30 June, 2022
HomePosts Tagged "Andrea Corda" (Page 4)

[bing_translator]

IMG_7004

Questo pomeriggio, la Piazza Anfiteatro, a Carbonia, ha ospitato una manifestazione «contro le lobby che stanno chiudendo il Sulcis», organizzata dal gruppo Unidos che ha il suo leader nel parlamentare Mauro Pili. Nel corso della manifestazione è stata avviata la class action contro le bollette Enel.

Alle 17.30 Luciano La Mantia, leader locale del gruppo Unidos fondato da Mauro Pili, presenta al pubblico di Carbonia presente, il candidato a sindaco Andrea Corda.

Poche parole e lascia il microfono al giovane che con entusiasmo inizia a parlare raccogliendo da subito numerosi consensi.

Uno stralcio del suo discorso…

«Carbonia è una città che perde giovani, il 25% della popolazione è sopra i 60… Carbonia è una città che presenta criticità…

Noi vogliamo dare un segnale di speranza… io non voglio essere un sindaco che sta dentro l’ufficio, voglio stare in mezzo a voi, voglio stare tra la gente!

Forse non lo sapete ma da quest’anno il sindaco di Carbonia sarà anche il presidente della rete urbana e si ritroverà a coordinare 20 comuni… dovrà avere un’ottica sovracomunale…

Io per terminare il mio programma aspetto i vostri suggerimenti…

Io voglio essere un sindaco che salvaguarda questi posti di lavoro… Alcoa, ex Ila, Eurallumina, ma allo stesso tempo voglioproporre qualcosa in alternativa. La città muore, al centro ci sono almeno 27 serrande abbassate…e lo sono perchè tanti lavoratori hanno perso il posto…

Occorre diversificare il settore… Sapete che di tutti i turisti che vengono in Sardegna solo il 2% arriva nel Sulcis Iglesiente…

Dobbiamo imparare a salvaguardare il turismo… non solo quello balneare, ma anche quello architettonico e archeologico…senza parlare poi delle tante terre che qui intorno potrebbero essere coltivate e dar così il via alla filiera corta con un abbattimento dei prezzi dei prodotti che guadagnerebbero anche in qualità…»

Il candidato poi prosegue parlando del centro intermodale, “cattedrale del deserto”, inadeguato e poco attrezzato, senza servizi igienici o box informazioni turistiche e ancora di come si potrebbero proporre al centro parcheggi con disco orario per un ricambio più equo delle automobili.

Quindi conclude il suo discorso ribadendo che il suo programma deve essere concordato e compartecipato con i cittadini «Non vi prometto posti di lavoro ma… ci metterò il cuore!»

Numerosi applausi che lo accompagnano nel lasciar il posto al deputato Mauro Pili.

Anche l’ex sindaco di Iglesias, nato a Carbonia 49 anni fa, precisa che vuole assolutamente che si salvino i posti di lavoro nel polo industriale di Portoscuso… chiede un applauso per gli operai di Ottana, perché «la lotta non è solo per loro ma per tutti. La solidarietà sta nel non chiudere iniziando a costruire qualcosa di nuovo, continuiamo a vivere di indennizzi… ma noi vogliamo essere liberi, senza ricatti e senza condizionamenti. Vogliamo una città che da grigia diventi a colori!»

Affronta poi il problema bollette Enel che hanno sforato e per cui la classe politica non ha fatto niente e passa quindi a rimarcare l’importanza di andare a votare per “le trivelle”.

Facciamo vedere una Sardegna che non china il capo, cerchiamo di reagire… noi andremo in giro a testa alta, con la schiena dritta, a viso aperto per dare un segnale chiaro e per ridare ai cittadini di Carbonia il ruolo da protagonisti… ormai perso da tempo.

La serata si conclude con i saluti e i ringraziamenti di Luciano La Mantia mentre il pubblico si avvicina al banchetto predisposto per raccogliere le adesioni per la “class action”.

Di seguito alcuni scatti della serata…

Nadia Pische

IMG_7043 IMG_7042 IMG_7041 IMG_7040 IMG_7039 IMG_7038 IMG_7037 IMG_7036 IMG_7035 IMG_7034 IMG_7033 IMG_7031 IMG_7030 IMG_7029 IMG_7028 IMG_7027 IMG_7026 IMG_7025 IMG_7024 IMG_7023 IMG_7020 IMG_7019 IMG_7018 IMG_7014 IMG_7013 IMG_7012 IMG_7011 IMG_7009 IMG_7007 IMG_7004 IMG_7003 IMG_7002 IMG_6995 IMG_6994 IMG_6993 IMG_6992 IMG_6991 IMG_6990 IMG_6989 IMG_6988 IMG_6987 IMG_6986 IMG_6985 IMG_6984 IMG_6983 IMG_6982 IMG_6981 IMG_6980 IMG_6978 IMG_6977 IMG_6976 IMG_6975 IMG_6974 IMG_6973 IMG_6972 IMG_6970 IMG_6969 IMG_6967 IMG_6966 IMG_6961 IMG_6960 IMG_6959 IMG_6958 IMG_6957 IMG_6956 IMG_6955 IMG_6952 IMG_6951 IMG_6950 IMG_6948 IMG_6947 IMG_6946 IMG_6945IMG_6949

[bing_translator]

Andrea Corda pestelli Andrea Corda foto pestelli

Dopo aver ottenuto il Premio Spadolini, Andrea Corda qualche giorno fa ha ricevuto un nuovo prestigioso riconoscimento.
Il Centro Studi sul giornalismo Gino Pestelli di Torino ha premiato la sua tesi di dottorato in Storia del giornalismo, elaborata e discussa con la prof.ssa Laura Pisano, dal titolo “Il giornalismo in Sardegna dall’istituzione della Regione Autonoma ai giorni nostri. Tra conservazione e innovazione”.

[bing_translator]

Si è svolta questa mattina, nella sala del Gonfalone di palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale della Toscana, la cerimonia di consegna dei riconoscimenti ai vincitori della XIX edizione del Premio Spadolini Nuova Antologia, riservato a tesi di laurea specialistica e di dottorato su un tema relativo alla storia politica e culturale dell’Italia contemporanea (‘800 – ‘900).

Il premio è stato assegnato ad Andrea Corda (originario di Carbonia), Gianluigi di Giangirolamo, Giorgio Lucaroni, Giulia Medas, Ignazio Veca, Giulia Dodi e da Salvatore La Lota di Blasi. A consegnare i premi è stato il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani.

Andrea Corda 00-premio-spadolini-08 Andrea Corda 1 Andrea Corda 2 Andrea Corda 3

Andrea Corda