28 November, 2021
HomeSportIl Cagliari si ritrova alla Sardegna Arena e con un goal di Diego Farias conquista tre punti pesantissimi in chiave salvezza.

Il Cagliari si ritrova alla Sardegna Arena e con un goal di Diego Farias conquista tre punti pesantissimi in chiave salvezza.

[bing_translator]

Il Cagliari formato casalingo è un’altra squadra rispetto a quella spenta e a tratti rinunciataria sconfitta all’Olimpico di Roma dalla Lazio. Contro il Genoa, in uno scontro diretto per la salvezza, la squadra rossoblu ha ritrovato pienamente se stessa ed ha conquistato tre punti pesantissimi in chiave salvezza. A decidere è stato un goal di Diego Farias, al 48′ del primo tempo.

Rolando Maran ha recuperato Srna, Ceppitelli e Pavoletti, i primi due reduci da due giornate di squalifica, il terzo da un infortunio, affiancato in attacco a Diego Farias. Dopo un quarto d’ora ha perso Joao Pedro, vittima di un brutto intervento di Romero, e lo ha sostituito con Artur Ionita.

Il primo tempo non ha offerto grandi emozioni ed è risultato sostanzialmente equilibrato. A sbloccare la partita è arrivato il goal di Diego Farias, abile a sfruttare un assist di Srna, con un pallone che ha rimbalzato sul terreno, prima di infilarsi in rete imparabilmente.

In avvio di ripresa, Cesare Prandelli ha tentato la carta Kouamé, inserito al posto di un centrocampista, Sandro. Il Genoa ha sfiorato il pareggio due volte in pochi minuti con Bessa ed una terza volta con il nuovo entrato Kouamé, sul quale si è esaltato il portierone rossoblu Alessio Cragno. Il Cagliari ha sfiorato il raddoppio prima con Diego Farias, poi con Nicolò Barella, con una grande conclusione terminata sulla traversa.

Il Genoa non si è arreso, ci ha provato con il polacco Piatek, capocannoniere del campionato, anticipato al momento della battuta a rete da favorevole posizione da uno straordinario recupero di Luca Ceppitelli, e nel finale ha provato in tutti i mondi di creare insidie alla difesa del Cagliari, che si è disimpegnata brillantemente, consentendo alla squadra di portare in porto una vittoria importantissima, con la quale sale a quota 20 punti ad una giornata dal giro di boa del campionato, in perfetta media per una salvezza anticipata.

«Oggi siamo riusciti a portare a casa una gara difficile, in un momento particolare, dove contano altri aspetti, oltre al gioco – ha commentato a fine partita Rolando Maran -. È stata una partita “sporca”, i ragazzi sono stati bravi a giocarla con grande sacrificio, compattezza e spirito di squadra: abbiamo saputo leggere i momenti della partita e questi sono tutti dettagli importanti, oltre alla vittoria che aspettavamo da tempo. Su queste basi abbiamo costruito la nostra vittoria. Sottolineo anche la vicinanza del pubblico, che continua a spingerci oltre l’ostacolo ad ogni partita e diventa un valore aggiunto.»

«Il Genoa al momento è una delle squadre più in forma del campionato, si è visto subito che avrebbe potuto procurarci problemi – ha aggiunto Rolando Maran -. L’uscita di Joao Pedro ha un po’ rovinato i nostri piani, quando ho dovuto sostituirlo ho preferito inserire Ionita per pareggiare le forze in mezzo al campo e al contempo ho allargato Farias per contenere gli esterni che stavano spingendo molto. La squadra è riuscita a rimanere corta. Soprattutto nel primo tempo abbiamo avuto il freno a mano tirato, cose che succedono quando vieni da due sconfitte e un periodo difficile a causa di infortuni e squalifiche. Aspetti mentali – ha concluso il tecnico del Cagliari – che sono mutati durante la gara e che abbiamo superato da squadra.

Grande spettacolo qu
La Dinamo è tornata

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT