3 December, 2022
HomePosts Tagged "Clément Gester"

[bing_translator]

Domani, giovedì 1° giugno alle 21.00, nella chiesa di Santa Maria del Monte (Cagliari, via Corte d’Appello) gli appuntamenti con il Festival Echi lontani proseguono con una serata dedicata all’influenza di Ovidio sulla musica medievale.

Protagonista sarà l’ensemble Ceptigera (formato da Serena Bellini, soprano; Clément Gester, flauto; Francesco Tomasi, liuto; Filipa Meneses, viella), che suonando su strumenti storici proporrà un concerto dal titolo “Narcysus a la fontaine lye – Riflessi delle metamorfosi di Ovidio nella musica medievale”.

Per l’occasione sarà proposto un programma costruito su Madrigali e Ballate tratti dal Codex Squarcialupi (ca. 1410-15) e una Ballade dal Codex Chantilly (ca. 1390), che inviteranno a intraprendere un viaggio sonoro attraverso i più famosi personaggi mitologici delle Metamorfosi di Ovidio.

Nel celebre poema epico, Ovidio narra oltre duecentocinquanta miti e leggende incentrati sulla metamorfosi di personaggi in animali o elementi naturali. Semidei ed esseri umani si trasformano in alberi, sorgenti, rocce, animali o costellazioni; mentre gli dei accettano temporaneamente la forma alterata come mezzo per un fine, la trasformazione delle persone e semidei di solito è un cambiamento totale e perpetuo di carattere. Si tratta di un destino inflitto dagli dei, per punizione, per compassione o per benevolenza, in cui l’essenza umana è però conservata nella trasformazione.