Viabilità

Genti Noa rivolge un appello alla Giunta Locci per risolvere il problema delle auto in sosta nel Corso Vittorio Emanuele e nella via Roma, a Sant’Antioco.

Genti Noa rivolge un appello alla Giunta Locci per risolvere il problema delle auto in sosta nel Corso Vittorio Emanuele e nella via Roma, a Sant’Antioco.

«Da troppi mesi le aree pedonali notturne sono ostaggio delle auto parcheggiate oltre l’orario di sosta – si legge un una nota -. Questo fenomeno oltre danneggiare le attività commerciali, danneggia il decoro e la sicurezza della nostra cittadina. Noi di Genti NOA ci siamo posti diversi quesiti, e analizzando la problematica ci siamo resi conto che tra le maggiori cause del “parcheggio selvaggio” vi è sicuramente una comunicazione non sufficiente.»

«Verificando la maggior parte dei cruscotti delle auto in sosta, ci siamo resi conto che il 90% della auto ha il tagliando della sosta pagato con orario di scadenza fino all’indomani mattina – aggiunge Genti Noa -. Questo potrebbe essere uno dei  motivi che inducono turisti e ospiti a cadere in errore, lasciando cosi l’auto in sosta oltre l’orario concesso. Lo stesso cartello posto all’ingresso dell’area del corso risulta essere poco visibile a causa dei rami che intralciano la vista.»

«Per questo motivo – sottolinea ancora Genti Noa – proponiamo all’amministrazione comunale alcune semplici ed economiche soluzioni che potrebbero aiutare a risolvere il problema:

1) posizionare all’ingresso delle aree pedonali delle aiuole con ruote, con tutte le indicazioni chiare, nel quale si evince che tra le ore 20 e le ore 04 l’area è pedonale e la sosta è vietata. Tale azione non solo sarebbe uno strumento migliore di comunicazione, ma sostituirebbero quelle poco gradevoli transenne dando maggiore decoro alle aree;

2) obbligare il concessionario dei parcheggi comunali a impostare nelle aree pedonali la scadenza del ticket alla sola giornata di sosta con scadenza ore 20;

3) posizionare cartelli chiari e ben leggibili in ogni lato degli automatici per il pagamento del ticket parcheggio, ove si evince che oltre le ore 20 il parcheggio è vietato e che l’area sarà pedonale.

Con queste tre semplici azioni, sicuramente il problema del parcheggio nelle aree pedonali potrebbe attenuarsi.

Resta in piedi, comunque, la necessità di stipulare convenzione con carro attrezzi autorizzato.

Considerato gli investimenti davvero esigui – conclude Genti Noa -, auspichiamo che il sindaco Ignazio Locci e la sua giunta, voglia seguire i nostri consigli.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply