24 April, 2024
HomePosts Tagged "Stefano Landi"

[bing_translator]

Una qualificata rappresentanza dell’ATI tra SL&A Turismo e Territorio e Francigena Service Srl, incaricata dalla Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara per l’elaborazione del Piano strategico del Cammino Minerario di Santa Barbara ha incontrato ieri ad Iglesias e a Carbonia con la partecipazione dei sindaci Mauro Usai e Paola Massidda, gli operatori economici, culturali e sociali che svolgono la loro attività lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara.

Criticità, proposte, idee, suggerimenti e incoraggiamenti per progettare assieme il futuro del Cammino Minerario di Santa Barbara sono stati rappresentati alla delegazione dei consulenti guidata dal dott. Stefano Landi, uno dei maggiori esperti italiani del settore turistico, già Direttore Generale del ministero del Turismo.

[bing_translator]

Il comune di Carbonia, la Fondazione Cammino Minerario Santa Barbara, insieme alle società SL&A Turismo e Territorio e Francigena Service, invitano tutti gli operatori del settore ricettivo, ristorazione, servizi turistici, operatori dell’outdoor, artigiani, produttori, associazioni culturali, di promozione sociale e tutti i cittadini interessati, a partecipare all’iniziativa denominata “Il Cammino incontra gli operatori per la redazione del Piano Strategico del Cammino Minerario di Santa Barbara”, che si svolgerà venerdì 2 ottobre, a Carbonia, alle ore 15.00, al Lu’ Hotel di via Costituente.

L’iniziativa mira a far conoscere a tutti gli operatori le potenzialità turistiche del Cammino Minerario di Santa Barbara e a costruire insieme un piano di sviluppo del territorio attraverso la realizzazione di un prodotto turistico e dei suoi strumenti operativi.

Parteciperanno all’iniziativa il sindaco Paola Massidda – membro del CdA della Fondazione Cammino Minerario Santa Barbara – e l’assessore della Cultura e del Turismo Sabrina Sabiu.

È prevista la seguente scaletta di interventi:

  • Giampiero Pinna, Presidente della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara (FCMSB)
  • Stefano Landi e Maria Novella Sbaraglia, SL&A Turismo e Territorio, “Cammino tutto l’anno: un calendario di esperienze”
  • Sami Tawfik e Giovanni D’Agliano, Francigena Service, “I cammini come motore di crescita sostenibile dei territori. Le buone pratiche della Francigena e l’esperienza di Regione Toscana”.

[bing_translator]

La Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara ha affidato all’ATI tra FRANCIGENA SERVICE e a SL&A TURISMO E TERRITORIO la redazione del Piano strategico del Cammino Minerario di Santa Barbara. Il Cammino Minerario di Santa Barbara, rappresentato dal presidente Giampiero Pinna, costituisce il caposaldo identitario dei Cammini di Sardegna, quello che il Piano Strategico del Turismo italiano PST 2017-2020 definisce un “nuovo asse di senso” e di sviluppo del turismo italiano.

Francigena Service è rappresentata da Massimo Tedeschi, amministratore unico della stessa e presidente SEVF, associazione che rappresenta un esempio di successo per tanti cammini, sia in senso generazionale (esiste da 20 anni), che per riconoscimento ufficiale, infatti è “rete portante” riconosciuta dal Consiglio d’Europa per quanto riguarda la valorizzazione e lo sviluppo della Via Francigena.

SL&A Turismo e Territorio, società di consulenza specializzata proprio nel turismo, oggi rappresentata dall’AD Michela Valentini e dal presidente Stefano Landi, nei suoi 32 anni di lavoro per tre volte ha sviluppato le strategie della Regione Autonoma della Sardegna come pure di altre Regioni italiane e destinazioni straniere.

