30 November, 2021
Home2016Maggio

[bing_translator]

Cinghiale 116 copia

La Presidenza della Regione ha ulteriormente modificato il quarto provvedimento attuativo del Programma straordinario di eradicazione della peste suina africana (PSA) 2015-2017, relativo alle popolazioni di cinghiali selvatici ed allevati.

La modifica riguarda, in particolare, la proroga, per l’anno 2016, del termine del 1° giugno previsto nei seguenti articoli:
art. 2 anagrafe dei cacciatori, banca dati Aziende Agrituristico Venatorie, zone in concessione per l’esercizio della caccia autogestita, allevamenti di cinghiali;
art. 3 divieti e obblighi dei cacciatori in tutto il territorio regionale;
art. 5 macroareali infetti da peste suina africana.

La proroga è stata concessa per consentire un più agevole adempimento degli obblighi, nell’ottica di una gestione efficiente dei provvedimenti di autorizzazione in deroga. Il nuovo termine è fissato per il 27 giugno 2016.

Il provvedimento mira ad assicurare la sorveglianza epidemiologica sui cinghiali e a regolamentare la caccia a questi animali nelle aree di vincolo per PSA.

[bing_translator]

Casa Serena

Sul caso dei lavoratori della lavanderia di Casa Serena, la Cisl chiede l’intervento del prefetto di Cagliari, Giuliana Perrotta.

«I nove lavoratori impiegati nel servizio di lavanderia nella Casa di Riposo di Iglesias, “Casa Serena”, sono da questa sera in occupazione permanente – scrive il segretario generale Ust Cisl del Sulcis Iglesiente Fabio Enne al prefetto Giuliana Perrotta -. In data odierna scadeva l’appalto del servizio lavanderia  presso la struttura per anziani, senza che venisse concessa alcuna proroga o indetto nuovo appalto.

In data di ieri l’ente ha comunicato alla cooperativa che ha in appalto il servizio con nota a firma del dirigente dei Servizi Sociali del comune di Iglesias “che per l’amministrazione allo stato attuale non e’ possibile assumere nuovi impegni di spesa”.

Nella nota si evince ancora che “l’Autorità di Vigilanza Anticorruzione non ha ancora emanato direttive in merito alle centrali di committenza che svolgono gare e affidamenti così come previsto dal nuovo codice degli appalti ed anche in questo caso non è possibile procedere a nuova gara o affidare servizi”.

Ricordiamo – conclude Fabio Enne – che quello svolto dai nove lavoratori è un servizio indispensabile che non può essere sospeso. In caso contrario si recherebbe un grave danno agli ospiti della casa di riposo e ai lavoratori e alle loro famiglie.»

[bing_translator]

Orchestra del Conservatorio

Giovedì 2 giugno alle 18.30 il Conservatorio di Cagliari “G.P. Da Palestrina” celebra la Giornata della Repubblica con il secondo appuntamento della rassegna Estate musicale al Conservatorio.

La manifestazione pensata per offrire agli studenti dell’istituzione musicale un’importante occasione di crescita all’interno del loro percorso di formazione giovedì, sempre negli splendidi spazi dell’Auditorium, proporrà un concerto dell’Orchestra del Conservatorio, diretta da Alberto Pollesel, incentrato su musiche di O. Respighi e S. Rachmaninov. Solista sarà Marco Schirru (pianoforte).

Dopo quello di giovedì, il prossimo appuntamento con l’Estate musicale al Conservatorio sarà martedì 7 giugno, sempre alle 19.30, con un concerto delle classi di canto corale, pianoforte e violino, guidate rispettivamente da Giuseppe Erdas, Elisabetta Dessì, Francesco Gianmarco e Maria Elena Runza, che si misureranno con le composizioni di F. Schubert, F. Chopin, F. Busoni e S. Rachmaninov.

[bing_translator]

GiorgioLaNasa-BarabaraJaneBainMag16

La scienziata inglese Barbara Jane Bain in ateneo. Docente di ematologia al prestigioso Imperial College di Londra, prende parte al programma curato dalla direzione Ricerca dell’ateneo e finanziato con un milione di euro dalla Regione. Da marzo a novembre 65 specialisti internazionali dissertano all’Università di Cagliari su fisica, diritto, economia, chimica, fisica, medicina, ingegneria, letteratura, geologia, matematica e scienze sociali

La facoltà di medicina, con Giorgio La Nasa – direttore scuola specializzazione in ematologia e centro trapianti midollo spinale, ospedale Binaghi – attento e abile e nel cogliere l’insieme delle preziose valenze scientifiche, cliniche e didattiche, ospita la scienziata britannica, Barbara Jane Bain. Classe ‘41, tra le massime autorità mondiali del settore, docente di ematologia all’Imperial College di Londra, tempio internazionale della cultura medica e non solo, la professoressa è approdata all’ateneo di Cagliari anche per la forte valenza della sua ultima ricerca “Blood film and bone marrow morphology”. Su “Pellicola del sangue e morfologia del midollo osseo” ha dissertato dal 19 maggio – e fino al 2 giugno – con gli allievi, gli specialisti e il pool del professor La Nasa e con gli studenti della facoltà presieduta dal professor Gabriele Finco. Oltre trent’anni di esperienza nell’insegnamento di ematologia, pubblicazioni e testi raccomandati anche dal Royal College of Patology, la professoressa Bain è icona di una strada proficua e di pregio quale è quella sostenuta dall’ateneo con i Visiting Scientist. Prosegue a gonfie vele il programma curato dalla direzione Ricerca dell’ateneo e finanziato con un milione di euro dalla Regione (legge 7 agosto 2007, n. 7: “Promozione ricerca scientifica e innovazione tecnologica in Sardegna”). Da marzo a novembre di quest’anno saranno 65 gli specialisti giunti nelle strutture dell’Università di Cagliari e provenienti dai cinque continenti. Al centro degli incontri, relazioni e docenza specifica di elevato profilo accademico. Un valore aggiunto per studenti, ricercatori e docenti.

«Gli incontri dei Visiting scientists si sono aperti nel mese di marzo e si chiudono a novembre. La permanenza dei docenti in ateneo – spiega il pro rettore per la Ricerca scientifica, Micaela Morelli – oscilla tra i quindici giorni e i quattro mesi. La nostra Università avvia e sostiene il programma Visiting Scientist, in coerenza con l’obiettivo strategico teso a migliorare l’attrattività internazionale. Un percorso che prevede una selezione di progetti di ricerca congiunti per il conferimento di borse di ricerca a studiosi di comprovata esperienza scientifica, impegnati stabilmente e continuativamente all’estero in attività di ricerca.»

Il programma prevede che i Visiting Scientist svolgano la propria attività nelle strutture di ricerca dell’Università. Il loro contributo deve consentire: 1) lo sviluppo della qualità dell’attività di ricerca; 2) il trasferimento di conoscenze e competenze finalizzate ad accrescere le capacità di ricercatori, gruppi di ricerca, dottorandi e studenti dell’ateneo; 3) lo sviluppo delle reti di collaborazione e di partenariati per la presentazione di progetti di ricerca internazionali.

[bing_translator]

Su Pranu 1

Aperta da una lunga serie di concerti che hanno toccato Carbonia, Iglesias, Ozieri, Villamassargia, e Villacidro, Mare e Miniere 2016 entra nel vivo con la serie di Seminari di Musica, Canto e Danza Popolare che si terranno dal 27 giugno al 2 luglio 2016 a Portoscuso (CI) nella splendida cornice dell’Antica Tonnara “Su Pranu”.

“Educazione al valore della memoria come insegnamento per il futuro” è questo l’obiettivo principale che la rassegna persegue, ormai da anni, proponendo una settimana di vacanza-studio nel fascinoso Sulcis Iglesiente con un ricco programma di stages dedicati alla musica popolare.

Artisti di grande levatura, protagonisti di ricerca, studio e sperimentazione, offriranno la possibilità di entrare in contatto con una visione nuova e colta di un genere relegato, solitamente, tra quelli minori, come dimostra l’accezione negativa che è attribuita spesso al termine popolare.

Al contrario, la musica popolare rappresenta la voce del popolo, quella della vita, che, con la sua immediatezza comunicativa carica di emozioni e passioni, diventa elemento fondamentale per l’educazione alla profondità del sentire, all’empatia ed alla bellezza, nella quale ogni spettatore, di qualsiasi età o estrazione culturale, può immedesimarsi e riconoscersi.

Gli stages, attraverso lezioni frontali, offriranno l’occasione per approfondire i vari aspetti che caratterizzano le pratiche attuali degli strumenti, delle tecniche vocali e coreutiche tradizionali, partendo dall’apprendimento di brani e danze legate al repertorio della musica popolare.

Agli allievi sarà offerta, così, la possibilità di vivere un’esperienza di condivisione ed interazione continua con i docenti, dando vita insieme a loro ad una vera e propria residenza artistica finalizzata alla realizzazione di produzioni originali e di un concerto finale, appuntamento ormai irrinunciabile di tutta la rassegna e assai apprezzato negli anni precedenti.

Possono partecipare ai seminari anche cultori ed appassionati, che per la prima volta desiderano avvicinarsi allo studio degli strumenti della tradizione musicale italiana in quanto non sono richieste particolari conoscenze musicali. Per i musicisti già formati e più esperti sono previste anche Master Class di approfondimento.

Ad arricchire ed ampliare ulteriormente la proposta formativa e culturale dell’edizione 2016 sarà anche la presenza dello straordinario percussionista e cantante italo-francese Carlo Rizzo a cui è stata affidata la conduzione del corso di percussioni, che si preannuncia come uno dei più numerosi di tutta la rassegna. Specialista e precursore dell’evoluzione tecnologica dei tamburi a cornice, e dotato di una tecnica esecutiva unica, Rizzo proporrà un viaggio musicale attraverso i ritmi e i suoni del tamburo a cornice da lui inventato e dei tamburelli tradizionali del mondo, ma soprattutto non mancheranno le sue particolari tecniche manuali, che prevedono l’utilizzo delle dita e delle differenti parti della mano destra per sviluppare una forma originale di poliritmia.

Come nella precedente edizione, non mancherà il corso di launeddas tenuto da Luigi Lai, leggenda vivente della musica sarda e depositario del repertorio tradizionale del doppio flauto isolano. La sua presenza nel corpo docente rappresenta uno dei tanti fiori all’occhiello della kermesse sarda, tanto per l’esemplare dedizione allo studio ed alla musica, quanto per il suo peculiare approccio stilistico alle launeddas, appresso da grandi maestri come Efisio Melis.

Restando sempre tra i massimi esponenti della musica sarda, di grande rilievo è anche la presenza di Totore Chessa che terrà il corso di organetto diatonico, accompagnando gli allievi alla scoperta del repertorio dei balli tradizionali dell’Isola. Dotato di raro virtuosismo, il musicista di Irgoli vanta una intensa attività concertistica e didatti in Italia ed all’estero, pur non avendo mai abbandonato la sua attività di suonatore di paese, che gli consente di mantenere un rapporto vivo con la tradizione.

Docenti degli altri corsi saranno: Elena Ledda e Simonetta Soro (canto popolare), Pietro Cernuto (flauti di canne e zampogna), Nando Citarella e Nathalie Leclerc (percussioni e danze popolari), Alessandro Foresti (canto corale) e Giuseppe Molinu (ballo sardo), Simone Bottasso (musica d’insieme).

Altra importante novità di quest’anno è l’introduzione del laboratorio per bambini “Una Miniera di Idee” condotto da Agnese Ermacora e Giorgio Maria Condemi. Si tratta di un particolare stage di improvvisazione, scrittura creativa e dialogo sonoro, rivolto ai ragazzi dell’ultimo anno della scuola primaria o del primo anno della scuola secondaria di primo grado, anche con bisogni educativi speciali.

Gli stage si terranno dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00 e naturalmente, accanto attività didattiche del mattino, è previsto un ricco programma collaterale con spettacoli di teatro e danza, incontri letterari, balli in piazza, nonché escursioni in barca e a piedi.

Crocevia di incontri per i musicisti di tutto il bacino del Mediterraneo, “Mare e Miniere” è, insomma, un laboratorio culturale unico nel suo genere dove la world music si fa veicolo di profonda interazione umana e culturale. 

[bing_translator]

Palazzo della Regione 2 copia

La Giunta regionale, ha approvato, su proposta dell’assessore della Pubblica Istruzione Claudia Firino, il calendario scolastico 2016/2017. Gli studenti dell’Isola torneranno tra i banchi il 14 settembre e, per le primarie e secondarie di I e II grado, le lezioni si concluderanno il 10 giugno 2017. Le scuole dell’infanzia concluderanno la loro attività didattica il 30 giugno 2017. Sono dunque previsti 207 giorni di lezione, che si riducono a 205 con le due giornate a disposizione, a discrezione delle singole Autonomie, per la chiusura.
Su proposta dell’assessore Luigi Arru, la Giunta ha approvato lo stanziamento di oltre due milioni e mezzo per finanziare progetti di inserimento in comunità di minori italiani e stranieri non accompagnati: per i primi il contribuito regionale giornaliero massimo a testa è di 80 euro, per i secondi la Regione integrerà la somma prevista dalle Prefetture (45 euro statali + 35 regionali).
L’esecutivo, su proposta dell’assessore del Personale Gianmario Demuro, ha dato il via libera alle procedure per l’acquisizione in comando di due dirigenti per l’Autorità di certificazione della Direzione generale dei servizi finanziari e per l’Ufficio dell’autorità di Audit del programma ENI CBC bacino del Mediterraneo. Si tratta di assicurare il funzionamento di strutture dirigenziali per le quali l’individuazione del responsabile costituisce presupposto indispensabile per garantire la continuità dell’azione amministrativa.
E’ stata nominata, su proposta dell’assessore Paolo Maninchedda, quale commissario straordinario dell’Azienda regionale per l’edilizia abitativa, la dott.ssa Simona Murroni con il compito di provvedere alla gestione dell’Azienda per il tempo strettamente necessario alla nomina dei nuovi organi e, comunque, per non oltre sei mesi.

[bing_translator]

Cagliari Molentargius 45 copia Fenicotteri rosa a Molentargius

La Regione avvia ufficialmente il percorso per la costituzione del Parco regionale delle zone umide dell’area metropolitana di Cagliari che prevede la gestione unitaria dei compendi di Molentargius e Santa Gilla. L’ha deciso la Giunta, approvando la delibera proposta dall’assessore della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci. L’intervento rientra nella Programmazione Unitaria 2014-2020, per garantire il necessario coordinamento tecnico-amministrativo con la diretta partecipazione alla nuova entità amministrativa.

Il coinvolgimento della Regione è stato richiesto dalle Amministrazioni comunali dei sette Comuni (Cagliari, Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Selargius, Elmas, Capoterra e Assemini), che hanno sollecitato la Regione a farsi parte attiva nelle procedure di costituzione del Parco stesso. «Questo territorio ha una straordinaria valenza ambientale con un’elevata concentrazione di valori naturalistici – dice l’assessore Paci -. Molentargius e Santa Gilla sono siti di grande importanza naturalistica e ambientale internazionale in quanto oasi di protezione faunistica, zone umide tutelate, siti di interesse comunitario e zone di protezione speciale confinanti con i Sic Torre del Poetto e Monte Sant’Elia, Cala Mosca e Cala Fighera. Il Parco regionale delle zone umide è un’opportunità di sviluppo e rafforzamento dell’intera area metropolitana di Cagliari, e la Regione è pronta a sostenere questo percorso. Non parliamo solo di tutela ambientale ma anche di potenziare le attività produttive della zona – dalle Saline alla pesca e all’itticultura -, incentivare la nascita di attività turistiche e sportive, salvaguardare e tutelare la forza lavoro occupata nelle attività economiche e promuovere nuova e qualificata occupazione».

L’Esecutivo, dunque, ha deciso di incaricare l’Unità di Progetto per il coordinamento tecnico della programmazione unitaria di avviare tutti gli studi e le azioni necessari per l’attivazione del percorso di istituzione del Parco Molentargius – Sella del Diavolo – Capo Sant’Elia – Santa Gilla, in stretta sinergia con l’Assessorato dell’Ambiente, che avvierà le procedure, e le amministrazioni comunali interessate.

«L’area metropolitana di Cagliari si prepara ad avere uno sbocco naturale di grande pregio – spiega l’assessore della Difesa dell’Ambiente, Donatella Spano -. Con la delibera di indirizzo di oggi avviamo il percorso richiesto dai sindaci. Deve essere un Parco che nasce dal basso e deve avere la massima condivisione possibile. Noi lavoreremo all’istituzione nell’ottica della multifunzionalità dei sistemi, affrontando in maniera unitaria le esigenze di tutela ambientale e valorizzazione delle zone umide.»

[bing_translator]

Il gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale ha presentato una proposta di legge per l’installazione degli impianti di video sorveglianza negli asili, nelle scuole dell’infanzia, nelle scuole primarie e in tutte le strutture socio-assistenziali che ospitano anziani e disabili fisici e mentali. La proposta di legge punta ad arginare i «comportamenti vigliacchi e criminali, nonché situazioni di vero e proprio abuso e di sevizie» che alcune recenti indagini della magistratura hanno fatto emergere in tutta la loro gravità in danno dei soggetti più deboli e indifesi quali sono appunto i bambini, gli anziani e i malati.

La proposta di Forza Italia si compone di quattro articoli e prevede tra l’altro il sostegno della Regione attraverso l’istituzione dell’apposito fondo “Contributi per l’installazione dei sistemi di video e audio sorveglianza”, con una dotazione iniziale di due milioni di euro a valere sulle risorse del Fnol, per garantire una quota parte (fino all’80%) delle spese sostenute dalle strutture per l’installazione degli impianti di audio e video sorveglianza. «Sono previste sanzioni amministrative – ha precisato il primo firmatario della proposta di legge, Pietro Pittalis – in caso di manomissione, mancanza, interruzione e mancata manutenzione dei sistemi ma stiamo valutando anche di prevedere la chiusura delle strutture che non si dotino delle strumentazioni indicate nel provvedimento». Lo stesso capogruppo di Forza Italia ha assicurato anche il rispetto delle norme sulla privacy e di quelle contenute nello statuto dei lavoratori («nessuno vuole spiare i lavoratori ma vogliamo garantire il diritto all’incolumità e alla salute dei soggetti più deboli nonché tutelare tutti quegli operatori che svolgono correttamente il loro delicato lavoro»)  ed ha precisato inoltre che nel testo di legge è previsto che le strutture conservino le registrazioni audio e video per un periodo non inferiore ai 24 mesi e che le stesse possano essere visionate, ove li riguardino, dai pazienti, dai loro familiari o dai loro tutori o curatori e amministratori di sostegno.

Sull’utilità dei sistemi di video sorveglianza in funzione di prevenzione dei fenomeni criminali, hanno insistito i consiglieri Alessandra Zedda. Edoardo Tocco e Oscar Cherchi che ne hanno ipotizzato l’impiego anche negli oratori (Tocco), nella lotta al bullismo (Oscar Cherchi) e più in generale per una maggiore vigilanza nel territorio (Alessandra Zedda) mentre il loro collega di gruppo e di partito, Ignazio Locci, ha auspicato modifiche in senso restrittivo e requisiti più stringenti per i regolamenti autorizzativi delle strutture socio assistenziali.

Banchi di scuola

[bing_translator]

Antonio Onnis

La Asl 7 ha pubblicato un avviso di mobilità ordinaria interna per titoli e colloquio per 10 posti di collaboratore professionale sanitario infermiere, categoria D. La domanda di ammissione, redatta in carta semplice secondo il fac-simile reperibile nel sito aziendale, dovrà pervenire all’Ufficio Protocollo Generale dell’Azienda di Carbonia, sito in via Dalmazia, 83 – 09013 Carbonia, entro il termine perentorio di giorni 10 dalla data di pubblicazione del presente bando presso l’albo aziendale. La domanda potrà essere presentata secondo le modalità seguenti:

– consegnata a mano all’Ufficio Protocollo Generale dell’Azienda di Carbonia, sito in via Dalmazia, 83 – 09013 Carbonia;

– spedita a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata: Al Commissario Straordinario – Azienda Sanitaria Locale – via Dalmazia, 83 – 09013 Carbonia

– inviata tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo: P.E.C. protocollo@pec.aslcarbonia.it nel caso in cui il partecipante sia in possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC), entro il termine perentorio giorni 10 dalla data di pubblicazione del presente bando presso l’albo aziendale, a pena di esclusione.

[bing_translator]

Biblioteca comunale Carbonia copia

La Biblioteca e Mediateca Comunale di viale Arsia, le sedi periferiche di Cortoghiana, Barbusi, Is Gannaus e la sezione di Storia Locale (Grande Miniera di Serbariu) saranno chiuse al pubblico nei giorni 2 (festa della Repubblica), 3  e 4 giugno 2016.

I servizi riprenderanno regolarmente il 6 giugno 2016.