17 May, 2022
HomeCulturaE’ stata prorogata al 7 ottobre la presentazione delle opere per il 3° Festival dell’Altrove, in programma a Guasila, con cerimonia di premiazione il 26 ottobre.

E’ stata prorogata al 7 ottobre la presentazione delle opere per il 3° Festival dell’Altrove, in programma a Guasila, con cerimonia di premiazione il 26 ottobre.

[bing_translator]

Il Festival dell’Altrove, dedicato alla memoria dello scrittore e antropologo Giulio Angioni, spegne quest’anno la terza candelina.
Il concorso letterario, insieme al Premio tesi di Laurea, si terrà infatti a Guasila – città natale dello studioso – per il terzo anno e nelle giornate del 25 e 26 ottobre.
I candidati per il 2019 sono chiamati a declinare, nella stesura del proprio racconto, il tema “Fare, Dire, Sentire: l’identico e il diverso nelle culture”.

“Fare, Dire, Sentire: l’identico e il diverso nelle culture”. L’argomento può spaziare e toccare diversi aspetti del vivere e del pensiero dell’uomo inteso come singolo o come comunità, e ancora ambiti sociali e culturali nel rapporto tar le persone provenienti da diversi mondi, esperienze, mestieri. Non vi sono preclusioni, all’interno del “fare, dire, sentire”.

Il bando di concorso è stato indetto dall’assessorato della Cultura del comune di Guasila e dall’Associazione culturale Figli d’Arte Medas.

Il Premio, di carattere nazionale, è aperto a tutti i maggiorenni e si articola

in una unica sezione dedicata al racconto, che dovrà essere della misura di massimo di 40mila battute spazi inclusi.
È ammessa la presentazione di un solo racconto, rigorosamente inedito, per ogni candidato e l’opera dovrà essere inviata – con proroga – entro e non oltre il 7 ottobre 2019.

La Segreteria del Premio provvederà a far pervenire, in forma anonima, il materiale alla Giuria, composta da esperti di comprovata professionalità, e a comunicare ai partecipanti l’avvenuta ricezione.

La cerimonia di premiazione si terrà sabato 26 ottobre 2019 alla presenza dei finalisti o di loro delegati, in orario e luogo ancora da definire.

Le opere dei dieci finalisti saranno inserite in un volume antologico pubblicato a cura dell’amministrazione comunale di Guasila.

I primi tre premiati riceveranno inoltre un compenso in denaro: al vincitore va la somma di 2mila euro, la targa e 5 copie dell’antologia. Al secondo classificato 700 euro, targa e 5 copie antologia e, infine, a chi conquisterà il terzo gradino del podio 300 euro, targa e antologia.

Al concorso per l’assegnazione del “Premio Giulio Angioni per tesi di laurea 2ª edizione” potranno partecipare i giovani che hanno conseguito una laurea magistrale (ex laurea specialistica), o laurea triennale secondo il nuovo ordinamento degli studi universitari, discussa presso in una delle sessioni di esame comprese nell’arco di tempo tra ottobre 2018 e settembre 2019. Il comune di Guasila, sempre in collaborazione con l’Associazione Figli d’Arte Medas, vuole così favorire l’approfondimento degli studi e della formazione dei giovani neo-laureati nati, vissuti o residenti a Guasila.

Le tesi di laurea ammissibili al concorso devono offrire contributi originali alla conoscenza nei suoi diversi aspetti (umanistico, scientifico, giuridico, economico) con preferenza ai temi antropologici di cui Giulio Angioni è stato uno dei più grandi studiosi.
La documentazione e la domanda di partecipazione dovranno essere consegnate entro il 7 ottobre. 

POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Dal 12 al 21 ottobre
In arrivo il V Festi

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT