8 December, 2021
HomeLavoroLavori pubbliciAudizione dell’assessore dei Lavori pubblici in IV commissione sullo stato di attuazione del mutuo da 700 milioni per le opere pubbliche.

Audizione dell’assessore dei Lavori pubblici in IV commissione sullo stato di attuazione del mutuo da 700 milioni per le opere pubbliche.

[bing_translator]

L’assessore regionale dei Lavori pubblici, Paolo Maninchedda, è stato sentito questa mattina in audizione in IV commissione sullo stato di attuazione del mutuo da 700 milioni per le opere pubbliche.

«Il mutuo prevede 275 interventi in tutto il territorio regionale per un importo di 552 milioni (di cui 300 di nuova programmazione), più altre risorse a copertura di opere finanziate in precedenza; prevediamo di completare la progettazione entro l’anno e di avviare i cantieri nel 2017 – ha detto Paolo Maninchedda -. A sei mesi dalla firma del contratto relativo al mutuo abbiamo una situazione a due velocità: da una parte enti, agenzie regionali (Enas, Area, Abbanoa, Consorzi di bonifica e Consorzi industriali) ed Anas che stanno rispettando il crono-programma stabilito, dall’altra il sistema locale che presenta non poche difficoltà, nelle ex Province perché rallentate dalla fase di transizione e nei Comuni perché ancora alle prese con l’adeguamento al bilancio armonizzato.»

«Stiamo comunque seguendo le diverse situazioni – ha assicurato Maninchedda – attraverso un monitoraggio molto accurato, fermo restando che il Consiglio regionale sarà chiamato ad intervenire su alcune criticità: il sistema delle dighe (tutte senza collaudo) che determina una minore capacità degli invasi, gli attraversamenti stradali dei fiumi nelle campagne, l’apertura dei canali tombati che espone ancora molti paesi ad un elevato rischio di alluvioni, la manutenzione delle strade comunali, l’ampliamento dei cimiteri che in tante realtà è diventato una emergenza.»

«Resta poi il nodo dell’individuazione di uno strumento in grado di rendere più veloce ed efficiente la nostra macchina amministrativa e dare un sostengo più forte al sistema locale. Nella stessa delibera del mutuo era prevista una struttura di missione che non è stata mai realizzata ed ancora oggi, ad esempio, il coordinatore del Piano Sulcis agisce senza alcun supporto; possiamo discutere su diverse opzioni – ha concluso l’assessore dei Lavori pubblici – ma dobbiamo comunque affrontare il problema delle infrastrutture in un modo nuovo, dai bandi alla progettazione, dalla gestione ai controlli sulle opere.»

Nel dibattito sono intervenuti i consiglieri regionali Gianni Tatti (Udc) e Salvatore Demontis (Pd).

Morandi - Maninchedda 1 copia

Gianluigi Rubiu (UDC
E' stato presentato

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT