23 October, 2021
HomeIndustriaEuralluminaConfsafi Sardegna: «L’Eurallumina è ancora chiusa a causa della più disarmante indifferenza da parte del Governo, anzi, dei Governi»

Confsafi Sardegna: «L’Eurallumina è ancora chiusa a causa della più disarmante indifferenza da parte del Governo, anzi, dei Governi»

[bing_translator]

«Sembrava una semplice e temporanea fermata produttiva quella discussa in sede di ministero dell’industria, circa 12 anni fa, seguita dallo spegnimento dei macchinari che dal 2 marzo 2009, vedono lo stabilimento fermo e oggetto di attenzioni Istituzionali, altalenanti e fino ad oggi inutili al riavvio della produzione. Possiamo sostenere, senza paura di smentita, che la fabbrica, è ancora chiusa a causa della più disarmante indifferenza da parte del Governo, anzi, dei Governi. Sono state sviluppate diverse ipotesi per rendere competitivo il processo produttivo di allumina, e seppure rinunciamo a far parte dei fautori di possibili scelte tecniche, piuttosto che di altre, rileviamo che fra tutte è dominante quella della non decisione, mantenendo ferma la prospettiva di ripresa produttiva e sociale, costituita dalle centinaia di lavoratori e lavoratrici, che troppo spesso sono stati male utilizzati e diabolicamente illusi.»

Lo scrivono, in una nota, Fabio Enne, segretario generale Confsafi Sardegna ed Enrico Atzei, segretario generale Fsca Chimici.

«Adesso il Governo in carica, sulla possibile soluzione tecnica e sull’utilizzo del gas, indispensabile al riavvio produttivo, prosegue nella sua negligente e sconcertante indecisione, ribaltando le proprie responsabilità verso la Regione Sarda, che a dire il vero, anch’essa non brilla di efficienzaaggiungono Fabio Enne ed Enrico Atzei -. In conclusione tutto si trasforma in una inefficienza vergognosa con Ie tanto promesse e attese autorizzazioni, ma, orfane nell’assunzione di responsabilità istituzionale, perpetrando nell’ennesimo tradimento verso le maestranze e dell’Economia Territoriale, perché, l’incapacità colpevole nei confronti dell’Industria è la stessa che ferma lo sviluppo anche in tutti gli altri settori del turismo, del commercio, nell’agricoltura e nei servizi. Confsafi Sardegna – concludono Fabio Enne ed Enrico Atzei -, si impegnerà a fermare questa assurda deriva.»

FOLLOW US ON:
Due casi di positivi
Gioia, emozione e me

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT