5 February, 2023
HomeSocialeLuttoE’ morto oggi, all’età di 82 anni, Vito Didaci, assessore dei Lavori pubblici del comune di Iglesias

E’ morto oggi, all’età di 82 anni, Vito Didaci, assessore dei Lavori pubblici del comune di Iglesias

E’ morto oggi, all’età di 82 anni, Vito Didaci, assessore dei Lavori pubblici del comune di Iglesias. Una vita dedicata alla politica e alla pubblica amministrazione, era coetaneo, amico e compagno di tante battaglie in politica, di Giorgio Oppi, mancato il 26 luglio dello scorso anno.

Il ricordo di Mauro Usai, giovane sindaco di Iglesias, al suo fianco nell’amministrazione della città negli ultimi cinque anni.

“Hai combattuto e lavorato fino a quando le forze te lo hanno permesso. Grazie infinite per la tua saggezza, la tua determinazione, la tua amicizia. Gran parte dei risultati di questi anni di governo sono decisamente merito tuo. Potrei raccontare tanti aneddoti che custodirò nel mio cuore per sempre. Ho visto Vito Didaci a 80 anni suonati, durante un diluvio, scendere dalla macchina per disostruire una caditoia con le mani e il giorno dopo, con stessa determinazione, battagliare per i fondi sull’efficientamento idrico che hanno permesso ad Iglesias, nonostante il grande caldo di quest’estate, di non chiudere l’acqua nemmeno un giornoaggiunge Mauro Usai -. L’ho visto sotto 40 gradi seguire metro per metro tutti gli interventi sugli asfalti di questi anni. Conosceva ogni centimetro di Iglesias e una volta l’abbiamo pure girata in scooter insieme.

Prima di essere un politico era per tutti Maestro Didaci: un educatore, un nonno affettuoso.

Vito era una gran brava persona, un politico con la P maiuscola, con un’intelligenza ed una sensibilità che pochi veramente conoscevano.”

“Se ne va con lui un pezzo di storia di Iglesias che ho avuto l’onore, per 5 anni, di condividere attraverso l’esperienza di governo cittadino. Anagraficamente eravamo i due estremi della giunta e molto spesso, per sdrammatizzare i momenti di tensione che precedevano le riunioni importanti, ci presentavamo così. Era infatti autoironico, sempre con la battuta pronta e con un vassoio di pasticcini che non mancava mai di portare nelle occasioni. Gli volevamo bene e gliene vorremo per sempre.

Grazie Vito, grazie infinite per tutto”, conclude Mauro Usai.

I minuti di recupero
Sono 209 i nuovi pos

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT