20 May, 2024
HomeCulturaA Porto Cervo il Premio Costa Smeralda.

A Porto Cervo il Premio Costa Smeralda.

[bing_translator]

Cultura e turismo sono un binomio vincente, e la Sardegna è tra le Regioni italiane più appetibili per una vacanza, che oltre al mare, offra altri elementi importantissimi che il turista esigente cerca costantemente nelle sue peregrinazioni alla scoperta della meta ideale per le proprie vacanze.

Cultura, ambiente incontaminato, proposte enogastronomiche d’eccellenza, ed un territorio dell’interno sempre più vivace e pronto ad accogliere, oltre la stagione estiva, anche i vacanzieri propensi ai viaggi nel periodo di media e bassa stagione.

Elementi vincenti che hanno fatto segnare nel 2017 un boom di presenze nell’isola, dal Nord al Sud, sia nelle strutture alberghiere di lusso che nella ricettività media e alternativa.

Crescono e si moltiplicano rassegne multidisciplinari in giro per la Sardegna che puntano a mostrare vari aspetti delle bellezze tipiche del territorio, e anche il turismo diffuso prende piede con numerosi progetti e imprenditori disposti a investire.

Ci crede molto anche la Costa Smeralda che già da anni, grazie al Consorzio, al Comune di Arzachena, alla Marriott ora e prima la Starwood, propone eventi culturali, escursioni nei sentieri più suggestivi, spettacoli, mostre, grandi concerti che coraggiosamente si estendono anche nei mesi più deboli, quando non tutti gli operatori riescono a garantire servizi continuativi, anche se molto è stato fatto negli ultimi anni per prolungare la stagione e attrarre un flusso turistico che sceglie volutamente mesi a ridotta densità di visitatori.

La prima edizione del Premio Costa Smeralda si celebrerà, proprio in ossequio a quella che vuol essere una filosofia vincente per i prossimi anni, in un mese dalle grandi potenzialità e che può crescere esponenzialmente come momento di grande interesse per un turismo proveniente da paesi nordici e da altri Continenti.

Ottobre è il mese prescelto dal Consorzio Costa Smeralda, presieduto da Renzo Persico e diretto da Massimo Marcialis, per questa prima edizione della manifestazione che intende, nel tempo, richiamare grandi ospiti, sia nazionali che internazionali, per inaugurare la stagione estiva cercando di anticipare il più possibile l’arrivo di grandi flussi di turismo culturale.

Il programma studiato dal Consorzio per inaugurare la vita del Premio Costa Smeralda è ricco di iniziative ed eventi, partendo dalle scuole, coinvolte a pieno titolo nel progetto per l’importanza che i giovani rivestono nel futuro del Paese.

L’inizio è previsto alle ore 10.30 al Conference Center di Porto Cervo con gli studenti dei Licei che parteciperanno ad un incontro letterario con tre personalità differenti per generazione, stile e tecnica di scrittura.

Il tema scelto, Il piacere della lettura e l’arte della scrittura, consentirà ai giovani di confrontarsi con autori del calibro di Pietro Picciau, scrittore autorevole e di grande esperienza, già caposervizio dell’Unione Sarda e in questo periodo impegnato nel tour di presentazione della sua ultima fatica edita da Arkadia “Il Marchese di Palabanda”.

Con lui due giovani talenti, uno, in particolare, addirittura più giovane degli studenti che lo ascolteranno parlare.

E’ Matteo Porru, una rivelazione assoluta che a 16 anni ha già pubblicato il suo primo romanzo edito da La Zattera, The Mission, ha già partecipato al suo primo salone del libro a Torino e sarà ospite, dopo il Premio Costa Smeralda, alla Fiera di Francoforte.

Una sicura promessa della letteratura che potrà stimolare con il suo intervento tanti altri ragazzi come lui dotati di talento, o comunque appassionati di scrittura, qualità che spesso restano nell’ombra per la mancanza di occasioni di confronto.

Il terzo ospite sarà Laura Tanfani, caso letterario del 2016 con un libro a fumetti intitolato Vita da commessa pubblicato da Becco Giallo.

Giovane, creativa e ambiziosa, Laura Tanfani fa da anni la commessa in un negozio di abbigliamento anche se il suo sogno è lavorare per aziende di moda o comunque con una matita in mano. E’ stata scoperta nel corso del contest di il mio libro dedicato ai fumetti e da un blog italiano, con più di 70.000 followers e 500.000 visualizzazioni per ogni video postato, è nato un libro che ha entusiasmato in particolare i giovani.

A moderare l’incontro una smeraldina doc, Beatrice Luzzi, attrice, regista, autrice e molto nota al grande pubblico per la sua partecipazione a numerose fiction tra le più seguite dei palinsesti televisivi, tra tutte I Cesaroni, Il Maresciallo Rocca, Don Matteo, Vivere, Un posto al sole e tante altre.

Il programma proseguirà la sera alle ore 18.00 con il salotto istituzional-culturale sul tema “Turismo, Cultura, Economia Sardegna e Costa Smeralda al centro del Mediterraneo” al quale parteciperanno numerose personalità di spicco del mondo dell’impresa, del turismo e della cultura.

Dopo i saluti del vicepresidente del Consiglio regionale Eugenio Lai e dei rappresentanti del comune di Arzachena parleranno l’assessore regionale alla Cultura Giuseppe Dessena, Francesco Morandi dell’Università di Sassari, ex assessore regionale, forte degli ottimi risultati raggiunti grazie alla promozione turistica realizzata nel corso di 3 anni di lavoro, il presidente di Unioncamere Sardegna Agostino Cicalò, l’inventore di Cortes Apertas, uno dei maggiori brand a livello nazionale per la vacanza alternativa in bassa stagione, il presidente di Confindustria Sardegna Alberto Scanu, da qualche giorno nuovo amministratore delegato della Sogaer, Alberto Bertolotti Presidente di Confcommercio Sardegna, Alessio Grazietti e Silvio Pippobello direttori generali degli scali di Cagliari e Olbia.

FOLLOW US ON:
Michele Cossa (Rifor
Domani, specialisti

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT