29 January, 2023
HomePosts Tagged "Emilio Gentile"

[bing_translator]

Con la conferenza storica Pro patria mori. Il culto dei caduti dalla Grande Guerra alla guerra del Vietnam”, tenuta da uno dei più eminenti storici italiani prof. Emilio Gentile, introdotto dal generale Giovanni Domenico Pintus, comandante del Comando Militare Esercito Sardegna, si è conclusa sabato 9 giugno 2018, presso il Centro Culturale “Giovanni Lilliu” di Barumini, la rassegna cinematografica “Il mondo in guerra visto dal cinema e dai media”.

Sei mesi di proiezioni, incontri, dibattiti e riflessioni, con al centro i temi relativi al centenario dalla fine della Grande Guerra e al 70° anniversario dalla dichiarazione universale dei diritti umani, raccontati e rivisitati attraverso lo strumento cinematografico ed integrati con una didattica interattiva che ha dato risalto alla conoscenza diversificata di relatori di primissimo piano.

Una kermesse prestigiosa, che ha visto la partecipazione dei più illustri storici del panorama italiano, quali i professori Alessandro Barbero, Gregory Alegi, Michele D’Andrea, Mauro Canali ed Emilio Gentile, che hanno incentrato i loro interventi sulla trama di nove  film storici riguardanti la prima e seconda guerra Mondiale.

Il progetto scolastico, denominato “Il mondo in guerra visto dal cinema e dai media. 1914-1945”, elaborato dall’istituto superiore  Bacaredda-Atzeni di Cagliari e Capoterra, patrocinato dal Comando Militare Esercito Sardegna, ha partecipato al bando sulla didattica del cinema 2017 pubblicato dalla Regione Autonoma della Sardegna e dedicato al 100° anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, risultando  prima tra tutti progetti presentati.

Allo stesso hanno aderito l’istituto comprensivo La Marmora di Monserrato, le medie di Capoterra, l’istituti comprensivo statale Villamar, l’istituto “Gramsci” di Monserrato, il comitato sardo per il Centenario della Grande Guerra, l’Università degli Studi di Cagliari e l’Ordine dei giornalisti della Sardegna, nonché i comuni dell’hinterland cagliaritano di Monserrato, Villamar, Capoterra e Barumini.

La giornata di Barumini si è conclusa con il saluto ed il ringraziamento del generale Pintus a professori, studenti e autorità Comunali che hanno sostenuto il progetto, consentendo la piena riuscita della complessa organizzazione estesa al territorio metropolitano.

Ciò, frutto di un’attività sinergica tra tutte le istituzioni che, rendendo protagonisti gli studenti, ha ripercorso attraverso il cinema i più importanti eventi che dall’inizio del ‘900 hanno segnato la società del tempo, cambiando radicalmente il corso del XX secolo.

Entro il mese di giugno, sempre nell’ambito del progetto, si concluderà il concorso indetto per gli studenti, denominato L’esercito italiano nelle missioni nazionali ed internazionali, che prevede la realizzazione e l’elaborazione di un cortometraggio, con didascalie, immagini e filmati autentici o di repertorio, volto a far conoscere alle nuove generazioni il ruolo fondamentale svolto dalle Forze Armate italiane in favore della pacificazione e stabilizzazione internazionale.

[bing_translator]

Con la cerimonia dell’Alzabandiera ha avuto inizio stamane, all’interno del comprensorio polisportivo militare Generale “Gastone Rossi”, la giornata dedicata al personale civile del ministero della Difesa, inserita in un contesto interlocutorio aperto trasparente e sinergico, con le scuole e la cittadinanza metropolitana.

«Lo scopo della manifestazione, infatti, è anche quello di avvicinare la cittadinanza alle nostre caserme ed in particolare al comprensorio polisportivo militare “Generale Rossi”, affinché i cittadini possano conoscere l’infrastruttura e rendersi conto di come i nostri militari quotidianamente utilizzano questi spazi per addestrarsi, svolgere adeguatamente i propri compiti istituzionali in Italia e all’estero.»

Con queste parole il Comandante del Comando Militare Esercito Sardegna Generale di Divisione Giovanni Domenico Pintus, ha salutato le autorità ecclesiastiche, civili e militari, le numerose rappresentanze intervenute che  hanno affollato le tribune.

Nella circostanza sono stati conferiti numerosi riconoscimenti al personale civile in servizio presso gli Enti, Direzioni e Reparti delle Forze Armate dell’isola, premiando lunghe attività di servizio contraddistinte da meritevolezza, dedizione e maestria lavorativa, della componente civile della difesa, che rappresenta una pedina fondamentale della struttura funzionale e organizzativa del dicastero.

Al conferimento dei riconoscimenti hanno fatto seguito un saggio di equitazione e una dimostrazione di tecnica di riabilitazione equestre, svolti da personale del Centro Ippico Militare di Cagliari e da personale specializzato dell’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria.

La manifestazione è proseguita con personale del 151° Reggimento Fanteria della Brigata “Sassari”, che ha dato una dimostrazione delle tecniche di addestramento al metodo di combattimento militare, utilizzate nella preparazione delle unità dell’Esercito destinate all’impiego operativo in Italia e all’estero.

A seguire, quale simbolica testimonianza di coesione e integrazione sociale fra l’Esercito, i giovani e la collettività metropolitana, il Generale Giovanni Domenico Pintus ha consegnato un tricolore ad una rappresentanza di studenti dell’Istituto Bacaredda – Atzeni di Cagliari e Capoterra, con il quale il Comando Militare Esercito Sardegna ha condiviso e patrocinato un importante progetto a connotazione storica denominato “Il mondo in guerra visto dal cinema e dai media”, che si concluderà il prossimo 9 giugno a Barumini con l’intervento del noto storico professor Emilio Gentile.

La manifestazione si è conclusa con l’esibizione della banda musicale della Brigata Sassari, che si è cimentata  in un variegato repertorio musicale.

[bing_translator]

Ultimo appuntamento sabato 9 giugno 2018 presso il Centro Culturale “Giovanni Lilliu” di Barumini, della rassegna cinematografica “Il mondo in guerra visto dal cinema e dai media 1914-1918/1939-1945”, promossa dagli Istituti I.C. La Marmora, le Medie di Capoterra, I.C. Statale Villamar, I.P.S.A.R. Gramsci di Monserrato, l’I.I.S. Bacaredda-Atzeni di Cagliari, dal Comitato Sardo per il Centenario della Grande Guerra, dall’Università degli Studi di Cagliari e dall’Ordine dei Giornalisti della Sardegna, nell’ambito delle celebrazioni per il centenario dalla fine della Prima Guerra Mondiale e del 70° Anniversario dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Il progetto, ideato con l’intento di ripercorrere i più importanti eventi che dall’inizio del ‘900 hanno segnato la società del tempo e hanno cambiato radicalmente il corso del XX secolo, giunge così alla nona ed ultima tappa.

Come da programma anche per l’ultimo appuntamento dell’iniziativa che ha coinvolto e appassionato gli studenti e gli ideatori del progetto, è prevista una conferenza storico culturale, la proiezione di un film storico e il dibattito finale.

Per l’occasione il meeting storico-culturale della rassegna, sarà tenuto da uno dei più noti storici italiani, il prof. Emilio Gentile, professore emerito dell’Università La Sapienza di Roma, che intratterrà gli uditori con un’interessante esposizione dal titolo “Il culto dei caduti dalla Grande Guerra alla guerra del Vietnam”.