17 April, 2021
HomePosts Tagged "Sergio Costa" (Page 3)

[bing_translator]

L’assessore regionale della Difesa dell’Ambiente, Donatella Spano, ha presentato ieri a Roma, al ministro dell’Ambiente Sergio Costa, un corposo dossier con in evidenza numerosi temi di importanza strategica per l’ambiente presentato dalla Commissione Ambiente ed Energia in Conferenza delle Regioni. Nell’incontro, tenutosi al ministero guidato da Sergio Costa, erano presenti il presidente della Conferenza delle Regioni e Province autonome, Stefano Bonaccini, gli assessori regionali all’Ambiente ed i sottosegretari Vannia Gava e Salvatore Micillo.

Soddisfatta per l’esito costruttivo del vertice Donatella Spano, che ha anche proposto al ministro una metodologia di lavoro di incontri periodici per tavoli tematici con gli assessori regionali. «Il dossier presentato oggi è il risultato di un lavoro di grande collaborazione di tutte le Regioni e Province autonome che mette in evidenza tutte le principali questioni ambientali italiane adottando un approccio condiviso che, mettendo in campo tutte le competenze, favorisce confronto e soluzioni e contempli il coinvolgimento di tutte le Regioni sulle politiche ambientali nella nuova Programmazione dei fondi europei 2021-2017» ha detto l’assessore Spano. «Il ministro Costa ha accolto l’idea di lavoro secondo incontri periodici con gli assessori regionali e di confronti bilaterali sul territorio su specifiche problematiche».

Il dossier ha evidenziato in particolare sette temi: i rifiuti (con l’istituzione di una cabina di regia, l’utilizzo dei fanghi in agricoltura e la problematica amianto), i cambiamenti climatici, la qualità dell’aria, le infrazioni comunitarie, la tutela e difesa del suolo, il Sistema Nazionale di Protezione Ambientale (Snpa) con le attività di controllo e monitoraggio ambientale e, infine, l’Agenzia Italia Meteo.

Donatella Spano ha annunciato che il prossimo incontro con la Commissione Ambiente ed Energia si terrà a settembre in Sardegna. «Oggi, oltre al dossier comune – ha concluso – ho consegnato al Ministro anche uno più specifico sulla mia Regione». Nel documento relativo alla Sardegna vengono evidenziati molti punti positivi (l’economia circolare e la gestione dei rifiuti, la significativa accelerazione nelle bonifiche dei siti inquinati e il rilancio della politica forestale) ma soprattutto alcune criticità da risolvere, tra cui la procedura di infrazione europea dovuta alla mancata designazione delle Zsc (Zone speciali di conservazione) nelle aree interessate da poligoni militari, la localizzazione del deposito nazionale di stoccaggio delle scorie nucleari e la questione del riparto di competenze tra Stato e Regione relativamente alla individuazione e gestione dei siti marini.