25 September, 2022
HomePosts Tagged "Maddalena Rinaldi"

[bing_translator]

“REW – La rete invisibile”, miniserie in cinque puntate ideata da Andrea Natale e Chiara Ferraraè un thriller psicologico verosimile, ambientato ai giorni nostri, a Roma e dintorni, oltre che ad Iglesias. Le musiche sono state realizzate da Andrea Soru, di Carbonia. E’ stata trasmessa in prima Tv sul canale Antenna Sud Pop Tv per un mese a partire dal 15 giugno di quest’anno.

L’opera è stata realizzata dagli stessi autori del cortometraggio “Boule de neige – Una nuova vita”, ispirato ad una toccante storia vera d’adozione e autismo ambientata in Puglia negli anni Novanta: Best Drama Poster e Best Social Impact ai Rome Web Awards 2015, Primo Premio al 45° Festival Nazionale di Cinematografia Villa di Chiesa 2014 e Miglior Corto per la sezione Il Sociale al Flaminio Film Festival 2014. Ma il percorso dell’opera non è ancora terminato: dal 25 al 27 settembre, sarà possibile votare online sul sito http://romewebawards.it/index.php/it/tournament-2015-it il cortometraggio finalista al Tournament dei Rome Web Awards 2015.

Gli stessi autori nel 2013 avevano realizzato “In Itinere”, ideato per il progetto espositivo “Frammenti di un discorso amoroso” curato da Maddalena Rinaldi per il Centro “Centro di documentazione della ricerca artistica contemporanea Luigi Di Sarro” di Roma, premiato per la miglior sceneggiatura al Festival Rive Gauche ArteCinema di Firenze lo scorso anno e finalista al Flaminio Film Festival di quest’anno.

La serie andrà in onda su Teleambiente canale 78 (Roma, Napoli, Pescara, Perugia) e 218 (Milano) del digitale terrestre ed anche in diretta streaming sul sito della rete www.teleambiente.it .

g 24 3  1

Successo, a Iglesias, per la mostra personale di #Alba Kia #ARTEnotteggiando, allestita nell’ambito di “Notteggiando”, nella Sala Branca del Palazzo Comunale di Iglesias, in Piazza Municipio.

#Alba Kia ha partecipato con una proiezione video ed una selezione di opere alla serie di mostre, inaugurate da un gruppo di ex studenti del Liceo Artistico di Iglesias selezionati e supervisionati dall’artista e docente Emilio Cafiero, per l’occasione anche curatore. L’iniziativa è stata promossa dall’assessorato della Cultura del comune di Iglesias.

Circa un centinaio di visitatori provenienti anche dall’estero hanno partecipato nell’arco di una sola serata, il 22 agosto, dalle 18.00 alle 24.00, a questo evento d’arte contemporanea.

Alba Kia, nome d’arte di Chiara Ferrara, è nata ad Iglesias nel 1986 e vive a Roma dal 2010. Laureata in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Sassari, nel 2011 si è diplomata con un Master di II livello in Curatore d’arte contemporanea all’Università La Sapienza di Roma. E’ responsabile di “Conversazioni” e collabora alle altre videorubriche della art-zine “VR_media lab – Il modo nuovo di comunicare l’arte con l’arte”, progetto selezionato al concorso “INDEPENDENTS4” Fiera d’arte contemporanea “ArtVerona” 2013. Ha tenuto laboratori e lezioni in scuole e università, tra cui la più recente in occasione della presentazione della mostra collettiva “Frammenti di un discorso amoroso” curata da Maddalena Rinaldi con il patrocinio del Co.Ri.S. Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell’Università La Sapienza. Collabora con alcune produzioni cinematografiche indipendenti e non, alla realizzazione di numerosi video del regista Andrea Natale. Ha ideato, insieme al collettivo di curatori “Curatorialmlac” il progetto espositivo “Wonder Art” con il patrocinio del MIBAC – Ministero per i Beni e le attività culturali, la #Fondazione Italia Giappone e in collaborazione con l’Università La Sapienza nel 2011. Nel 2010 e 2011 è stata tirocinante presso la Soprintendenza alla Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma.

Vanta all’attivo numerose mostre collettive in tutta Italia, una personale e numerosi riconoscimenti tra cui il primo premio al Concorso d’arte contemporanea “ArtExpò” nel 2012.

Alcune delle sue opere sono state acquisite nell’Archivio del “Fondo Incisori Siciliani” di Palermo, sono presenti in esposizione ed in archivio al Liceo Artistico “Remo Branca” e dell’Archivio Storico Comunale di Iglesias e fanno parte di diverse collezioni private.

Nel corso degli anni ha collaborato con operatori didattici e numerosi artisti a livello internazionale, galleristi, professori, maestre, grafici, curatori d’arte, sceneggiatori, registi, emittenti televisive regionali, associazioni no-profit, riviste d’arte.

Alba Kia, nella mostra #Alba Kia #ARTEnotteggiando riporta alla luce alcune delle opere realizzate a partire dagli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Sassari.

