2 December, 2022
HomePosts Tagged "Alessandro Floris"

[bing_translator]

Dallo scorso 23 novembre, nelle radio italiane, “Con le mani nel fango” (etichetta Riserva Sonora), il singolo che segna l’esordio discografico dell’iglesiente Alex Effe. Il brano, che porta le prestigiose firme dell’icona della musica italiana Vittorio De Scalzi (New Trolls), Gianni Testa (anche producer) e Francesco Arpino, parla di una realtà dove l’artista parte per un viaggio alla ricerca di se stesso, della sua anima, lasciando tutto ciò che era la sua vita per costruire quello che si può chiamare “Sogno”.

Alessandro Floris, nato il 9 settembre del 1991 a Iglesias, già da piccolo coltivava la grande passione per il canto. Ha iniziato a prendere lezioni all’età di 17 anni, per poi rendere la sua passione un vero e proprio lavoro, facendo serate in vari locali della sua zona. Messo in gioco più volte con diversi provini il suo percorso artistico comincia nell’anno 2017, dove entra a far parte del talent televisivo “The coach”, grazie a questo programma incontra Gianni Testa (vocal coach – songwriter – Producer). Inizia a lavorare sui primi inediti, partecipando ad alcuni concorsi, tra i quali “Sanremo Festival Cafè”, concorso organizzato dal maestro Amedeo Minghi, classificandosi al primo posto, “Lasciatemi cantare” organizzato da David Pironaci, classificandosi al secondo posto e “Uno voice” di Davide Papasidero, classificandosi al terzo posto.

[bing_translator] 

Dal 23 novembre nelle radio italiane “Con le mani nel fango”, il singolo che segna l’esordio discografico di Alex Effe. Il brano, che porta le prestigiose firme di Vittorio De Scalzi (New Trolls), Gianni Testa (anche producer) e Francesco Arpino, è disponibile nei principali digital store e parla di una realtà dove l’artista parte per un viaggio alla ricerca di se stesso, della sua anima, lasciando tutto ciò che era la sua vita per costruire quello che si può chiamare Sogno. Videoclip per la regia di Marco Zarotti. Tutte le novità sul profilo ufficiale dell’artista.

Alessandro Floris nasce il 9 settembre del 1991 a Iglesias e già da piccolo coltivava la grande passione per il canto. Ha iniziato a prendere lezioni all’età di 17 anni, per poi rendere la sua passione un vero e proprio lavoro facendo serate in vari locali della sua zona. Messo in gioco più volte con diversi provini il suo percorso artistico comincia nell’anno 2017, dove entra a far parte del talent televisivo “The coach”, grazie a questo programma incontra Gianni Testa (vocal coach – songwriter – producer).

Si trasferisce a Roma per iniziare a lavorare sui primi inediti, partecipando ad alcuni concorsi, tra i quali “Sanremo Festival Cafè”, concorso organizzato dal maestro Amedeo Minghi, classificandosi al primo posto,”Lasciatemi cantare” organizzato da David Pironaci, classificandosi al secondo posto e “UNO VOICE” di Davide Papasidero, classificandosi al terzo posto.

«La Cisl Fp dell’Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari plaude al percorso avviato dalla dirigenza dell’Azienda teso a rafforzare il ruolo dell’Aou di Cagliari.»

Lo dice Alessandro Floris, componente rieletto e presidente uscente della Rsu e che ha portato la Cisl ai vertici del sindacato interno.

«Il grande progetto di fare del Policlinico Duilio Casula di Monserrato il più grande e moderno ospedale della Sardegna – spiega Floris – ci rende orgogliosi di far parte di questa azienda. Il commissario straordinario, Giorgio Sorrentino, sta facendo veramente ogni sforzo possibile per rafforzare gli organici, per rendere sempre più accogliente e al passo con i tempi una struttura importantissima come quella del Policlinico.»

«Del resto – aggiunge il sindacalista della Cisl Fp – tutto questo è visibile non solo nel progetto dei nuovi blocchi che saranno presto costruiti a Monserrato, ma anche nei lavori di ammodernamento e ristrutturazione che stanno coinvolgendo i corpi storici del Policlinico.»

«Per questo – dice ancora Floris – sorprende che ci siano delle resistenze non volte né al bene dei lavoratori  né dell’Azienda.»

Per il resto la Cisl Fp dell’Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari, si augura che la dirigenza dell’Aou «prosegua con decisione nel piano per rendere questa azienda sempre più forte e capace di venire incontro alle esigenze e alla domanda di salute della popolazione». Tra l’altro «la dirigenza ci ha rassicurato sulla risoluzione a brevissimo delle Medicine del San Giovanni di Dio, così come delle richieste avanzate dal personale delle Chirurgie e della Patologia Neonatale». Inoltre, «stanno andando avanti con celerità i lavori per il grande nuovo laboratorio del Policlinico, che diventerà il più importante della Sardegna.»

«Il cambio di passo verso un futuro roseo per i lavoratori e i pazienti – conclude Floris – è evidente.»

Dopo le polemiche seguite alla tormentata partita tra Carbonia e San Vito, e conseguenti squalifiche (una giornata a Simone Marini, Stefano Demontis e Marco Foddi, inibizione fino al 4 febbraio per il presidente Renato Giganti e 250 euro di multa alla società mineraria) si torna a giocare per la seconda giornata del girone di ritorno del campionato di Promozione regionale. La Monteponi, tornata al successo all’esordio del nuovo tecnico Graziano Milia in panchina, cerca una conferma sul campo della Frassinetti, a Elmas (dirige Francesco Cozzolino di Oristano, assistenti di linea Felice D’Ambra e Monica Ortu di Cagliari; non ci sarà Alessio Congiu, squalificato per tre giornate); il Carbonia gioca sul campo della capolista Ferrini, a Cagliari (arbitro Luca Mocci di Oristano, assistenti di linea Francesco Collu e Francesco Serusi di Oristano), con una formazione fortemente rimaneggiata per le assenze di quattro titolari squalificati (oltre ai tre espulsi domenica scorsa, c’è Alessandro Floris che deve scontare la seconda giornata inflittagli sette giorni prima); l’Atletico Narcao, infine, reduce dall’impresa compiuta sul campo del Siliqua, ospita il Girasole (arbitro Marco Porcheddu di Oristano, assistenti di linea Nicola Spano di Oristano e Giacomo Sanna di Cagliari).

Completano il programma della giornata le partite  Arbus – Guspini, Kosmoto Monastir – Pula, Orrolese – Siliqua, San Vito – Progetto Sant’Elia e Serramanna – Sant’Elena Quartu.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, la capolista Villacidrese tenta un nuovo allungo nel confronto diretto con il Senorbì, grande rivale della prima parte del campionato ma da alcune settimane in caduta libera ed ora secondo distanziato di ben 8 punti e affiancato dal Carloforte, con la capolista la squadra più in forma. Il Senorbì dopo la nona giornata e la vittoria di Carloforte, aveva 5 punti di vantaggio sulla Villacidrese, in 7 giornate ha messo insieme solo 3 punti ed ha perso ben 13 punti nei confronti della Villacidrese e 10 rispetto al Carloforte. La squadra tabarchina oggi ospita il Sadali ed ha la grande occasione, in caso di vittoria, di isolarsi al secondo posto.

Giocano in casa la Fermassenti con l’Escalaplano, il Sant’Antioco con l’Andromeda e l’Iglesias con l’Halley Assemini; in trasferta il Tratalias a Barumini e il Gonnesa sul campo del Seui Arcueri. Completa il programma della giornata, la partita Real Villanovatulo – Gonnosfanadiga.  

Stefano Demontis copia