10 December, 2022
HomeIndustriaAlcoaFabio Enne (Ust Cisl Sulcis Iglesiente): «Su Alcoa il Governo Nazionale non ha rispettato i tempi».

Fabio Enne (Ust Cisl Sulcis Iglesiente): «Su Alcoa il Governo Nazionale non ha rispettato i tempi».

[bing_translator]

Nuova durissima presa di posizione di Fabio Enne, segretario generale Ust Cisl del Sulcis Iglesiente, sulla vertenza Alcoa.

«Su Alcoa il Governo nazionale non ha rispettato i tempi – attacca Fabio Enne -, si è finora distinto per una lentezza senza eguali. La Regione inerme, resiste. Non batte un colpo. Proseguono gli incontri interlocutori e i rinvii. Secondo i calcoli di Matteo Renzi, l’Alcoa sarebbe dovuta ripartire a settembre 2015. L’estate 2016 è cominciata ma della ripartenza degli impianti nessun cenno.»

«I sindacati, uniti, piuttosto che appiattirsi su ordini di partito, farebbero bene ad accelerare e pressare sul Governo nazionale e regionale – aggiunge Fabio Enne -. Non è più tempo per le difese d’ufficio, la fiducia e l’entusiasmo hanno ceduto il passo alla crisi e al malcontento generale. Dal momento in cui Glencore dovesse decidere di acquistare l’Alcoa, dovremmo tenere conto dei tempi tecnici necessari alla ripresa in marcia degli impianti. La ripartenza dell’attività produttiva avrà la necessità di almeno 2 anni. L’organizzazione del lavoro andrà definita per le assunzioni ed per gli eventuali strumenti di sostegno al reddito per coloro i quali non rientreranno nell’immediatezza negli organici.»

«Ribadiamo la necessita di andare oltre gli equivoci e gli impedimenti finora creatisi. Occorre un’azione forte messa in campo dalle istituzioni, sempre che queste ultime ritengano ancora prioritaria la riapertura della fabbrica. Anticipiamo fin da ora che la Cisl è pronta, se non si dovesse aprire uno spiraglio risolutivo entro pochi mesi – conclude Fabio Enne -, a scendere in campo a gamba tesa, per il bene dei lavoratori e delle loro famiglie.»

Alcoa 22 dicembre 2015 10

FOLLOW US ON:
Edoardo Tocco (Forza
Il comune di Carboni

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT