7 August, 2022
HomePosts Tagged "Davide Rampello"

[bing_translator]

Dal Tortello con la coda di Piacenza ai Cappellacci di Ferrara; dall’Anolino di Parma ai Tortelli ripieni di castagne della Bassa Modenese. E ancora: i tortellini bolognesi ripieni di prosciutto e mortadella, oppure con cipolla e parmigiano, senza dimenticare i cappelletti con pane e peperoni e i tortelli con lo stracotto.

Oggi a Expo Milano 2015 grande protagonista l’eccellenza della tradizione gastronomica dell’Emilia Romagna: oltre 40 “Mariette”, donne specializzate nel tirare la sfoglia, hanno impastato e tirato più di 60 metri di pasta con ben 52 ripieni diversi, provenienti da tutte le provincie della regione, da Piacenza sino a Rimini. Un vero e proprio “record” realizzato sotto l’attenta regia di 52 chef dell’associazione “CheftoChef”, in occasione della settimana dell’Emilia Romagna, che ha attirato la curiosità e “ingolosito” i visitatori dell’Esposizione universale.

Le paste ripiene prenderanno poi la strada del Refettorio Ambrosiano, nato da un’intuizione di Massimo Bottura e di Davide Rampello, per essere cucinate dagli chef che si alternano al servizio della comunità.

IMG_8082IMG_8160 IMG_8142 IMG_8121 IMG_8106 IMG_8100 IMG_8098  IMG_8077 IMG_8061 IMG_8049 IMG_8038 IMG_8035 IMG_8007 IMG_7991 IMG_7982 IMG_7974 IMG_7967

[bing_translator]

DAN_9972 DAN_9951 DAN_9938 DAN_0068 DAN_0053 DAN_0037

Importante riconoscimento per il regista Mario Martone, autore del film “Pastorale Cilentana”, proiettato nella seconda sala del Padiglione Zero, che oggi è stato insignito a Expo Milano 2015 della cittadinanza onoraria di Pollica, comune del Cilento rappresentato dal sindaco Stefano Pisani, territorio raccontato nel cortometraggio.

All’evento ha partecipato il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala, che ha ricordato come «Il Padiglione Zero è il mio preferito in quanto incarna lo spirito di Expo Milano 2015 e la capacità degli italiani di ottenere grandi risultati lavorando insieme. Sicuramente il contributo del Cilento e del film di Martone sono fondamentali per il successo del padiglione». Molto emozionato il regista Martone: «Davide Rampello mi ha chiesto di fare un corto per l’Esposizione Universale e ho subito pensato al Cilento, una terra che racchiude gli elementi fondanti di Expo Milano 2015, dall’agricoltura alla pesca, dalla pastorizia all’allevamento sino alla dieta mediterranea. Una realtà che regala una ricchezza visiva e umana uniche».

Riconoscimenti da parte del Comune di Pollica sono stati conferiti, tra gli altri, a Giuseppe Sala, ai due bambini protagonisti del cortometraggio, Aurora e Mattia, e all’architetto Angelo Micheli dello Studio De Lucchi, che ha progettato Padiglione Zero.

 Opera di Mimmo Paladino 2Opera di Mimmo Paladino 1

In occasione delle celebrazioni dei novant’anni dell’istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, a Expo Milano 2015 è stata presentata la statua “La conoscenza”, concepita dall’artista Mimmo Paladino. Realizzata in bronzo, l’opera d’arte, presentata da Davide Rampello, può essere ammirata da tutti i visitatori nella “Valle delle Civiltà”, l’area all’aperto che si trova nel Padiglione Zero.

«Il sito espositivo evolve continuamente – ha detto il commissario unico delegato del Governo per Expo Milano 2015, Giuseppe Sala – e il capolavoro di Mimmo Paladino arricchisce ulteriormente l’area. Siamo orgogliosi di poterla ospitare, anche perché la cultura è di casa all’Esposizione Universale, visto che a partire da fine luglio proprio il Padiglione Zero ospiterà una serie di spettacoli teatrali all’aperto di alto livello.»

“La conoscenza” è l’opera d’arte di Mimmo Paladino: la base lignea è stata progettata dall’architetto Michele De Lucchi e realizzata da Maurizio Riva.

A cento giorni dall’inaugurazione di Expo Milano 2015 (1° maggio – 31 ottobre), il Capitano Samantha Cristoforetti – astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), pilota dell’Aeronautica Militare, protagonista della seconda missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) – ha lanciato via Twitter e Facebook dalla Stazione Spaziale Internazionale uno speciale videomessaggio realizzato per Short Food Movie, il progetto globale organizzato da Fondazione Cinema per Roma e Centro Sperimentale di Cinematografia, prescelto da Expo Milano 2015 per promuovere l’Esposizione Universale nel mondo.

«I pasti sono un momento molto importante della nostra giornata perché è bello, ogni giorno, potersi sedere a tavola con tutto il mondo» ha detto l’astronauta attraverso il video disponibile da oggi sulla piattaforma www.shortfoodmovie.expo2015.org, realizzato grazie all’ESA, l’ASI e l’Aeronautica Militare. Dopo aver rivelato il “piatto” del giorno all’interno della Stazione Spaziale Internazionale – insalata di quinoa con sgombro – il Capitano Cristoforetti ha inoltre invitato gli utenti a realizzare il proprio video per contribuire a un racconto globale sul tema di Expo Milano 2015, “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”. I filmati, infatti, entreranno a far parte di una grande video-installazione situata nel Padiglione Zero di Expo Milano 2015, curato dal direttore artistico Davide Rampello: un immenso mosaico digitale e multiculturale che occuperà un’area di 600 metri quadrati.

Come sottolineato dal Capitano Cristoforetti, si tratterà realmente di una narrazione collettiva: dallo scorso giugno, il progetto Short Food Movie ha raccolto video da quaranta Paesi, dalla Cina agli Stati Uniti, dall’Australia al Portogallo, dall’Argentina alla Russia, da Cuba agli Emirati Arabi… e, ora, uno dallo spazio.

Autori di tutto il mondo, dai videomaker ai non professionisti, possono così dare un contributo personale a questo evento planetario realizzando un breve video (della durata compresa fra i trenta e i sessanta secondi) attraverso qualsiasi tecnologia (videocamera, fotocamera, smartphone, tablet e altre ancora) sul tema “Nutrizione-Vita”. I formati ammessi sono i più noti: AVI, MPG, MPEG, MOV, MP4, WMV. Il materiale dovrà essere caricato, entro il 10 marzo 2015, su www.shortfoodmovie.expo2015.org, consultabile in otto lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, tedesco, cinese, giapponese). Inoltre, dal 10 novembre 2014 al 10 marzo 2015, i quindici video più votati dagli utenti saranno presi in esame dalla giuria di qualità di Short Food Movie-Expo Milano 2015 che selezionerà i migliori tre: gli autori vinceranno un viaggio a Milano e i biglietti di ingresso all’Esposizione Universale. Infine, un ulteriore premio verrà assegnato al vincitore della categoria “Food & Wellness”.

F841E04B-3710-4E41-83F0-0FE1737FBD70[1]