1 February, 2023
HomePosts Tagged "Stefano Grassi"

[bing_translator]

Alle 14.30 il Carbonia scende in campo sul campo dell’Afragolese, lo stadio “Vittorio Papa” di Cardito (dirige Gerardo Simone Caruso di Viterbo, assistenti di linea Pio Carlo Cataneo di Foggia e Davide Fedele di Lecce), dove Marco Mariotti recupera Fabio Mastino ma deve rinunciare a Marco Piredda, squalificato per una giornata dopo l’espulsione per doppia ammonizione rimediata domenica scorsa a Santadi con il Muravera, e a Matteo Bagaglini, alle prese con un leggero infortunio (il capitano è stato anche diffidato dopo l’ammonizione rimediata sette giorni fa). Marco Mariotti ha convocato venti calciatori: Carboni, Russu, Fredrich, Serra, Cestaro, Tetteh, Gjuci, Stivaletta, Bigotti, Cannas, Palombi, Agostinelli, Odianose, Cappai, Pischedda, Costa, Salvaterra, Mastino, Isaia e Soumare.
La squadra biancoblù arriva a questo appuntamento con il morale alto, dopo il successo sul Muravera e, soprattutto, una serie di risultati positivi che l’hanno fatta salire fino al sesto posto in classifica, alle spalle delle grandi del girone G, con 20 punti in 12 partite giocate. I bookmakers la danno favorita, con quote abbastanza nette (la vittoria del Carbonia è quotata intorno a 2.20, quella dell’Afragolese a 2.95), in virtù della posizione di classifica (a parità di partite giocate, il Carbonia è sesto con 20 punti, l’Afragolese 11ª con Gladiator ed Insieme Formia, con 13 punti) e del ruolino di marcia delle due squadre (l’Afragolese in casa ha vinto due partite e ne ha perso quattro, realizzando 12 goal e subendone ben 14; il Carbonia in trasferta ha vinto due partite, ne ha pareggiato tre e perso una soltanto, con la Nocerina, 2 a 1, realizzando 11 goal e subendone solo sette) ma la squadra campana non va assolutamente sottovalutata, anche perché in settimana è stata quasi completamente rivoluzionata con acquisti e cessioni.

Sono 23 i convocati dell’Afragolese di Luigi Squillante. Sono assenti per infortunio Conte, Energe e De Rosa. Fava è in fase di recupero dopo l’operazione di appendicite. Rientrano tra i convocati Puntoriere, Nocerino, Marzullo e Carrotta, che avevano saltato la sfida con la Vis Artena. Non sono stati convocati Pragliola, Salzano, Castagna, Sannia, Tiberio, Caruso, Marigliano e Giordano.

La società guidata dal presidente Raffaele Niutta (tornato vicino alla squadra reduce dal Covid-19) in settimana è stata attivissima sul mercato. Ha tesserato dapprima Stefano Costantino, classe ’87, centrocampista prelevato dal Sorrento, con una lunghissima esperienza tra serie C e serie D, avendo vestito in passato le maglie di Savoia, Bitonto, Castiglione, Sant’Antonio Abate, Vigor Lamezia, Isola Liri, Gladiator, Terracina, Bastia, Herculaneum e Matese.

Salvatore Astarita, difensore centrale, una lunghissima carriera sui vari campi di serie C e serie D, con Giugliano, Giulianova, Paternò, Sapri, Paganese, Ebolitana, Vigor Trani, Casertana, Noto, Turris, Akragas, Torrecuso, Virtus Campania, più un’esperienza in Spagna con il Betis Siviglia.

Marco Castagna, classe ’98, centrocampista cresciuto nel settore giovanile del Parma, con una lunga esperienza tra serie C e serie D, con Entella, Modena e Lucchese, prima del passaggio alla Cavese dove ha giocato l’ultima stagione.

Badr Eddin El Ouazni, conosciuto come “Bruno”, attaccante che fa della strapotenza fisica e della tecnica individuale il suo biglietto da visita. Ha giocato con Forza e Coraggio, Real Volturno, Ctl Campania, Taranto, Arzanese, San Severo, Rieti, Gelbison, Marcianise, Herculaneum, Juve Stabia, Cavese, Foggia e Casarano ultimo club, prima dell’approdo in rossoblù.

I fuoriquota Daniele Marchese e Michele Peluso. Daniele Marchese è un centrocampista classe 2002.; Michele Peluso è un terzino destro classe 2001.

Dopo i due anticipi di ieri, che hanno visto Latte Dolce e Lanusei pareggiare rispettivamente 0 a 0 in casa con il Nola e 1 a 1 sul campo del Savoia, il programma della 14ª giornata del girone d’andata, oltre ad Afragolese-Carbonia prevede anche le seguenti partite:

Arzachena Academy-Insieme Formia, dirige Marco Maria Di Nosse di Nocera Inferiore, assistenti di linea Ilario Montanelli di Lecco ed Antonio Minieri di Treviglio;

Cassino Calcio-Torres, dirige Deborah Bianchi di Prato, assistenti di linea Gabrio Pulcinelli e Gianmarco Macripò di Siena;

Giugliano-Team Nuova Florida, dirige Stefano Grassi di Forlì, assistenti di linea Michele Desiderato di Barletta ed Antonio Alessandrino di Bari;

Muravera-Nocerina, dirige Emanuele Tartarone di Frosinone, assistenti di linea Marco Giudice di Frosinone e Massimiliano Starnini di Viterbo.

La partita Latina-Monterosi, scontro tra seconda e prima in classifica, è stata rinviata a causa di casi di positività al Covid-19. Tre calciatori del Latina, squalificati dopo le espulsioni rimediate domenica scorsa nel corso della partita persa sul campo della Vis Artena, salteranno la prossima partita, in programma mercoledì 3 febbraio al Comunale di Santadi contro il Carbonia: il centrocampista Marco Teraschi, appiedato per tre giornate; il bomber Luca Di Renzo, due giornate; e il difensore Luca Orlando, fermo per una giornata.

Giampaolo Cirronis

[bing_translator]

Dal 3 al 9 giugno, la rotta dei tonni dell’Isola in kayak, tra i comuni di Stintino a nord e Portoscuso e Carloforte a sud, un progetto originale nel suo genere e primo in assoluto in Sardegna, un programma che unisce Sport e inclusione, Benessere, Cultura e Promozione del territorio.

Il luogo di navigazione è la costa occidentale dell’Isola tra i Comuni di Stintino a nord e Portoscuso e Carloforte  a sud; dove, in queste ultime località, sono ancora presenti le tonnare a terra, tra le poche attive nel Mediterraneo e mirabile esempio di pesca ecosostenibile e di Cultura marinara.

In questo scenario, dove il confine tra il mare e l’entroterra è segnato  da un litorale tra i più belli e selvaggi della Sardegna, si navigherà in kayak seguendo la Rotta che i tonni percorrono a primavera nel Mediterraneo, da tempo immemorabile, alla ricerca dei luoghi migliori per riprodursi.

Un viaggio esperienziale di oltre 150 mn – 280 km suddiviso in tappe per complessivi 7 giorni, approdando ogni giorno dove insistono le testimonianze storiche e monumentali delle antiche tonnare.

Il team è composto da Stefano Grassi, specialista ed esperto nella navigazione sulle lunghe distanze in acque nazionali ed internazionali; Lino Cianciotto, appassionato canoista e fotografo; Daniele Strano e Carlo Coni, entrambi canoisti di provata esperienza con al loro attivo anche il periplo della Sardegna.   

In tutto quattro persone, un gruppo di amici nuovi o di vecchia data, differenti per età e capacità psicofisiche, storie personali diverse e significative.

Il progetto si caratterizza per il fermo messaggio verso la protezione dell’ambiente marino e costiero, e, in più, per la forte impronta all’inclusione e alla disAbilità, avendo Lino subito una amputazione della gamba destra nel 2013 che però non gli ha impedito di continuare e a ripartire ancora più motivato già dopo pochi mesi dal fato.