24 May, 2022
HomePosts Tagged "Mauro Usai."

Il bando integrale per l’assegnazione in locazione o affitto mediante asta pubblica di 23 immobili di proprietà Igea Spa nei Comuni di Guspini, Iglesias, Domusnovas, Gonnesa e Sant’Antioco, approvato il 10 maggio e pubblicato online il 16 maggio, ha provocato una durissima reazione del sindaco di Iglesias, Mauro Usai.

«Adesso bastaha attaccato Mauro Usai -. Non permetterò per nessuna ragione che l’eredità dei nostri padri minatori, venga messa all’asta come si fa con la roba vecchia su ebay. Sono anni che aspettiamo una risposta da parte della Regione alle innumerevoli richieste che i Comuni minerari, Iglesias in testa, hanno presentato per l’acquisizione e lo sviluppo dei progetti sulle aree minerarie. Anni in cui ci viene detto che per dare seguito alle richieste, occorre modificare la legge 33/1998 (sarebbe sufficiente un’interpretazione autentica da parte del Consiglio regionale) – ha aggiunto Mauro Usai -. Anni in cui Igea dice di non aver nessuna autorizzazione da parte della Regione per la cessione dei beni ai Comuni, ma evidentemente è autorizzata a farlo nei confronti dei privati.»

«L’Europa ha messo a disposizione un mare di finanziamenti che potrebbero essere utilizzati per la rigenerazione di gran parte del patrimonio, così come altri paesi europei hanno già fatto da tempo, e noi siamo ancora fermi. Anni di prese di in giro per farci stare buoni. Tutto ciò è semplicemente vergognoso ha concluso Mauro Usai -. Occorre una grande mobilitazione di popolo per chiedere rispetto della nostra storia e permettere ai comuni di programmare lo sviluppo del territorio sulle aree minerarie di cui, solo i nostri concittadini, sono i legittimi proprietari.»

«E’ con grande soddisfazione che possiamo dire di aver raggiunto un risultato atteso da ben 15 anni.»
Il sindaco di Iglesias, Mauro Usai, annuncia con queste parole la riapertura del livello base di Porto Flavia.
«Dopo un faticoso iter durato quasi un anno, che ha coinvolto diversi attori istituzionali, tra cui il demanio marittimo ed il servizio attività estrattive, riconsegniamo ai turisti in visita nella nostra città, il sito minerario più importante della Sardegna nella sua interezzaaggiunge Mauro Usai -. Un grazie di cuore a tutti e tutte. Siamo figli di questa antichissima terra e delle sue bellezze, realizzate grazie al sacrificio di uomini e donne di miniera.»
«Per questo stamattina, dopo il taglio del nastro, il pensiero di ognuno di noi è stato rivolto al cielo, con profonda gratitudine, a colui che ebbe per primo l’intuizione di valorizzare Porto Flavia conclude Mauro Usai -. Grazie dott. Luciano Ottelli, non ti dimenticheremo mai.»

Giovedì 12 maggio, alle ore 18.30, presso l’Archivio Storico Comunale, in Vico delle Carceri 12, verrà inaugurato il Museo del Breve di Villa di Chiesa.
Per l’occasione, il Breve di Villa di Chiesa, il codice delle leggi che regolavano la vita cittadina, datato al 1327 e riportato alla luce grazie agli studi del conte Carlo Baudi di Vesme, nel 1865, verrà esposto al pubblico fino al prossimo 10 giugno.
Nel Museo, attraverso un’esposizione multimediale i visitatori inoltre potranno approfondire la storia e l’impianto normativo del Breve.
A partire dalle ore 18.00, l’inaugurazione sarà preceduta da un breve corteo di rievocazione storica, animato dai figuranti delle associazioni medievali cittadine, con partenza dalla Piazza Municipio ed arrivo al Museo.
Durante la serata, verrà proiettato il video “A passo Breve”, realizzato nel 2018 da Maurizio Abis, con sceneggiatura di Gianluca Medas, nel quale ottanta figuranti appartenenti alla associazioni medievali cittadine, rievocano 13 capitoli del Breve.
«La nostra città si arricchisce di un nuovo Museoha messo in evidenza il sindaco Mauro Usaiche permetterà di far conoscere ai visitatori il documento più antico e prezioso conservato nell’Archivio storico. Un codice che non solo contiene le leggi che regolavano la vita della Città, ma che ci permette di rivolgere uno sguardo all’Iglesias che fu. Grazie al lavoro di questi anni, Iglesias offre ai visitatori un polo museale nel quale trovano spazio la storia antica, il periodo medievale, le tradizioni, le scienze della terra e le vicende dell’epopea mineraria.»
«Circa tre anni fa – spiega l’assessore della Cultura Claudia Sannaabbiamo ereditato l’onere di chiudere il progetto del “Museo del Breve di Villa Di Chiesa”.
Da allora, sono stati necessari interventi di messa in sicurezza dello stabile e di adeguamento alle regole imposte dalla soprintendenza. Adesso ci siamo, grazie al lavoro di una grande squadra che con costanza e impegno non ha mai perso di vista l’obiettivo – conclude Claudia Sanna -. Il luogo simbolo della città di Iglesias, lo “scrigno” che ne racchiude la sua storia, adesso sarà finalmente un Museo.»

Da domani, secondo il calendario predisposto dal Servizio Veterinario della ASL, presso l’Autoparco comunale di Corso Colombo 95, a Iglesias, per i proprietari dei cani sarà disponibile il servizio gratuito di microchippatura degli animali.

L’iniziativa, realizzata grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale di Iglesias, il Servizio Veterinario della ASL e l’associazione di volontariato Impronte nell’Isola, si inserisce nell’ambito delle politiche attive per la promozione della salute degli animali e della lotta al randagismo.

Dalla giornata di domani e fino al mese di dicembre, per due giorni al mese i proprietari dei cani potranno prenotare la microchippatura gratuita al numero telefonico: 328 9863427 o recarsi direttamente presso l’Autoparco comunale secondo il seguente calendario:

• Mese di maggio:
– 10.05.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 24.05.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di giugno:
– 07.06.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 21.06.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di luglio:
– 05.07.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 19.07.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di settembre:
– 06.09.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 20.09.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di ottobre:
– 04.10.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 18.10.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di novembre:
– 08.11.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 22.11.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Nese di dicembre:
– 06.12.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 20.12.2022 – ore 10.30 – 12.00

«Grazie alla collaborazione con la ASL e con i volontari ha messo in evidenza il sindaco Mauro Usaipossiamo offrire un servizio importante, consentendo ai proprietari dei cani di accedere alla microchippatura in maniera gratuita, in modo da salvaguardare i nostri amici a quattro zampe permettendone la registrazione, fondamentale in caso di smarrimento.»

«Questa rappresenta solamente la prima iniziativa di una serie di progetti realizzati in collaborazione con il Servizio Veterinario della ASL e con il mondo dell’associazionismo aggiunge l’assessore dell’Ambiente Francesco Melis -. Entro breve tempo vogliamo mettere in campo altri progetti analoghi dedicati anche ai gatti, salvaguardando le colonie feline presenti, garantendo l’assistenza e favorendo le campagne di sterilizzazione per tenerle sotto controllo.»

Giovedì 12 maggio, alle ore 10.00, a Porto Flavia è in programma la prima visita guidata al secondo livello del sito, riaperto al pubblico dopo i recenti interventi di manutenzione e riqualificazione.
Il secondo livello di Porto Flavia, rappresenta una delle zone di maggiore interesse del sito minerario.
Negli anni dell’attività estrattiva, nell’area in questione le tramogge scaricavano il materiale estratto sul nastro trasportatore, attraverso il quale poi il minerale veniva calato sulle imbarcazioni in attesa nel tratto di mare sottostante.
«Dopo l’iter concessorio della parte di proprietà demanialespiega l’assessore del Patrimonio Giorgiana Cherchifinalmente possiamo riaprire alle visite guidate ed al pubblico la zona di maggior interesse storico e culturale di Porto Flavia, dove si svolgeva il cuore del lavoro e si procedeva allo scarico del minerale.»
Per il sindaco Mauro Usai: «L’apertura al pubblico rappresenta un risultato importante, che permetterà di arricchire l’offerta turistica della Città e di rendere finalmente fruibile il sito di Porto Flavia nella sua interezza».

Iglesias, Carbonia e Oberhausen, ancora insieme per rinnovare e rinsaldare un gemellaggio che le tiene unite da un patto di solidarietà e amicizia che compie esattamente 20 anni. Per celebrarlo, anche dopo anni in cui il Covid ha impedito i viaggi e la costanza di uno scambio culturale, una delegazione ha fatto visita ad Iglesias e a Carbonia, cui la città tedesca è legata e accomunata da una altrettanto intensa storia mineraria.
Il sindaco di Iglesias Mauro Usai insieme al sindaco di Carbonia Pietro Morittu, ha accolto nei rispettivi Comuni la delegazione composta da Desbina Kallinikidou, funzionario e responsabile delle relazioni internazionali del Comune di Oberhausen, Gianni Manca, presidente della Federazione dei circoli dei Sardi in Germania e Franco Sogus, Presidente del Circolo di Rinascita di Oberhausen.
A dare loro il benvenuto nella due giorni anche le assessore della Cultura di Iglesias e Carbonia, rispettivamente Claudia Sanna e Giorgia Meli, i presidenti del Consiglio comunale di Iglesias e Carbonia, Daniele Reginali e Federico Fantinel, e gli altri delegati delle Amministrazioni comunali.
«Abbiamo avuto il piacere ha sottolineato il sindaco di Iglesias, Mauro Usai di accompagnare gli amici di Oberhausen nelle nostre città, per celebrare insieme vent’anni di amicizia, nel segno delle comuni radici minerarie e della condivisione di progetti sia nell’ambito della cultura che in quello della formazione per studenti e giovani lavoratori. Una maniera per rendere ancora più forte il rapporto di collaborazione e confrontarci sul futuro.»
«Ripristiniamo in presenza uno scambio che di fatto non si è mai interrotto», ha spiegato il sindaco Pietro Morittu, che alla sala Polifunzionale di Carbonia, durante l’incontro di presentazione dell’iniziativa, ha ricordato le proficue esperienze di ospitalità e di studio tra gli allievi sardi e tedeschi per poi concentrarsi sul significato del gemellaggio nato nel 2002, con un pensiero ai tanti sardi che sono residenti ad Oberhausen.
Una risposta entusiasta e calorosa non si è fatta attendere da tutta la delegazione che tra giovedì 5 e venerdì 6 maggio ha visitato i luoghi fiore all’occhiello delle cittadine sulcitane. I propositi sul tavolo sono tanti per una crescita comune: da progetti integrati sul turismo, a quelli legati alla diffusione, conoscenza e valorizzazione dei prodotti tipici locali. Non è mancato anche il punto sull’aspetto dei percorsi di studio legati all’occupazione: «Oltre alle vacanze studio dei ragazzi in estate che possono essere immediatamente ripristinate, si pensa a un progetto di interscambio sul lavoro», ha fatto inoltre presente Desbina Kallinikidou, spiegando la situazione ad Oberhausen dopo la pandemia.
A settembre è previsto il secondo step dei progetti proposti, con la visita istituzionale dei sindaci Pietro Morittu e Mauro Usai in Germania.

L’assenza è stata lunga, ben 16 anni, e il trionfale ritorno della Monteponi nella massima platea del calcio regionale, l’Eccellenza, ha scatenato un clima di grandissimo entusiasmo a Iglesias.

Dopo i festeggiamenti della vigilia di Pasqua allo stadio, in occasione della partita vinta con il Quartu 2000, ieri ci sono stati quelli organizzati dalla società guidata dal presidente Giorgio Ciccu, in ristorante, a Fontanamare.

Calciatori, tecnici, dirigenti e rispettive famiglie, hanno trascorso una giornata gioiosa, che sicuramente sognavano alla vigilia del campionato ma che probabilmente non avrebbero potuto pensare che sarebbe arrivata dopo i risultati poi maturati sul campo, con tre giornate di anticipo sulla conclusione del campionato e, ad oggi, 12 punti di vantaggio sulla prima inseguitrice, il Villasimius, 21 sulla seconda, la Pro Sigma. 20 vittorie, 3 pareggi e 2 sole sconfitte in 25 partite disputate, 43 goal realizzati e 11 subiti.

Alla serata dei festeggiamenti erano presenti anche il sindaco, Mauro Usai, il presidente del Consiglio comunale Daniele Reginali ed alcuni assessori. Il rapporto tra la società rossoblù e l’amministrazione comunale è ottimo, ora il presidente Giorgio Ciccu attende un sostegno ancora maggiore sia dall’Amministrazione comunale sia dall’intera città, perché il campionato di Eccellenza comporterà un impegno ancora maggiore rispetto a quello profuso fin qui e la Monteponi non ha alcuna intenzione di recitare un ruolo da comparsa in Eccellenza regionale, dopo aver ritrovato la prestigiosa platea dopo ben 16 anni di assenza.

Dalla giornata di sabato 16 aprile 2022, presso la località di San Giovanni Miniera (ingresso SS. 126 – Bindua), sarà attivo l’Info-Point dedicato alle informazioni turistiche ed alla promozione del territorio.
L’Info-point verrà ospitato nella pensilina all’ingresso dell’area mineraria, una struttura costruita negli anni ’50 e recentemente riqualificata, dal grande valore simbolico nell’ambito della conservazione della memoria e della valorizzazione del passato legato alla cultura ed alle attività estrattive del territorio.
L’Info-point sarà gestito dal personale di “Iglesias Servizi”, società in house del comune di Iglesias, e nei mesi che precedono la stagione estiva sarà aperto nei fine settimana e nei giorni festivi, dalle ore 10.00 alle ore 17.00.
Oltre ad essere un piccolo ufficio turistico, dedicato all’attività informativa ed alle indicazioni per i visitatori, l’Info-point di San Giovanni Miniera sarà una delle fermate dei bus turistici che arrivano alla Grotta Santa Barbara, oltre che una stazione di passaggio per quanti si recano nel litorale, negli altri siti minerari o che, al termine dei tour, fanno ritorno in città.
«L’apertura del nuovo Info-point contribuirà a incrementare l’offerta turistica della nostra Città – dice il sindaco Mauro Usai – e consentirà di dare una nuova vita ad un luogo simbolico di grande valore per il passato minerario del territorio».

In occasione della Settimana Santa 2022, con il ritorno delle solenni celebrazioni e delle manifestazioni aperte al pubblico, dopo le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria, l’Amministrazione comunale, in collaborazione con il Consorzio Turistico per l’Iglesiente, Iglesias Turismo e l’Arciconfraternita della Vergine della Pietà del Santo Monte, custode delle tradizioni, propone una serie di iniziative di promozione culturale rivolte ad aprire le porte della Città ai visitatori ed a far conoscere i riti antichissimi in cui la fede incontra la devozione.
Giovedì 14 e venerdì 15 aprile, il Consorzio Turistico per l’Iglesiente, organizzerà due tour guidati alla scoperta della città di Iglesias, del suo territorio e dei riti della Settimana Santa.
Accompagnati da una guida turistica, i partecipanti potranno visitare la Galleria Villamarina, l’area mineraria di Monteponi, e prendere parte ad un tour guidato in città nel corso dei riti del Giovedì e del Venerdì Santo.
Partenza in bus dal centro di Cagliari alle ore 14.00 e rientro nel capoluogo alle 23.30, dopo l’apericena consumata ad Iglesias al termine del tour.
Per informazioni sui costi e sulle modalità delle visite, e per la necessaria prenotazione, è possibile utilizzare l’indirizzo mail: info@ctiglesiente.it , oppure telefonare ai numeri: 0781 274507 e 348 3178065.
Nell’ambito delle iniziative di promozione culturale, presso l’aeroporto di Cagliari Elmas, in questi giorni sono stati posizionati i pannelli pubblicitari con le immagini dei riti della Settimana Santa iglesiente, “La Settimana più misteriosa e suggestiva dell’anno”, come specificato nei manifesti.
Inoltre, sempre nell’area arrivi dell’aeroporto di Cagliari, il Consorzio Turistico per l’Iglesiente, ha allestito uno stand informativo presso il quale è possibile conoscere i siti del territorio e procedere alla prenotazione di una visita.
«E’ un’occasione per far conoscere i riti della Settimana Santa, un patrimonio di Iglesias che unisce la storia della nostra Città alla devozionedice il sindaco Mauro Usai -. Finalmente, dopo le restrizioni causate dalla pandemia, possiamo vivere nuovamente i riti della Settimana Santa in maniera comunitaria e riaprire le porte ai visitatori. Un ringraziamento agli operatori del Consorzio Turistico, di Iglesias Turismo ed ai membri dell’Arciconfraternita, che hanno tenuto vive le antichissime tradizioni con competenza, devozione e spirito di servizio.»

«La preoccupante situazione relativa al caro energia e le sue ricadute sul futuro del polo industriale di Portovesme, rendono necessaria una presa di posizione forte ed unitaria da parte delle comunità locali, al fianco delle parti sociali e dei lavoratori impegnati a difendere il proprio impiego ed il futuro degli stabilimenti. Il rincaro dei costi dell’energia, aggravato ulteriormente dalla situazione internazionale, mette a rischio la sopravvivenza di una realtà come quella della Portovesme srl, una delle ultime realtà produttive ancora presenti nel nostro territorio, duramente colpito da una crisi economica e sociale che si trascina da troppi anni.»

Il sindaco di Iglesias, Mauro Usai, interviene nuovamente, questa volta con il presidente del Consiglio comunale Daniele Reginali, sull’emergenza del caro energia con specifico riferimento alla situazione della Portovesme srl.

«La salvaguardia di 1.500 posti di lavoro, tra dipendenti diretti ed indotto, deve essere l’obiettivo principale, ed è necessario che le Istituzioni facciano la propria parte, con interventi in grado di calmierare i costi e garantire sia la produttività che la tutela dei livelli occupazionali aggiungono Mauro Usai e Daniele Reginali -. Mettendo in agenda anche dei provvedimenti ad hoc e delle misure compensative che tengano conto del contesto sociale e della situazione del nostro territorio. In questa vertenza siamo al fianco delle parti sociali, dei rappresentanti dei lavoratori e delle comunità localiconcludono Mauro Usai e Daniele Reginali -, perché la difesa della Portovesme Srl e di tutto il polo industriale rappresenta una battaglia comune per il nostro futuro e per quello di tutto il territorio.»