31 January, 2023
HomePosts Tagged "Federica Locci"

[bing_translator]

Si aprono di nuovo i sipari sulla Cdry Blue, il mercantile che la notte tra il 21 e il 22 dicembre scorso, a causa di una forte burrasca, si è incagliato sulla costa sud dell’isola di Sant’Antioco, tra Capo Sperone e Portu Sciusciau. La ditta americana Resolve Marine, specializzata nei recuperi navali, infatti, ha vinto la gara d’appalto per la rimozione del relitto. L’inizio dei lavori è previsto tra il 22 e il 23 giugno. La nave sarà smontata in pezzi e le varie parti saranno poi portate al cantiere San Giorgio di Genova, lo stesso in cui è stata demolita la Costa Concordia.
Il progetto per la rimozione è stato seguito dai ministeri dell’Ambiente e dei Trasporti, dall’Ispra e dall’assessorato regionale dell’Ambiente.
Il piano di recupero è stato appositamente studiato affinché vengano garantite, in particolare, la salvaguardia della posidonia marina e la tutela del falco della regina, che nidifica in quelle scogliere.
Soddisfatto per l’attenzione ricevuta a livello istituzionale, il sindaco di Sant’Antioco, Ignazio Locci, ha dichiarato che, al termine della rimozione del relitto, verranno effettuate opportune verifiche su eventuali danni causati dall’incagliamento della nave.
Durante i lavori, che dovrebbero avere la durata di due mesi, verrà utilizzata una fiamma in acetilene, in modo da salvaguardare ulteriormente l’ambiente circostante.
Del recupero e dell’accantonamento del materiale a bordo, si stanno già occupando gli uomini della ditta sarda Seamar.
Per quanto riguarda lo svolgimento delle operazioni di taglio e trasporto, verrà utilizzato un pontone dotato di una gru lunga 70 metri e larga 20, al quale verrà affiancata una seconda nave-deposito, sulla quale saranno caricati i rottami destinati al cantiere San Giorgio.
Federica Selis