18 May, 2024
HomePosts Tagged "Margherita Chessa"

CLa Sardegna detiene un triste primato, quello di regione italiana più colpita dal diabete e la prima al mondo con 40 casi all’anno ogni 100.000 abitanti nella fascia di età 0/14, con una popolazione di oltre 50.000 diabetici, di cui circa 2.000 fra bambini e adolescenti. L’incidenza nelle regioni italiane  è di 7/9  casi ogni 100mila abitanti nella fascia di età 0/14 anni e si stimano, a livello nazionale, 14mila bambini con diabete. L’associazione per il diabete infantile giovanile sarda, promuovono il #Campo scuola interregionale per bambini con diabete di età compresa 9/13 anni. 25 i bambini partecipanti appartenenti all’associazione della Sardegna e del Molise, accompagnati dall’equipe psico-medico-pedagogica dei rispettivi Servizi di diabetologia pediatrica: ospedale Brotzu di Cagliari responsabile dott.ssa Margherita Chessa, Ospedale Cardarelli di Campobasso,

La località prescelta è Orosei, presso il complesso turistico di Torre Moresca dal 6 al 12 luglio 2014.

Il programma prevede di fornire ai bambini e agli adolescenti la capacità di comprendere e fare proprie le nozioni teorico-pratiche necessarie alla cura ed alla gestione del loro diabete con interventi di verifica in riferimento alle diverse età (esempio: questionari) Saranno importanti  le lezioni teorico pratiche durante le quali i ragazzi possono  discutere e fare proprie le conoscenze apprese. Lezioni teorico pratiche  per insegnare  ai partecipanti ad autogestire il diabete ed allontanare le temibili complicanze, e per convivere con la malattia, presupposti per affrontare la vita con serenità, il tutto in un ambiente di vacanza e svago per i piccoli ospiti

– dare la possibilità di esprimere i propri “vissuti di malattia”. A tale scopo nel campo si promuoveranno incontri di gruppo con lo psicologo durante i quali i bambini e gli adolescenti si confronteranno anche su argomenti che riterranno più  importanti.

 Educazione diabetologica durante il campo scuola:

– Eseguire un’analisi delle urine

– Eseguire una glicemia capillare

– Preparazione e capacità pratica di riempire la siringa e di somministrarsi l’insulina

– Capacità di rotazione cutanea dell’iniezione e riconoscimento delle differenze di assorbimento delle zone di somministrazione

– Capacità di riempire la penna insulinica

– Preparazione della dose ed iniezione mediante penna insulinica

– Lezione – Aspetti teorici della terapia con microinfusore

– Acquisizioni e prese di coscienza delle problematiche legate all’ipoglicemia e iperglicemia

– Nozioni pratiche di alimentazione.