Dalla visione di queste opere emerge un forte legame verso la terra madre di Chiara, la Sardegna con un particolare riferimento al Sulcis Iglesiente, lo dimostrano in particolare i quadri della serie Equilibrarte dipinti su carte nautiche, tra le quali anche quelle della Costa del Leone, ed anche le vedute in Senza titolo (Buon Cammino) ed Ottagono (Monte Linas Marganai).

Un’affinità tra tutte le opere esposte è l’interesse per la luce nelle sue molteplici accezioni, una caratteristica che accompagnerà l’intero percorso dell’artista.

Diverse sono le tecniche pittoriche esibite: dalla grafite, inchiostro, acquerello, tempera, acrilico, puntasecca, acrilico, olio, fino al scatto fotografico della serie Uno, nessuno e centomila… liberamente ispirato all’opera pirandelliana. Questa varietà e contaminazione tra tecniche con risultati inediti, evidenzia un percorso ricco di esperienze e dimostra l’importanza della sua ricerca e la capacità di mettersi alla prova e sperimentare, fino al raggiungimento di una maturità artistica che l’ha portata a vincere manifestazioni del calibro di ArtExpò (2012) e a partecipare a mostre illustri in varie città come Torino, Palermo, Pescara, Marghera e Roma in cui vive da più di quattro anni.

Fin dai primi schizzi dimostra una tecnica raffinata capace di sorprendere lo spettatore e renderlo parte attiva nel processo creativo dell’opera.

(Andrea Natale)

In mostra erano presenti opere realizzate dal 2005 al 2010 e una proiezione video che proponeva alcune immagini e brevi filmati riguardanti il percorso artistico di Chiara Ferrara (Alba Kia):

– Riconoscimenti: Premio ArtExpò (Pontecorvo 2012), finalista Premio HR Human Rights (Torino 2012)

– Prime esperienze al liceo artistico “Remo Branca di Iglesias”: partecipazione alla trasmissione televisiva Aiò la scuola in TV in onda su Videolina nel 2003,

realizzazione del disegno del fregio del Breve di Villa di Chiesa per la copertina del “Quaderno 3” (collezione dell’Archivio Storico Comunale di Iglesias), 2003

– Esperienze durante gli studi all’Accademia di Belle Arti di Sassari

– Alba Kia, documentario del 2011

– Evento ModulART@HOME, Pescara, alcuni momenti tratti dal documentario del 2011

– Ritratti per la sigla finale del mockumentary LifeRM, 2011

– Collaborazione artistica per la videostoria Ombre di ieri, 2011

– Esperienze cinematografiche: grafiche, animazioni, montaggi video… Sigla iniziale animata dello spot sociale Il tempo è, 2011 – Animazione sigla iniziale spot sociale THE Player, 2011

– VR_media lab, responsabile della rubrica Conversazioni e autrice dei disegni per lo spot, dal 2012

– Montaggio video e grafiche (video slot) per il cortometraggio “Minnie” con Edoardo Purgatori, 2012

– Ritratti dal vero, Notteggiando 2013: alcuni momenti dell’evento proposto ad Iglesias l’anno scorso in collaborazione con il Cafè Novecento e il Comitato della Festa di San Pio X

– Alcuni momenti dal video realizzato da VR_media lab sulla lezione al #Dipartimento Comunicazione e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza in occasione della presentazione della mostra Frammenti di un discorso amoroso, trailer dell’opera video In Itinere realizzata con particolare riferimento ad un dipinto di #Alba Kia da Andrea Natale per la stessa mostra, 2013

– Alcuni momenti dal video di VR_media lab sul progetto Carpe Artem, 2013

Tra i contributi video presenti in mostra anche il più recente trailer del cortometraggio “Boule de neige – Una nuova vita” basato su una storia vera di adozione e autismo accaduta in Puglia negli anni Novanta scritto con il regista romano Andrea Natale e l’attore pugliese Felice Capogrosso. Il film è stato inserito nella official selection del Foggia Film Festival che si terrà a Foggia nel mese di novembre ed è stato finalista alla II ed. del Festival Internazionale AutisMovie, Cagliari, giugno 2014. Alba Kia ha realizzato anche le foto di backstage, gli storyboard, i titoli d’apertura e titoli finali, ha curato la grafica ed è suo il disegno per la locandina e per il materiale promozionale (“Il mestiere del padre”, inchiostro su carta, vedere allegato 1). Produzione Carlo Rubino, Angelo Pisciotti, Giuseppe De Angelis. Patrocinato da numerose associazioni e comuni della provincia di Foggia. Girato a Lucera, Volturino e dintorni. Sinossi breve: Anna e Marco adottano Mattia, un bambino che scopriranno essere autistico. Il piccolo ama le boule de neige e disegnare. Dopo un primo periodo di sconforto da parte dei genitori che non riescono a comunicare con Mattia, il padre, architetto, troverà la giusta chiave per entrare nel suo mondo. Così avrà inizio una nuova vita.

Ora che la miniera siamo noilocandina_BouledeneigeUnanuovavita Fotomostraalbakia_AndreaNatale