3 August, 2021
HomePosts Tagged "Teo Luzi"

Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Teo Luzi dopo aver visitato il Comando della Legione carabinieri Sardegna e alcuni Comandi territoriali del Sud Sardegna ha voluto fare visita alla Scuola allievi carabinieri di Iglesias per salutare i 258 allievi carabinieri che stanno svolgendo il 1° ciclo del 140° corso per carabinieri effettivi intitolato alla memoria del Car. M.O.V.M. Alberto La Rocca.
Quest’anno il corso per allievi carabinieri effettivi è stato rimodulato, su due cicli da 6 mesi ciascuno, per permettere di far ripartire i corsi di addestramento anche in presenza della grave pandemia rispettando i parametri di distanziamento e di sicurezza. Le giornate addestrative dei due cicli semestrali stanno vedendo gli allievi carabinieri impegnati in una alternanza interdisciplinare tra materie tecnico-professionali, attività pratiche e moduli didattici, orientate concretamente a dotarli delle conoscenze dottrinali, ma soprattutto, delle capacità e abilità necessarie ad un affidabile operatore di sicurezza per poter svolgere un “efficace servizio di prossimità sul territorio”, rivolto a soddisfare le legittime e sempre più pressanti aspettative e bisogni della popolazione.
I 258 allievi provenienti, perlopiù, da Sardegna, Campania, Sicilia e Lazio, che ormai da quasi due mesi stanno ricevendo il previsto addestramento, sono stati, nel frattempo, tutti sottoposti alla prevista profilassi vaccinale e hanno ascoltato con vivo interesse il discorso e il saluto a loro rivolto dal Comandante Generale che ha parlato della «grande occasione e del grande onore, che avrete molto presto, nel poter servire il cittadino al quale dobbiamo rispondere e che è il vero padrone del nostro Paese. Per questo motivo l’impegno negli studi e nell’addestramento dev’essere massimo anche perché dovete essere orgogliosi di fare parte di una Organizzazione unica che, con il lavoro dei suoi 110mila uomini, riesce a portare sicurezza e rispetto della Legge in ogni parte d’Italia conservando la tradizione e l’unicità dell’Arma».
Il Comandante Generale, successivamente, accompagnato dal Comandante della Scuola allievi carabinieri, colonnello Andrea Desideri, si è intrattenuto anche con il personale della Scuola: ufficiali, marescialli, brigadieri, appuntati e carabinieri del Quadro permanente, al quale ha espresso il proprio apprezzamento per il lavoro svolto e l’abnegazione, lo spirito di sacrificio e la professionalità con cui quotidianamente assolvono il loro fondamentale compito che alla fine dei due cicli permetterà al Comando Generale dell’Arma di poter impiegare oltre 630 allievi (il 2°ciclo sarà composto da 375 allievi), presso le varie stazioni dei carabinieri presenti su tutto il territorio nazionale.