a pezzi che toccano tematiche sociali e politiche.

Durante la serata si leggeranno anche poesie di autori come Pablo Neruda e testi scritti dalla stessa cantante e attrice Claudia Giua, scelti assieme alla violoncellista Maria Giovanna Cardia.

La serata è organizzata in collaborazione con l’associazione culturale Le Officine e con la Fondazione di ricerca “Giuseppe Siotto”.