Oggi, a Iglesias, con la firma della convenzione, queste tre primarie realtà hanno posto le basi per una collaborazione avente per oggetto l’elaborazione  del Piano strategico del Cammino Minerario di Santa Barbara, che prevede incontri e momenti di formazione comuni, con l’obiettivo di realizzare: un catalogo di prodotti turistici fruibili e vendibili sul Cammino Minerario di Santa Barbara; un sistema di gestione o governance che definisca insieme alle comunità locali e dei camminatori, la “vision” del Cammino ed i suoi strumenti operativi; una strategia di marca del Cammino, comprensiva di “azioni bandiera” da realizzare per aumentarne la notorietà e garantirne una buona reputazione.

Il percorso di lavoro, compatibilmente con le esigenze di distanziamento causa Covid-19 e con una stagione turistica che si auspica comunque soddisfacente, sarà molto intenso, e si concluderà a novembre 2020.

«Siamo molto soddisfatti per aver affidato a Francigena Service e a SL&A Turismo e Territorio la redazione del Piano strategicoha detto il presidente Giampiero Pinna dopo la firma della convenzione -. La loro esperienza e la loro professionalità sono una garanzia per costruire un futuro di successo per il Cammino Minerario di Santa Barbara.»

Alta professionalità ed esperienza internazionale per programmare il futuro del Cammino Minerario di Santa Barbara.
A conclusione della Santa Messa, celebrata nel Santuario/Monastero del Buon Cammino, le Monache Clarisse hanno consegnato il Testimonium a Giusy Cardia, una pellegrina sarda residente a Malta che ha percorso quasi 300 km del Cammino Minerario di Santa Barbara.

In occasione della firma della convenzione i rappresentanti delle due società, accompagnati da Massimo Tedeschi, presidente del’Associazione Europea della Via Francigena, hanno visitato diversi tratti del CMSB.

   

[bing_translator]

Dopo la pausa estiva, sabato 14 settembre, a Cagliari, il festival “Echi lontani” (ideato dall’omonima associazione culturale con lo scopo di far conoscere il prezioso patrimonio della musica antica) ritorna con una sezione intitolata “Concerti d’autunno”.

Sino al 5 ottobre saranno quattro appuntamenti con alcuni dei nomi più interessanti del panorama nazionale ed internazionale.

Il concerto di sabato, in programma alle 20,30 nel Palazzo Siotto (in via Dei Genovesi 114), vedrà protagonista l’ensemble Sezione Aurea che con un concerto intitolato “Mi far rider la speranza” omaggerà la figura e l’opera di Barbara Strozzi nel 400° anniversario della nascita.

Composto da Valentina Satta (soprano), Anselmo Pelliccioni (violoncello), Filippo Pantieri (clavicembalo) Sezione Aurea proporrà un programma che spazierà da Stefano Landi a Sigismondo D’India, da Girolamo Frescobaldi alla stessa Barbara Strozzi, una compositrice che, scrive la formazione nelle note di sala, «è stata decisamente penalizzata da una tradizione musicale tutta al maschile».

Porto Pino.Immagine Carloforte spiaggiaBuggerru

Splendono le vele del mare sardo nella classifica della #Guida Blu 2014 di #Legambiente e #Touring Club che premia “Il mare più bello” d’Italia. La grande novità della XIV edizione della Guida Blu è costituita dall’accorpamento delle località e dei comuni costieri in 35 comprensori turistici, aree geografiche che tengono conto di un’offerta turistica omogenea e meno dei confini amministrativi. Ogni comprensorio si apre con un’intervista ad un personaggio del mondo associativo, della cultura o dello spettacolo che vive o conosce quel territorio e che prende per mano il lettore per condividere i propri segreti. Altra novità importante: per ogni zona balneare si segnala un circuito di visita nell’entroterraalla scoperta di località come le Bandiere arancioni, il marchio di qualità del Touring che seleziona e certifica le località d’eccellenza dell’entroterra con meno di 15.000 abitanti.

La Guida Blu premia le località balneari marine e lacustri con le #cinque vele, il prestigioso riconoscimento che Legambiente assegna a quelle località che sono riuscite ad offrire vacanze da sogno e di qualità, grazie alla gestione sostenibile di un territorio d’eccellenza, alla salvaguardia del paesaggio, ai servizi offerti nel pieno rispetto dell’ambiente e all’enogastronomia di alto livello. Quest’anno sono 14 le località marine e 7 quelle lacustri dove sventolano le 5 vele. Delle 21 località, Castiglione della Pescaia (Gr), Pollica-Acciaroli-Pioppi (Sa) e Posada (Nu), conquistano rispettivamente il 1°, 2°, 3° posto nella classifica delle località peninsulari e delle isole maggiori. Il primo posto al miglior comprensorio turistico va al Golfo di Orosei, Ogliastra e Baronia lungo la costa orientale della Sardegna. In particolare la Sardegna domina la classifica dei comprensori con ben cinque distretti nella top ten.

La guida “Il mare più bello” è stata presentata questa mattina a Roma dalla direttrice generale di #Legambiente Rossella Muroni, il responsabile Turismo Legambiente Angelo Gentili, il presidente del #Touring Club Italiano Franco Iseppi, Stefano Landi del Master MMT – Università LUISS, il vice presidente di Federparchi Salvatore Sanna, Francesco Carri, presidente Iccrea Banca, il responsabile mare di Legambiente Sebastiano Venneri insieme ai sindaci delle località premiate che hanno offerto un rinfresco con i prodotti tipici e di qualità. Il volume è già in libreria al prezzo di 19,90 euro.

Sono 14 le località marine e 7 quelle lacustri dove quest’anno sventola il prestigioso riconoscimento. Tra le località marine peninsulari e delle isole maggiori, le 5 vele ai primi due posti vedono Castiglione della Pescaia (GR) e Pollica-Acciaroli-Pioppi (SA) ma al terzo posto c’è Posada (NU), al nono Baunei (OG), al decimo Bosa (OR) e al dodicesimo Domus De Maria (CA).

In Sardegna spiccano con le 4 vele anche Arbus (CA) con Cala Domestica (CA), Dune di Scivu (CA), Spiaggia di Piscinas (CA), Spiaggia di Torre dei Corsari e della Costa Verde (CA); Cabras (OR) con Santa Caterina e S’Archittu (OR), Spiaggia di Is Arenas (OR), Spiaggia di Is Aruttas (OR); Orosei (NU), con Berchida (NU), Cala Cartoe (NU), Capo Comino (NU), Spiaggia di Osalla (NU); Siniscola, con Berchida; Capo Comino; La CalettaVillasimius (CA) con Costa Rei (CA), Feraxi (CA), Silias o S’Ilixi (CA), Spiaggia del Giunco (CA), Spiaggia di Porto Sa Ruxi (CA), Spiaggia di Punta Molentis (CA); Sant’Anna Arresi (CI) con Porto Pino (CI); e ancora Dorgali (NU), Carloforte (CI), Castelsardo (SS), Pula (CA), Buggerru (CI), Santa Teresa di Gallura (OT), Stintino (SS).

Teulada, Calasetta e Sant’Antioco hanno ottenuto le 3 vele.

Ma dove la Sardegna domina assolutamente incontrastata è nella classifica dei comprensori turistici, dove conquista il primo posto con il Golfo di Orosei, Ogliastra e Baronia; il terzo posto con Sinis e Arburese, il quarto posto con il Golfo degli Angeli; il quinto posto con il Sulcis Iglesiente e il sesto posto con la Costa Nord Occidentale e Parco dell’Asinara.

Nella classifica delle località delle Isole minori spicca Carloforte (CI), al secondo posto, con 4 vele, dietro la località siciliana di Santa Maria Salina (ME), prima con 5 vele.

Posizione Classifica delle località peninsulari e delle isole maggiori PR

Vele 2014

1) Castiglione della Pescaia GR

5

2) Pollica -Acciaroli-Pioppi SA

5

3) Posada NU

5

4) Ostuni BR

5

5) San Vito lo Capo TP

5

6) Vernazza SP

5

7) Otranto LE

5

8) Melendugno LE

5

9) Baunei OG

5

10) Bosa OR

5

11) Maratea PZ

5

12) Domus de Maria CA

5

13) Roccella Jonica RC

5

 

Posizione Classifica delle isole minori PR

Vele 2014

1) Santa Marina Salina ME

5

2) Carloforte CI

4

3) Isola del Giglio GR

4

4) Ponza LT

4

5) Favignana TP

4

6) Isola di Capraia LI

4

7) Anacapri NA

4

8) Lampedusa e Linosa AG

4

9) Leni ME

4

Posizione Classifica dei comprensori turistici Collocazione geografica
1) Golfo di Orosei, Ogliastra e Baronia Sardegna
2) Maremma Toscana e Laziale Toscana e Lazio
3) Sinis e Arburese Sardegna
4) Golfo degli angeli Sardegna
5) Sulcis Iglesiente Sardegna
6) Costa Nord Occidentale e Parco dell’Asinara Sardegna
7) Costa del Parco agrario degli Ulivi secolari Puglia
8) Cinque Terre e Golfo dei Poeti Liguria
9) Isole Egadi Sicilia
10) Isole Pelagie Sicilia

Ensemble L'Artificio

Sabato 26 aprile, alle 21.00, la chiesa monumentale di Santa Chiara – Piazza Yenne-Salita Santa Chiara – per la diciottesima edizione delle Feste Musicali per Sant’Efisio, ospita il concerto “Lo specchio di Narciso La rappresentazione degli Affetti nella musica italiana della prima metà del ‘600”. Musiche di Claudio Monteverdi, Tarquinio Merula, Johannes H. Kapsberger, Stefano Landi, Benedetto Ferrari, Giovanni Felice Sances, Andrea Falconieri, Raffaello Rontani, Giovanni Pietro Berti, Giulio Caccini. In scena l’ensemble L’Artificio. La serata rientra nella rassegna di Echi lontani – Musiche d’epoca in luoghi storici. La ventesima edizione – patrocinata dagli assessorati regionali, provinciali e comunali alla Cultura e al Turismo e dalla Fondazione Banco di Sardegna – si dispiega dal 21 marzo al 21 giugno.

L’evento va in diretta streaming live dalla piattaforma culturale americana U-Sophia, raggiungibile anche dal sito www.echilontani.net. Il Festival fa parte del REMA (Rete Europea Festival Musica Antica).

Sant’Efisio: religione, musica e turismo. Le Feste musicali per il santo guerriero costituiscono un momento cult per la città. Fede, tradizioni, patrimonio di conoscenze e saperi, l’appuntamento calamita turisti e visitatori da mezzo mondo. La rassegna Echi lontani cura da sempre con particolare attenzione i luoghi e le musiche che promuovono oltre Tirreno la musica antica e Cagliari.

L’ensemble. Antonella Tatulli (canto), Elisabetta Di Filippo (salterio, percussioni), Olga Ercoli (arpa a tre ordini), Gianfranco Russo (chitarra alla spagnola, violino barocco, direzione) compongono l’ensemble L’Artificio. Diretto da Gianfranco Russo, è una compagine di recente formazione composto da musicisti che vantano collaborazioni con i più grandi interpreti di Musica Antica e incidono per EMI, Virgin, Deutsche Harmonia Mundi, Deutsche Grammophon, Sony, Symphonia, Stradivarius, Tactus, Bongiovanni, Brilliant, K617, Passacaille, Pan Classic, III Millennio, Musicaimmagine records, etc.. L’ensemble nasce dal desiderio dei musicisti, che già collaboravano tra loro in altri ensembles, di approfondire il repertorio del primo barocco italiano per Voce e Basso Continuo.