9 February, 2023
HomePosts Tagged "Guardia Costiera Portoscuso"

IMAG0772

Gli uomini dell’Ufficio Circondariale Marittimo Guardia Costiera di Portoscuso hanno salvato la scorsa notte un giovane sub in difficoltà a Porto Paglia. Intorno alle 2.00 hanno ricevuto la segnalazione di un privato che dichiarava il mancato rientro del figlio, pescatore subacqueo sportivo, recatosi a pescare in località Porto Paglia alle 23.00, noncurante del divieto di effettuare l’attività di pesca. Il padre del ragazzo aveva perso i contatti con il figlio, tanto da pensare al peggio.

L’intervento della Guardia Costiera è stato immediato, con l’invio sul posto di una pattuglia per cercare il disperso sulla costa. Congiuntamente veniva interessata la motovedetta SAR della Guardia Costiera di Carloforte per coadiuvare le ricerche anche da mare, preallertando inoltre la motovedetta della Guardia Costiera di Sant’Antioco. L’oscurità e la conformazione del territorio rendono sempre molto complicate le ricerche e l’impossibilità di avere informazioni certe e spazi ben determinati di ricerca rischiano di estendere le ricerche a tratti di mare e di costa molto vasti.

Fortunatamente le ricerche della Guardia Costiera di Portoscuso hanno dato buon esito ed il ragazzo è stato ritrovato in buono stato di salute.

«Troppo spesso le persone – si legge in una nota della Guardia Costiera di Portoscuso – non comprendono la necessità di rispettare la normativa e commettono azioni con leggerezza rischiando gravissime conseguenze. Questo è proprio il caso di quanto è accaduto la scorsa notte. L’ordinanza balneare in vigore nel Circondario Marittimo di Portoscuso (13/2011), infatti, vieta esplicitamente la pesca subacquea notturna all’art. 31 comma 1 a).»

Porto Paglia.

Porto Paglia.