9 December, 2022
HomePosts Tagged "Alessandra Pusceddu"

[bing_translator]

E’ stato inaugurato questa mattina, nei locali de La Fabbrica del Cinema, presso l’ex Direzione Amministrativa della Grande Miniera di Serbariu a Carbonia, è stato ufficialmente inaugurato il primo corso dedicato a “Sceneggiatura e paesaggio”.

Si tratta di un’iniziativa di alta formazione articolata in 12 masterclass, per lo sviluppo di progetti originali per il cinema e la serialità televisiva ispirati dai paesaggi della Sardegna e dalle storie delle sue comunità.

Il corso è stato presentato da Michele Casula, esperto in ricerche nel settore audiovisivo e rappresentante della società Clapbox, e dalla direttrice della Fondazione Sardegna Film Commission Nevina Satta, a cui si deve l’ideazione e l’organizzazione dell’iniziativa. Gli incontri si svolgeranno fra novembre e febbraio, con il sostegno del comune di Carbonia, rappresentato al taglio del nastro dall’assessore alla cultura Sabrina Sabiu, insieme alla Fondazione di Sardegna e dal Centro Servizi Culturali, rappresentato dal Direttore Paolo Serra. Era presente anche Alberto Zonchello, segretario particolare dell’assessorato regionale della Pubblica istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport.

A Carbonia l’avventura inizia con la prima lezione della produttrice esperta di sviluppo Daniela Masciale. In squadra anche il regista e sceneggiatore Andrea Magnani che terrà la masterclass di domenica 24 novembre e che, insieme a Daniela Masciale, svolgerà un ruolo da story coach, con la gestione di altri 4 appuntamenti cui si legherà il tutoring dei progetti sviluppati dai partecipanti.

Le altre 6 masterclass vedranno il coinvolgimento di professionisti di spicco del panorama audiovisivo nazionale, chiamati a condividere le esperienze creative del dialogo fra “sceneggiatura e paesaggio”.

Fra questi lo scenografo Giancarlo Basili, che raggiungerà Carbonia a metà dicembre dopo l’esperienza sul set della seconda stagione de “L’amica geniale”. Giancarlo Basili sarà accompagnato anche dal regista Marco Cruciani, che legherà alla tappa sarda una fase di location Scouting per il documentario sul cinema italiano visto dagli occhi della scenografia.

Terranno una lezione anche il regista Paolo Zucca, reduce dal successo de “L’uomo che comprò la luna”, lo sceneggiatore Filippo Gravino (“Veloce come il vento”, “Il primo re” e la serie in lavorazione “Romulus”), la regista Laura Lucchetti, che ha firmato e diretto in Sardegna il pluripremiato “Fiore gemello”, e lo sceneggiatore Salvatore De Mola, cui si devono gli adattamenti de “Il Commissario Montalbano”, il recente successo della fiction Rai “Imma Tataranni” e la scrittura, insieme a Gianfranco Cabiddu ed Ugo Chiti, de “La stoffa dei sogni”.

Il percorso si completerà con la condivisione dei risultati di un concept test – gestito dal team Clapbox con la collaborazione della società Ergo research – che misurerà il potenziale dei progetti sviluppati dai partecipanti presso campioni rappresentativi degli spettatori di film e serie tv.

Sono 18 gli autori finalisti, selezionati fra 33 candidati: Lucio Aru, Roberta Balestrucci, Maria Vittoria Durante, Marcello Lasio, Fabrizio Lo Bianco, Maria Elena Mallei, Luigi Manca, Pietro Martinetti, Elisa Meloni, Daniele Mocci, Andrea Pau, Simone Petrucci, Giovanni Davide Piras, Vanessa Podda, Alessandra Pusceddu, Andrea Rosas, Luca Sotgiu, Gabriele Tanda. Arrivano da diverse località della Sardegna e i progetti originali con i quali si sono candidati hanno ambientazioni che spaziano da Portoscuso al villaggio minerario di Ingurtòsu, all’isola de l’Asinara, a Tandalò, al complesso nuragico di Malchittu, da Siniscola alle spiagge della Baronia, ad Orgosolo, fino al colle di San Michele, con storie che attraversano generi ed epoche diverse: il banditismo dei primi del ‘700, lo sviluppo dei collegamenti interni all’isola dell’inizio dell’800, le lotte sindacali della prima parte del secolo scorso, il dopoguerra, il ’68 isolano, fino ai giorni nostri gettando uno sguardo verso il futuro prossimo.

                                               

[bing_translator]

Riccardo Pietro Cardia è il nuovo presidente della sezione ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Carbonia. Lo ha eletto lo scorso 11 marzo l’Assemblea generale degli iscritti, riunitasi per rinnovare le proprie cariche sociali, come previsto da statuto e regolamento.

