7 July, 2022
HomePosts Tagged "Michele Chelo"

[bing_translator]

C’è grandissima attesa per la sfida tra Carbonia ed Ossese, prima e seconda del campionato di Eccellenza regionale, divise da due punti, in programma questo pomeriggio, alle 15.00, allo stadio Comunale “Carlo Zoboli” di Carbonia. Il Carbonia arriva a questo appuntamento, snodo fondamentale sulla strada che porta alla promozione in serie D, reduce da due brillanti vittorie, ottenute a Nuoro e in casa con il Ghilarza. L’Ossese, da parte sua, ha iniziato il girone di ritorno con una vittoria in rimonta a Ghilarza (da 0 a 2 a 3 a 2) ed il pareggio casalingo con il Palma Monte Urpinu di Graziano Mannu.

Il campionato è ancora lungo ma il Carbonia non vuole assolutamente fallire la grande opportunità odierna. L’Ossese, come il Carbonia, è una matricola e finora costituisce la più grande sorpresa della stagione. All’andata finì 1 a 1 con tanti rimpianti per il Carbonia. L’Ossese passò in vantaggio in avvio di partita con il bomber Michele Chelo, il Carbonia rimase in 10 uomini per l’espulsione di Samuele Curreli ma reagì da grande squadra, pareggiando con Marcello Angheleddu e sfiorando ripetutamente il goal della vittoria.

Il Carbonia non ha più Samuele Curreli, tornato alla Monteponi, ed al centro dell’attacco c’è ora Giuseppe Meloni, andato in goal due volte nelle tre partite disputate dopo il suo arrivo, prima a Castiadas, poi in casa con il Ghilarza. I suoi goal promettono di essere l’arma in più del Carbonia sia oggi sia nella corsa verso la serie D!

Le altre due dirette concorrenti per la promozione, Castiadas e Nuorese, sono attese da impegni ricchi di insidie. Il Castiadas in casa gioca in casa con la Ferrini; la Nuorese, scossa dalle due sconfitte consecutive subite con il Carbonia in casa e ad Uri (1 a 5), gioca a Gavoi il derby con il Taloro. La società barbaricina, alla ripresa degli allenamenti, ha costretto i calciatori ad una levataccia alle 6.00 del mattino, ha poi ha promosso Pietro Rudellat a team manager ed è tornata sul mercato tesserando il giovane attaccante Daniele Cannas, classe 2001, originario di Bitti e cresciuto nel vivaio del Cagliari, da dove è arrivato in prestito.

Sugli altri campi, l’Atletico Uri, la squadra più in forma del momento reduce com’è da cinque vittorie consecutive, gioca ad Arbus; scontri salvezza tra Ghilarza e Guspini e tra La Palma Monte Urpinu e San Marco Assemini ’80; la Kosmoto Monastir ospita il Bosa, il Porto Rotondo gioca con il Li Punti.

[bing_translator]

Marcello Angheleddu.

Secondo pareggio esterno consecutivo per 1 a 1, per il Carbonia, sul campo dell’Ossese. La squadra di Andrea Marongiu ancora una volta ha costruito tanto, ha colpito una traversa al 7′ e un minuto dopo ha subito il goal del ventaggio dell’Ossese, autore Michele Chelo. Prima della mezz’ora, al 28′, il Carbonia è rimasto in 10 uomini per l’espulsione di Samuele Curreli, per cartellino rosso diretto.

Nonostante l’inferiorità numerica, il Carbonia ha continuato a macinare gioco ed occasioni e dall’inizio del secondo tempo ha schiacciato nella sua area l’Ossese, riuscendo a raggiungere il pari al 15′, con Marcello Angheleddu, pronto a deviare in rete un assist su calcio d’angolo di Mattia Cordeddu.

Sull’1 a 1, è stato il Carbonia a sfiorare il raddoppio ma il risultato non è più cambiato. Con il punto conquistato oggi, il Carbonia sale a quota 5 in classifica, al quarto posto, sulla stessa linea di Ossese, Castiadas ed Arbus, a due lunghezze dalla vetta, occupata sempre dalla Ferrini che ha rimontato due goal di svantaggio nel match casalingo con il Castiadas, e ad un punto dalla coppia formata dalla matricola Li Punti e dal Guspini di Giampaolo Murru che ha conquistato la seconda vittoria interna, superando per 2 a 0 il Ghilarza.

Prima vittoria per la Nuorese che dopo essere andata sotto di un goal in casa, con il Taloro Gavoi, ha reagito con grande forza e determinazione, rifilando 4 goal alla squadra ospite.

Sugli altri campi, Atletico Uri ed Arbus hanno pareggiato 0 a 0, la Kosmoto Monastir ha vinto 4 a 1 a Bosa e, infine, il La Palma Monte Urpinu ha espugnato per 2 a 0 il campo della San Marco Assemini ’80, alla prima sconfitta in campionato.

Domenica prossima il Carbonia ospiterà proprio la San Marco Assemini ’80, squadra eliminata negli ottavi di finale della Coppa Italia.