7 October, 2022
HomeSanitàDurissima accusa dell’assessore della Sanità Arru: «Alla #Asl 7, i soldi c’erano, sono stati usati male ed hanno generato disavanzo invece che servizi per i cittadini».

Durissima accusa dell’assessore della Sanità Arru: «Alla #Asl 7, i soldi c’erano, sono stati usati male ed hanno generato disavanzo invece che servizi per i cittadini».

Luigi Arru 5 copiaOspedale Santa BarbaraOspedale Sirai 1
Durissima accusa dell’assessore regionale della Sanità, Luigi Arru, alla gestione della #Asl 7 di Carbonia.
«Le risorse finanziarie assegnate alla #ASL di Carbonia, come alle altre Aziende sanitarie, sono state incrementate negli ultimi anni. Ma questo aumento – ha detto Arru – invece che creare un enorme e stabile allargamento dei servizi sanitari resi ai cittadini ha generato un enorme disavanzo.»
L’assessore della Sanità ha voluto chiudere così le polemiche sui presunti tagli dei servizi imposti dalla #Asl di Carbonia per mancanza di fondi. Sulla riduzione degli stanziamenti per l’anno 2014, rispetto agli anni precedenti, Arru ha spiegato che «si tratta di una decisione presa nel febbraio di quest’anno, e pertanto non certo dall’attuale Giunta, sulla base peraltro di criteri di finanziamento anch’essi decisi dal precedente governo regionale. Le risorse sono tarate sul fabbisogno teorico quantificato in sede nazionale per garantire i livelli essenziali di assistenza: con risorse analoghe, negli anni precedenti al 2009 i livelli essenziali di assistenza sono stati erogati. Dunque  la presunta scarsità di fondi è dovuta in realtà a una modalità di spesa non corretta, dunque a una gestione che è totalmente da rivedere, a cominciare per esempio dall’inutile incremento dei rapporti di lavoro precario».
L’Assessore ha assicurato, comunque, di aver già avviato un confronto con gli amministratori locali «dopo anni di totale assenza di pianificazione» ed ha ricordato che «era preciso dovere dei manager aziendali svolgere una duplice azione di adeguato aumento dell’offerta ove necessario, e di riorganizzazione e ottimizzazione delle attività. Invece, l’aumento dell’offerta non accompagnata dalle previste azioni riorganizzative sarebbe stata, ovviamente, solo una soluzione tampone destinata ad esaurirsi con i relativi fondi e a moltiplicare, come poi è accaduto, precariato e esternalizzazione dei servizi».

 

POST TAGS:
FOLLOW US ON:
E' stata presentata
Francesco Pigliaru a

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT