7 August, 2022
HomePosts Tagged "Davide Lanzellotto"

Il Carbonia è ancora vivo! La squadra di David Suazo s’è imposta meritatamente con un “rotondo” 2 a 0 nel derby con il Lanusei e con la prima vittoria casalinga stagionale (al decimo tentativo), che fa il paio con quella ottenuta sul campo del Cynthialbalonga dell’ottava giornata, tiene vive le sue speranze di salvezza, quantomeno con l’accesso ai play out. Ora l’Insieme Formia è ad un solo punto, il Latte Dolce a tre, mercoledì 9 marzo c’è il recupero casalingo con l’Aprilia e mercoledì 16 marzo, dopo la trasferta di Cassino, il recupero del derby sul campo del Latte Dolce.

Oggi il Carbonia si è imposto con un goal per tempo. Ha sbloccato il risultato al 15′, dopo un avvio equilibrato, con un bel goal di Alessio Murgia, bravo a trovare l’angolo più lontano alle spalle di Gabriele Benvenuti con un diagonale millimetrico.

Il Lanusei, con il vento alle spalle, ha cercato subito la reazione, collezionando calci d’angolo e calci di punizione dal limite dell’area in serie, trovando sulla sua strada un Adam Idrissi in giornata positiva, deciso a riscattare l’errore costato sette giorni fa il primo goal nella trasferta sul campo della capolista Giugliano.

Al 35′ il Carbonia è andato vicino al raddoppio con Alessandro Aloia (sceso in campo con la maschera a protezione del viso dopo l’intervento chirurgico al naso cui si è sottoposto a seguito dell’infortunio subito nella precedente partita casalinga con l’Atletico Uri), la cui conclusione su assist di Cristian Padurariu, è stata respinta in calcio d’angolo da Gabriele Benvenuti.

Nel finale del tempo, il Lanusei ci ha provato ancora ed al 44′ Adam Idrissi ha tolto dall’incrocio dei pali l’ennesimo calcio di punizione dal limite dell’area.

Il secondo tempo è iniziato con un Carbonia deciso a mettere al sicuro il risultato, con il vento alle spalle e ha impiegato solo 4′ per riuscirvi. Prima ha sfiorato il goal al 3′ con Tristan Ganzerli, che servito da un assist di Fabio Porru ha calciato fuori da posizione molto propizia; un minuto dopo ha raddoppiato con Cristian Padurariu, bravo a trovare la deviazione giusta con un tocco beffardo che ha spedito il pallone angolatissimo alle spalle di Gabriele Benvenuti: 2 a 0!

La partita, a quel punto, è apparsa indirizzata verso il successo del Carbonia che ha controllato tutti i tentativi del Lanusei, Un solo brivido all’81’, quando Gianmarco D’Alessandris non ha saputo capitalizzare un ottimo assist di Momo Sahko, calciando alto da favorevole posizione.

Al triplice fischio finale del direttore di gara, dopo 5′ di recupero, è esplosa la gioia dei calciatori del Carbonia che si sono liberati di un grosso peso, la mancanza di vittoria davanti ai loro tifosi, e ora guardano con fiducia al prossimo impegno, tra soli tre giorni, con l’Aprilia. Un’altra vittoria potrebbe veramente aprire nuove prospettive per l’intero campionato.

Carbonia: Idrissi, Ganzerli, Serra (dal 70′ Mastino), Suhs, Carboni, Padurariu, Murgia (dal 75′ Porcheddu), Aloia (dall’85’ Gjuci), Bellu, Isaia, Porru (dall’81’ Pitto). A disposizione: Bigotti, Adamo, Curreli, Basciu, Russu. All. David Suazo.

Lanusei: Benvenuti, Macrì, Carta (dal 61′ Tozzo), Di Lollo (dal 54′ Fernandez), Carubini (dall’80’ Gemini), Lazzazera, D’Alessandris, Sakho, Ciotoli (dal 71′ Tomety), Masia, Manca. A disposizione: Sottoriva, Cuboni, Secci. All. Oberdan Biagioni.

Arbitro: Michele Pasculli di Como.

Assistenti di linea: Davide Lanzellotto di Roma 2 e Vickraj Andrea Gookooluk di Civitavecchia.

Reti: 15′ Alessio Murgia (C), 4′ s.t. Cristian Padurariu (C).

Ammoniti: Lollo (L), Sakho (L), Serra (C), Carubini (L), Ganzerli (C), Benvenuti (L).

 

[bing_translator]

Il Carbonia di Marco Mariotti non si ferma neanche davanti al Muravera, si impone con i goal di Roberto Cappai (al quinto goal in sette partite disputate dall’esordio in maglia biancoblù) e Riccardo Cestaro (al secondo goal in quattro giorni dopo quello realizzato a Giugliano) e sale al sesto posto con 20 punti in 12 partite disputate, prima tra le sei squadre sarde del girone G del campionato di serie D.

Marco Mariotti deve fare ancora a meno di Fabio Mastino e Tamirr Berman e ripropone nell’undici iniziale Roberto Cappai e Marco Russu, tenuti inizialmente a riposo a Giugliano. Francesco Loi non può disporre dell’ex Marcello Angheleddu, a causa di un leggero infortunio, mentre nell’undici iniziale trova spazio l’altro ex, il fuoriquota Gioele Zedda.

Sul campo Is Collus di Santadi spira un fortissimo vento di maestrale, il Carbonia nel primo tempo lo ha alle spalle e cerca di trarne vantaggio, ma il primo brivido lo corre la difesa del Carbonia al 6′, quando Werther Carboni si oppone su una conclusione di Davide Moi. Il Carbonia affonda sulla fascia sinistra, dove è molto presente Cristian Stivaletta che serve un assist perfetto per Roberto Cappai, la cui conclusione trova pronto alla risposta l’estremo difensore del Muravera Filippo Vandelli, bravo a chiudere anche il successivo tentativo di Cristian Stivaletta da distanza ravvicinata.

Il Carbonia insiste e al 16′ sblocca il risultato. Roberto Cappai sfugge ai difensori ospiti e conclude a botta sicura, pallone sul palo e poi in fondo alla rete, nonostante il tentativo disperato di Davide Moi. Protestano i calciatori del Muravera per la rimessa laterale dalla quale è scaturito il goal, che sarebbe stata assegnata erroneamente al Carbonia. Il goal carica i biancoblù che al 25′ sfiorano il raddoppio con Marco Piredda, la cui conclusione da calcio da fermo sfiora in palo alla sinistra di Filippo Vandelli.

Roberto Cappai accusa un leggero problema muscolare e prima di complicare la situazione, chiede il cambio. Marco Mariotti, al 36′, inserisce al suo posto Ador Gjuci. Allo scadere del tempo, il Carbonia sfiora nuovamente il raddoppio con Fabio Fredrich, con un cross che scavalca Filippo Vandelli e impatta sulla parte superiore della traversa prima di terminare sul fondo.

Nel secondo tempo, con il vento a favore, il Muravera spinge subito sull’acceleratore, alla ricerca del goal del pareggio. Al 3′ sembra cosa fatta, quando Francesco Virdis trova lo spazio per una grande conclusione sotto la traversa ma trova sulla sua strada un grandissimo Werther Carboni che vola e gli nega la gioia del goal. Altro brivido per la difesa biancoblù all’8′, quando lo stesso Francesco Virdis sfonda sulla fascia destra, mette in mezzo un rasoterra invitante, sul quale il giovane Kalifa Kujabi si tuffa in scivolata ma arriva con un attimo di ritardo all’impatto con il pallone che sarebbe stato quasi certamente decisivo, a pochi passi dalla linea di porta. Di lì a poco prima Francesco Loi inserisce Giovanni Pinna per Gioele Zedda e Giacomo De Martis per Giuseppe Nuvoli, Marco Mariotti mette dentro Nicolò Agostinelli per Daniele Cannas, poi (12′) il Carbonia perde Marco Piredda per doppia ammonizione. Manca oltre mezz’ora, Marco Mariotti corre ai ripari e inserisce Joseph Tetteh per Nicola Serra e Cristiano Palombi per Cristian Stivaletta. Il Carbonia non rinuncia a costruire gioco e al 16′ Joseph Tetteh costringe Filippo Vandelli a distendersi per mettere il pallone in calcio d’angolo.

Al 21′, il Carbonia raddoppia! Calcio di punizione di Cristiano Palombi dalla fascia sinistra, Riccardo Cestaro sceglie il tempo giusto per l’inserimento e batte imparabilmente Filippo Vandelli! E’ il suo secondo goal in quattro giorni. Esplode la gioia dei calciatori biancoblù e tra le poche persone presenti sulla tribuna dello stadio di Santadi, chiuso per le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria.

Il Carbonia vede la meta della vittoria. Il Muravera ci prova fino alla fine ma senza lucidità e non costruisce azioni pericolose per la difesa del Carbonia. Werther Carboni svolge solo lavoro di ordinaria amministrazione. Finisce 2 a 0, il Carbonia vola al sesto posto e si propone come una delle più belle realtà del girone G.

Carbonia: Carboni, Friedrich (dal 41’ del secondo tempo Isaia), Serra (dal 14’ s.t. Tetteh), Cestaro, Bagaglini, Piredda, Stivaletta (dal 14’ s.t. Palombi), Cappai (dal 36’ p.t. Gjuci), Salvaterra, Cannas (dall’11’ s.t. Agostinelli), Russu. A disposizione: Bigotti, Odianose, Costa, Soumare. All. Marco Mariotti.

Muravera: Vandelli, Zedda (dal 10’ s.t. Pinna), Loi, Geroni (dal 26’ s.t. Kadi), Legal, Moi, Cadau, Nuvoli (dal 10’ s.t. Demartis), Nurchi, Kujabi, Virdis. A disposizione: Atzori, Fangwa, Minerba, Pani, Savage, Vignati. All. Francesco Loi.

Arbitro: Simone Gavini di Aprilia (assistenti di linea Davide Lanzellotto di Roma 2 e Vickraj Andrea Gookooluk di Civitavecchia).

Marcatori: al 16’ del primo tempo Cappai, al 21’ del secondo tempo Cestaro,

Note: Espulso al 12’ del secondo tempo Piredda per doppia ammonizione. Ammoniti: Russu, Moi, Bagaglini ed Agostinelli.

Vediamo l’intervista con l’allenatore del Carbonia, Marco Mariotti,

l’intervista con il direttore sportivo del Carbonia Andrea Colombino,

l’intervista con il bomber Roberto Cappai,

l’intervista con l’allenatore del Muravera Francesco Loi,

l’intervista con il direttore sportivo del Muravera Sebastian Puddu.

     

[bing_translator]

Lo stadio comunale Is Collus di Santadi ospita questo pomeriggio (inizio ore 14.30), a porte chiuse, il derby tra il Carbonia di Marco Mariotti ed il Muravera di Francesco Loi, per la 13ª giornata di andata del girone G del campionato di serie D. Dirige Simone Gavini di Aprilia, assistenti di linea Davide Lanzellotto di Roma 2 e Vickraj Andrea Gookooluk di Civitavecchia. Muravera e Carbonia, nell’ordine di posizione in classifica, sono le due squadre sarde che hanno iniziato meglio questo campionato tormentato dall’emergenza sanitaria per la diffusione del Coronavirus. Il Muravera ha giocato 9 partite, vincendone 5, pareggiandone 3 e perdendone una sola, con il Cassino 3 a 0, alla sesta giornata. 15 i goal segnati, 9 quelli subiti. Deve recuperare tre partite, le ultime tre in calendario prima di quella di oggi: in casa con la vicecapolista Latina, sul campo della Vis Artena e in casa con la capolista Monterosi (tre squadre che non ha ancora affrontato anche il Carbonia). Con 18 punti si trova attualmente al sesto posto.

Il Carbonia, con 17 punti, si trova subito dietro il Muravera, al 7° posto, ma ha disputato due partite in più, vincendone 4 (con Torres e Latte Dolce in casa, Cassino e Giugliano in trasferta), pareggiandone 5, tutte per 1 a 1, e perdendone due (in casa con il Savoia, 0 a 2, unica partita nella quale non ha segnato almeno un goal, e ad Angri con la Nocerina). La squadra di Marco Mariotti è sicuramente una delle più belle sorprese di questo avvio di stagione. Deve recuperare la partita interna con l’Insieme Formia.

Il derby odierno racchiude motivi di interesse, oltre che tecnici, per la presenza nelle fila del Muravera di ben quattro ex protagonisti della splendida stagione 2019/2020 del Carbonia in Eccellenza, culminata con la conquista della Coppa Italia e la promozione in serie D, due in campo e due nello staff tecnico e dirigenziale. Gli ex in campo sono Marcello Angheleddu, lo scorso anno capitano biancoblù, ed il giovane fuoriquota Gioele Zedda; Sebastian Puddu è il direttore sportivo, Francesco Setzu è uno dei componenti del Consiglio direttivo.

Marco Mariotti deve rinunciare ancora a Fabio Mastino e Tamirr Berman, infortunati, e ha convocato 20 calciatori: Carboni, Salvaterra, Bagaglini, Costa, Cestaro, Fredrich, Piredda, Tetteh, Russu, Serra, Stivaletta, Cappai, Palombi, Cannas, Bigotti, Soumare, Gjuci, Odianose, Isaia, Agostinelli.

Sugli altri campi, si giocano il derby sassarese Torres-Latte Dolce, in palio punti pesanti per allontanarsi dalla zona calda della classifica; Lanusei-Cassino; Nocerina-Arzachena; Nola-Giugliano; Insieme Formia-Savoia; Team Nuova Florida-Gladiator e Vis Artena-Latina. E’ stata rinviata la partita tra Monterosi e Afragolese, per la presenza di alcuni calciatori positivi al Covid-19 nelle fila della capolista.