L’elezione degli organi direttivi si è svolta «dopo un dibattito partecipato ed appassionato sulle ragioni che hanno portato alla nascita dell’antifascismo, sull’importanza e attualità di essere antifascisti oggi, nello spirito del 25 aprile e della Costituzione, e sulla necessità di una militanza convinta ed attiva, con il coinvolgimento delle nuove generazioni che, fortunatamente, non hanno vissuto in prima persona la immane tragedia del fascismo, della guerra e dei campi di sterminio».

L’Assemblea generale ha approvato, all’unanimità, l’elenco dei candidati proposti dalla commissione elettorale, appositamente nominata. Sempre all’unanimità sono stati così eletti i componenti del nuovo Comitato direttivo della sezione ANPI di Carbonia: Franca Lilliu, Riccardo Pietro Cardia, Alessandra Pusceddu, Gianni Cannas, Monica Porcedda, Andrea Murgia e Angelo Loi. Sono stati nominati componenti del Collegio dei revisori dei conti: Maria Grazia Mannai e Antonio Orrù, mentre Liliana Loi è stata nominata in qualità di componente supplente. 

Il Comitato direttivo, riunitosi a chiusura dell’Assemblea, infine, ha eletto presidente  della sezione Riccardo Pietro Cardia.

Riccardo Pietro Cardia.

Premiazione Cartoline da Carbonia

Si sono svolte stamane nella sala conferenze del Museo del Carbone all’interno della Grande Miniera di Serbariu, le premiazioni del concorso fotografico “Cartoline da Carbonia”, organizzato dal comune di Carbonia. Alla manifestazione hanno preso parte circa duecento persone, compresi gli alunni delle scuole partecipanti e i singoli autori.

Il concorso è nato come strumento per coinvolgere cittadini, studenti e turisti in un progetto di riscoperta e promozione della nostra città. Alcuni dati danno ragione all’idea: 64 partecipanti, circa 400 fotografie e circa 13.000 accessi nelle pagine facebook di Carbonia Newsletter dedicate al concorso.

Nel corso della manifestazione, molto partecipata, sono state premiate,  con una fornitura di 5 libri su Carbonia, le 10 fotografie vincitrici selezionate dalla giuria. Un attestato di partecipazione e una piccola pubblicazione sono stati consegnati a tutti i concorrenti,  mentre le 4 scuole partecipanti, che hanno ottenuto una Menzione di merito, e i 12 Autori segnalati dalla Giuria hanno ricevuto un piccolo riconoscimento.

Tutte le fotografie, ritenute idonee dalla commissione, saranno pubblicate nella sezione “Cartoline da Carbonia” del sito internet comunale.

«L’Amministrazione comunale – ha detto il sindaco, Giuseppe Casti – è molto soddisfatta dell’esito del concorso, che dimostra, ancora una volta, come la cittadinanza sia pronta a rispondere positivamente alle iniziative finalizzate alla riscoperta della città e alla promozione della sua immagine. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato, in maniera particolare le scuole che hanno coinvolto tanti studenti. Ringrazio la dottoressa Alessandra Pusceddu che ha curato l’organizzazione del concorso, le operatrici dello sportello informazioni e i componenti della commissione giudicatrice.»

Fotografie vincitrici

a) Sergio Carozza, con la foto “Chiesa di Santa Lucia”;

b) Carlo Di Bella, con la foto “Pagu Arruinaus”;

c) Alessia Loddo, dell’Istituto comprensivo Satta, con la foto “Murale nella piazzetta di Serbariu”;

d) Istituto comprensivo Deledda-Pascoli (sede di Cortoghiana), con la foto “E in mezzo … una scala”;

e) Alberto Maccioccu, con la foto “Riflesso di Piazza Roma”;

f) Mattia Massa, dell’Istituto tecnico Giovanni Maria Angioj, con la foto “Ombre alla stazione”;

g) Ornella Marisa Zara, con la foto “Paesaggio”;

h) Massimo Pateri, con la foto “Vista da Monte Leone”;

i) Paolo Vaccargiu, con la foto “Piazza Venezia Chiesa Sacro Cuore”;

l) Giuseppe Angelucci, con la foto “Riflesso sull’acqua”.

Menzioni di merito

– Istituto tecnico Giovanni Maria Angioj, Carbonia;

– Istituto comprensivo Deledda – Pascoli, sede Cortoghiana;

– Istituto comprensivo Deledda – Pascoli via Balilla, sede Carbonia;

– Istituto comprensivo Satta, Carbonia.

“Segnalazioni della Giuria”

– Barbara Bernardini

– Roberto Carboni

– Stefano Casu

– CICC – Museo del carbone di Carbonia

– Pina Corona

– Sandra Devis Lakeman

– Corrado Maccioccu

– Nando Mannai

– Andrea Marotta

– Cinzia Melis

– Luciano Perinu

– Corrado Saba

Deledda Pascoli CortoghianaIstituto Tecnico AngiojIstituto Comprensivo SattaIstituto comprensivo Deledda Pascoli Carbonia