18 May, 2022
HomePosts Tagged "Maurizio Pisu"

[bing_translator]

Il Carbonia c’è. Dopo l’immeritata sconfitta di Assemini e l’eliminazione dalla Coppa Italia ad opera del Guspini Terralba, la squadra di Andrea Marongiu ha affrontato al “Carlo Zoboli” la matricola Seulo 2010, la squadra dal miglior rendimento esterno (3 vittorie e 1 pareggio, 15 goal segnati e 4 soli subiti nelle prime quattro trasferte), con una formazione ampiamente rimaneggiata, conquistando un meritato pareggio che le consente di mantenere il comando solitario della classifica.

Già privo del bomber Giuseppe Corona (capocannoniere del girone co0n 8 reti), Giovanni Congiu, Fabrizio De Gradi, Andrea Desogus e Maurizio Pisu, Andrea Marongiu nel riscaldamento ha perso anche Daniele Bove, rimpiazzato con Alessio Sabiu.

La prima occasione è capitata all’ex Chicco Trogu che ha impegnato Alessio Sabiu ma è stato il Carbonia a sbloccare il risultato al 27′: Momo Cosa si è proposto sulla fascia sed è stato fermato fallosamente da Aresu. L’arbitro ha fischiato il rigore, contestato dagli ospiti e dagli 11 metri Stefano Demontis ha trasformato, portando il Carbonia in vantaggio. Il Seulo 2010 ha accusato il contraccolpo psicologico per il goal subito e poco dopo ne hanno subito un secondo, annullato dal direttore di gara per una posizione di fuorigico.

Il Seulo 2010, dopo il riposo, è tornato in campo con uno spirito diverso ed ha impiegato solo 4′ a riportarsi in parità, autore Salvatorangelo Boi con una spettacolare rovesciata che non ha lasciato scampo ad Alessio Sabiu.

Da lì in avanti la partita è filata via sul filo dell’equilibrio, Alessio Sabiu ha negato due volte il goal agli attaccanti del Seulo 2010, con una nota di particolare merito per la parata su Chicco Trogu, presentatosi incontro a lui senza ostacoli e letteralmente ipnotizzato al limite dell’area, il Carbonia ha chiesto inutilmente un secondo calcio di rigore e al 94′, all’ultimo secondo di recupero, è stato Stefano Demontis a colpire la traversa a portiere ormai nettamente scavalcato.

Il Carbonia resta al comando solitario della classifica, con 22 punti, in virtù dei pareggi maturati tra Guspini Terralba e Samassi (3 a 3) e tra Frassinetti Elmas ed Arbus (0 a 0), con Guspini Terralba, Samassi ed Arbus che restano appaiate al secondo posto a un punto dalla squadra biancoblu.

Alle loro spalle si avvicina la San Marco che ha regolato la Monteponi con il punteggio di 2 a 1, ed ora è a tre punti dalla vetta, mentre il Seulo resta al quinto posto, a quattro punti di distanza. La sconfitta di Assemini fa precipitare la Monteponi al quart’ultimo posto, con 8 punti, uno solo in più della coppia Villacidrese-Siliqua. Il Quartu 2000 ha superato il Sant’Elena nel derby quartese per 2 a 1, scavalcando la Monteponi e riportandosi così in quota salvezza.

Sugli altri campi, bella vittoria per il Carloforte sul Siliqua, 2 a 1, con i barchini ora appaiati al nono posto alla Frassinetti Elmas e al Selargius che ha superato per 3 a 0 il Barisardo, fanalino di coda della classifica e primo indiziato per la retrocessione; e, infine, impresa esterna per la Tharros a Villacidro: 1 a 0.

img_3162img_3163

img_3173 img_3172 img_3169 img_3168 img_3165 img_3164  img_3159 img_3158 img_3157 img_3156 img_3155 img_3154

img_2596img_2595img_2594img_2593-2img_2592img_2591img_2591-2img_2590img_3150 img_3149 img_3148 img_3147 img_3146 img_3142 img_3141 img_3140 img_3139 img_3138 img_3137 img_3131 img_3130 img_3129 img_3127 img_3121 img_3119 img_3118 img_3117 img_3116 img_3115 img_3114 img_3113 img_3112 img_3111 img_3110 img_3109 img_3108 img_3107 img_3106 img_3105 img_3104 img_3103 img_3102 img_3101 img_3100 img_3099 img_3098 img_3097 img_3096 img_3095 img_3094 img_3093 img_3092 img_3091 img_3090 img_3089 img_3088 img_3087 img_3086 img_3085 img_3084 img_3083 img_3082 img_3081 img_3080 img_3079 img_3078 img_3077 img_3076 img_3075 img_3074 img_3073 img_3072 img_3059 img_3055 img_3053 img_3051 img_3047 img_3044 img_3043 img_3042 img_3041 img_3040 img_3034 img_3033 img_3032 img_3031 img_3030 img_3029 img_3028 img_3027 img_3026 img_3025 img_3024 img_3023 img_3022 img_3017 img_3008 img_3007 img_3006 img_3005 img_3004 img_3003 img_2696 img_2696-2 img_2695 img_2695-2 img_2693 img_2692 img_2689 img_2686 img_2680 img_2679 img_2673-2 img_2672 img_2666 img_2664 img_2661 img_2634 img_2633 img_2632-2 img_2626 img_2625-2 img_2614 img_2609 img_2607-2 img_2606 img_2605-2 img_2604 img_2603-3 img_2603-2 img_2599

img_3215 img_3214 img_3213 img_3212 img_3211 img_3210 img_3209 img_3206 img_3205 img_3202 img_3201 img_3200 img_3198 img_3197 img_3196 img_3194 img_3193 img_3192 img_3191 img_3190 img_3189 img_3188 img_3187 img_3186 img_3181 img_3180 img_3179 img_3178 img_3175 img_3174

 


[bing_translator]

Il Carbonia passa a Siliqua con un punteggio tennistico, 6 a 1, ed accede ai quarti di finale della Coppa Italia. Continua lo straordinario avvio di stagione della squadra di Andrea Marongiu, capolista solitaria a punteggio pieno e con la porta inviolata in campionato dopo 4 giornate, con 3 punti di vantaggio sulle più immediate inseguitrici, e non si ferma la marcia neppure in Coppa Italia. Dopo aver eliminato la Monteponi con una larga vittoria esterna (3 a 0) ed una sconfitta di misura casalinga (0 a 1), i biancoblu si sono ripetuti contro il più modesto Siliqua, battuto 1 a 0 nel match casalingo di due settimane fa e travolto oggi sul suo campo, come già evidenziato, per 6 a 1.

La partita non ha mai avuto storia. Sono bastati 28 secondi, infatti, al Carbonia, per sbloccare il risultato con Giuseppe Corona. Al 3′ è arrivato il raddoppio, autore Marco Foddi, al 14′ il terzo goal, realizzato da Daniele Contu. Nel finale del primo tempo, sono arrivati prima il quarto goal, autore ancora Marco Foddi, poi l’espulsione di Daniele Contu con un cartellino rosso diretto estratto dall’arbitro Matteo Manis di Oristano, unica nota stonata della giornata per la squadra mineraria.

Nella ripresa sono arrivati altri tre goal, prima quello della bandiera del Siliqua, autore Cau, poi una doppietta di Giuseppe Corona che ha portato a tre il bottino di goal personale ed ha fissato il punteggio definitivo sul 6 a 1.

Il Carbonia ha giocato senza alcuni titolari (Stefano Demontis, Nicola Serra e Maurizio Pisu), con tanti giovanissimi. Ha esordito in prima squadra Andrea Bove, classe 1999, entrato al 75′ al posto di Giovanni Congiu.
Hanno giocato tutta la partita Alessio Graccione (1998), Fabio Cuccheddu (1997) e Simone Giovagnoli (1997) e dal 70′ Giovanni Nonnis (1997), entrato al posto di Cristian Mameli.

Carbonia calcio 2016-2017

[bing_translator]

Raduno intorno ad una panchina, breve discorso del tecnico Andrea Marongiu per chiarirsi le idee su quello che sarà il lavoro da fare nella fase iniziale della nuova stagione, poi tutti sul manto erboso dello stadio Comunale “Carlo Zoboli” per la prima sgambata con il pallone. E’ iniziata così, ieri pomeriggio, intorno alle 17.30, la preparazione del Carbonia in vista del campionato di Promozione regionale 2015/2016. L’organico a disposizione del nuovo tecnico si presenta in parte cambiato rispetto a quello che ha concluso brillantemente la stagione 2015/2016, con un terzo posto in campionato a pari punti con la seconda classificata, il Bosa, poi promossa in Eccellenza regionale, ed una finale di Coppa Italia persa ai calci di rigore con lo stesso Bosa, sul campo del Centro Federale di Sa Rodia, a Oristano.

Sono partiti Fabiano Todde (1988) e Daniele Bratzu (1999), passati entrambi alla Kosmoto Monastir, in Eccellenza, dove giocherà anche l’ex Carbonia Nicola Rais (1985), lo scorso anno al Castiadas, nel campionato di serie D. E non ci sono più Nicola Boi (1993), per motivi di lavoro, e Giancarlo Porcu (1978), per ragioni anagrafiche.

Sono stati confermati Daniele Bove, Alessio Sabiu (1995), Cristian Mameli (1995), Daniele Contu (1995), Momo Cosa (1995), Giuseppe Corona (1989), Stefano Demontis (1988), Marco Foddi (1994, al rientro a Carbonia dopo l’esperienza vissuta al Budoni, in serie D) che faranno da chioccia ai compagni più giovani: Maurizio Pisu (1996), Giovanni Nonnis (1997), Nicola Garau (1998), Marco Saidu (1998), Giuseppe Pilloni (1998), Lorenzo Porcu (1998), Alessio Graccione (1998), Nicola Serra (1999), Elia Carboni (1997), Mattia Carboni (1997), Simone Giovagnoli (1997), Giovanni Congiu (1997).

Andrea Marongiu ha spiegato ai suoi calciatori quello che è il suo “credo calcistico”,  le linee della preparazione concentrata fin dal primo giorno sull’impiego del pallone, come già fatto nella stagione scorsa («nelle ultime tre giornate correvamo più degli avversari – ha sottolineato il tecnico di Gonnesa – ed abbiamo realizzato ben 11 reti»), ed ha chiesto a tutti impegno totale e concentrazione sul lavoro.

La nuova stagione inizierà a metà settembre con il primo turno della Coppa Italia che proporrà il derby con la Monteponi dell’ex Titti Podda e la prima domenica di ottobre prevede il via al nuovo campionato.

Ieri pomeriggio abbiamo intervistato il presidente Renato Giganti.

IMG_5430

IMG_5472 IMG_5471 IMG_5469 IMG_5467 IMG_5466IMG_5475 IMG_5463 IMG_5462 IMG_5461 IMG_5460 IMG_5459 IMG_5458 IMG_5457 IMG_5456 IMG_5455 IMG_5454 IMG_5453 IMG_5452 IMG_5451 IMG_5445 IMG_5443  IMG_5435 IMG_5432  IMG_5438

[bing_translator]

Il Carbonia finalista della Coppa Italia 2015/2016.

Il Carbonia finalista della Coppa Italia 2015/2016.

E’ iniziato il conto alla rovescia per l’inizio della nuova stagione del Carbonia calcio, nel campionato di Promozione regionale. Il tecnico Andrea Marongiu, confermatissimo dopo l’eccellente prima stagione, conclusa con un terzo posto in campionato (secondo come punteggio a pari punti con il Bosa, qualificato ai play off per miglior classifica nei confronti diretti, poi promosso in Eccellenza) e una finale di Coppa Italia persa ai calci di rigore contro lo stesso Bosa.

La rosa si presenta cambiata rispetto allo scorso anno, per alcune partenza e altrettanti rientri e inserimenti di giovani. E’ stato confermato il bomber Giuseppe Corona, a disposizione di Andrea Marongiu dall’inizio della preparazione, mentre sono partiti Fabiano Todde e Daniele Bratzu, passati entrambi alla Kosmoto Monastir, in Eccellenza, dove giocherà anche l’ex Carbonia Nicola Rais, lo scorso anno al Castiadas, nel campionato di serie D. E non ci sono più Nicola Boi, per motivi di lavoro, e Giancarlo Porcu, per ragioni anagrafiche (1978).

L’organico è stato costruito con un gruppo di 8 “anziani”: Daniele Bove, Alessio Sabiu (1995), Cristian Mameli (1995), Daniele Contu (1995), Momo Cosa (1995), Giuseppe Corona, Stefano Demontis, Marco Foddi (al rientro a Carbonia) che faranno da chioccia ai compagni più giovani, che hanno già firmato il rinnovo: Maurizio Pisu (1996), Giovanni Nonnis (1997), Nicola Garau (1998), Marco Saidu (1998), Giuseppe Pilloni (1998), Lorenzo Porcu (1998), Alessio Graccione (1998) e Nicola Serra (1999). Verranno inseriti in prima squadra alcuni giovani nati nel 2000 e rientrano i gemelli Elia e Mattia Carboni, Simone Giovagnoli e Giovanni Congiu, tutti del 1997.

La Coppa Italia inizierà il 17 settembre, il campionato il 2 ottobre.

[bing_translator]

Il Carbonia finalista della Coppa Italia 2015/2016.

Il Carbonia finalista della Coppa Italia 2015/2016.

Il Carbonia riparte da Andrea Marongiu. Archiviata una stagione assai brillante, conclusa con il terzo posto in classifica in campionato e i play-off mancati solo per peggiori scontri diretti con il Bosa, poi promosso in Eccellenza, e la finale della Coppa Italia persa ai calci di rigore proprio contro il Bosa, a Oristano. Il Carbonia ha inoltre ricevuto il premio quale squadra più giovane dell’intero panorama calcistico di Eccellenza e Promozione regionale della scorsa stagione. La società guidata dal presidente Renato Giganti ha deciso di affrontare il prossimo campionato di Promozione, che prenderà ufficialmente il via da lunedì 22 agosto con l’inizio della preparazione, con la conferma del 46enne tecnico di Gonnesa in panchina e con un organico ancora più giovane, in linea con la strategia societaria tracciata negli ultimi anni che intende premiare il proprio settore giovanile già ampiamente protagonista in prima squadra.

Andrea Marongiu, sarà coadiuvato da Manuel Contu, con Simone Di Franco nuovo preparatore dei portieri.

L’organico è stato costruito con un gruppo di 9 “anziani”: Daniele Bove, Alessio Sabiu (1995), Nicola Boi, Cristian Mameli (1995), Daniele Contu (1995), Momo Cosa (1995), Giuseppe Corona, Stefano Demontis, Marco Foddi (al rientro a Carbonia). Questi calciatori saranno chiamati a fare da chioccia ai compagni più giovani, che hanno già firmato il rinnovo: Maurizio Pisu (1996), Giovanni Nonnis (1997), Nicola Garau (1998), Marco Saidu (1998), Giuseppe Pilloni (1998), Lorenzo Porcu (1998), Alessio Graccione (1998), Nicola Serra (1999) e Daniele Bratzu (1999). In rampa di lancio ci sono alcuni giovani nati nel 2000.

E’ molto probabile il rientro dei gemelli Elia e Mattia Carboni, di Simone Giovagnoli, Fabio Cuccheddu e Giovanni Congiu tutti del 1997.

Una rosa di 9 adulti e 14 fuoriquota, dunque, ai quali verranno probabilmente aggiunti 2 giocatori (un difensore e un centrocampista entrambi ex Carbonia).